DYLAN DOG: NOVITÀ DAL LUCCA COMICS & GAMES 2013

DYLAN DOG SI RINNOVA Gli autori della serie del più famoso indagatore dell’incubo del Regno Unito hanno tenuto a precisare che Dylan Dog non è finito: grazie a un restyling, la serie continuerà a uscire regolarmente in edicola per la gioia dei lettori affezionati alla testata.

All’incontro col pubblico di Lucca erano presenti l’autore, e nuovo curatore della serie, Roberto Recchioni, Mauro Marcheselli, direttore editoriale della Sergio Bonelli, Paola Barbato, Carlo Ambrosini, Franco Busatta, Gigi Simeoni e Angelo Stano.
La prima novità che verrà introdotta a partire dall’albo di ottobre 2014 su Dylan, nato dalla mente geniale di Tiziano Sclavi, sarà la tecnologia che l’Old boy proprio non ha mai amato e dalla quale si è sempre tenuto a distanza. Grazie al fido assistente Groucho inizierà l’avvicinamento di Dylan ai computer, ai cellulare e alle apparecchiature in generale. Questo processo sembra essere un giusto compromesso per rinnovare la testata e alla stesso tempo non stravolgere il personaggio originale.
Sono state smentite le voci di una illustre dipartita anche se il pensionamento di Bloch, ispettore di Scotland Yard, è stato confermato insieme alla rassicurazione che non lascerà la serie. Il vecchio ispettore riesce a giungere alla tanto agognata pensione cedendo la poltrona a un tale Carpenter che verrà presentato più avanti nella serie e che non avrà molta simpatia per il nostro Dylan.
Non ci resta che aspettare l’autunno prossimo per vedere se questi cambiamenti saranno un toccasana per la serie nella speranza che riesca a coinvolgere nuovi lettori.

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.