[Esclusiva & Concorso] C4 Chiacchiere con… Emanuele “Manu” Tonini: vinci un disegno esclusivo!

IMG_1814In occasione del D-Day (Dentiblù Day), come annunciato tempo fa, abbiamo incontrato gli autori coinvolti i quali si sono gentilmente prestati a brevi interviste, personalmente ho avuto il piacere di parlare con Emanuele “Manu” Tonini. L’artista originario di Carrara si fa notare attraverso il suo blog (che conta centinaia di visite giornaliere), a cura delle DreamMachine, attraverso il quale fa conoscere il suo lavoro più importante: la serie/saga Deficients & Dragons. Da versione online l’opera passa in formato cartaceo, dapprima pubblicato da fumetticrudi, ora è entrato a far parte della casa Dentiblù. Proprio insieme a quest’ultimi è venuto a Sarzana a presentare Deficients & Dragons: il fiatone del drago vampone.

Qui di seguito trovate un breve riassunto delle parti principale dell’intervista di cui trovate, in fondo alla pagina, il video integrale e il concorso per vincere uno sketch esclusivo di Manu Tonini.

C4 Comic: Come hai imparato a disegnare e da chi trai ispirazioni?
Manu Tonini: I miei punti di riferimento sono stati i grandi del fumetto italiano: Bonvi (Franco Fortunato Gilberto Augusto Bonvicini n.d.a.), Magnus… E anche francese: Uderzo di Asterix. Quindi fumetto omoristico, strisce.

603282

La copertina di Deficients & Dragons

C4C: La serie Deficients & Dragons è qualcosa di più di una semplice parodia del mondo fantasy tanto caro a una buona fetta di adolescenti e non solo. Come è stato accolto?
M.T.: Il nome, chiaramente, richiama il famoso gioco di ruolo D&D (Dungeons & Drugons), premettendo che tutt’ora sono un giocatore, per questo mio figlio mi chiama NERD (ride n.d.a.), ed amo questo mondo, l’idea è nata appunto per trasportare in versione umoristica le storie e gli aneddoti vissuti con gli amici. I personaggi sono sì stereotipati ma le avventure sono più fantasy che parodistiche.

C4C: Progetti futuri?
M.T.: Dal momento che l’autore ha rinnovato la fiducia, sicuramente un altro albo di Deficients & Dragons a cui sto già lavorando e probabilmente in uscita per il Lucca Comics & Games 2014… E poi un’altra cosa di tutt’altro genere, una storia realistica sulla resistenza e sui partigiani, il progetto però è ancora in divenire.

C4C: Un fumetto già esistente che avresti voluto disegnare?
M.T.: Oltre a disegnare a me piace molto anche scrivere, raccontare la storia…se si parla solamente del disegno mi piacerebbe aver inventato Asterix: Uderzo e Goscinny per i testi… Miller mi piace come lettore ma è lontano dal mio genere come scrittore.

IMG_1813

C4C: Un personaggio di cui ti piacerebbe scrivere una storia?
M.T.: Thor.

C4C: La tua personale delusione più grande? E quindi la tua più grande soddisfazione?
M.T.: Ogni medaglia ha sempre due facce…da un lato avrei voluto insistere di più nel fumetto 20 anni fa e adesso potrei vivere solo di quello… Però ora grazie agli editore mi sono un po’ ripreso…c’è gente che come crisi di mezza età si compra la moto, chi si fa l’amante…io faccio fumetti…è meno dannoso per la famiglia (ride n.d.a.).

C4C: Invece su larga sfera: nel fumetto generale italiano cosa ti piace e cosa no?
M.T.: Fino a poco tempo fa il fumetto era concepito come una cosa per bambini, invece grazie ad autori importanti, per ultimo Gipi con la sua Unastoria, sta diventando anche qualcosa di più, una lettura per adulti. E’ un pregiudizio che i lettori siano solo i bambini, gli adulti devono leggere materiale adatto alla loro età. Bisogna educare il lettore, come per ogni forma d’arte esistono vari livelli.

Ringraziamo Emanuele Tonini per la gentilezza e disponibilità dimostrate. Di seguito trovate il video integrale dell’intervista e il concorso per vincere un disegno esclusivo di Manu Tonini.

Partecipa al concorso per vincere questo disegno realizzato in esclusiva per C4 Comic.

2013-12-26 22.26.14

Il disegno realizzato da Manu Tonini in esclusiva per C4 Comic. Partecipate al concorso per provare a vincerlo.

a Rafflecopter giveaway

[shashin type=”albumphotos” id=”33″ columns=”4″ size=”151″ crop=”n” caption=”n”; reverse=”n”]

Stefano Lucenò

Collezionista e lettore occasionale fino a qualche anno fa, decido (ahimè!) di aumentare la mia frequenza delle visite alla fumetteria (COMIC HOUSE) e di conseguenza gli albi acquistati aumentano esponenzialmente (compatibilmente con le mie tasche...e ultimamente anche con gli spazi disponibili in casa). Sicuramente più esperto di fumetti americani rispetto ai manga, posso ritenermi un più che discreto conoscitore di Batman.

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. 3 gennaio 2014

    […] vi regaliamo un disegno realizzato in esclusiva da Manu Tonini, potete trovare il concorso a questo link. Lo staff ringrazia i lettori per il supporto e la fiducia. Continuate a seguirci anche nel 2014 […]

  2. 14 ottobre 2014

    […] nel 2015 con il terzo albo. Il Siero della Draghitudine, infine, è l’ultimo lavoro di Emanuele “Manu” Tonini, che con la serie Deficients & Dragons ha dato vita ad una irresistibile parodia dei più […]

  3. 24 dicembre 2014

    […] 14 dicembre, a distanza di un anno da una delle nostre prime videointerviste realizzata per C4 Comic, a Sarzana si è replicato il D-Day, appuntamento prenatalizio con i […]

  4. 29 settembre 2015

    […] le prime cose. Sia Asterix, con Uderzo e Goscinny (vi ricordate per caso l’intervista con Manu Tonini? ndr), sia Claire Bretécher sono state vere e proprie rivelazioni, mi hanno lasciato un forte […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.