3 giorni e 20 anni di Torino Comics

Copia di foto 4VIGNA ZICHE COSPLAYER FUMETTISTI – È terminata ieri l’ultima giornata della ventesima edizione di  Torino Comics in cui curiosi, appassionati e cosplayers si sono potuti godere tre giorni dedicati solamente al fumetto, o quasi.

Vicino all’ingresso si trovava l’area dedicata agli editori e l’area autori, dove si sono alternati tutti gli sceneggiatori e i disegnatori ospiti di Torino Comics per firmare autografi, fare disegni e parlare con i fan. Tra i più famosi ricordiamo Bepi Vigna, Silvia Ziche, Giorgio Figus e Gigi Piras.

Sul lato opposto, c’erano gli allievi della scuola internazionale di Comics e della Event Horizon, sponsors dell’evento, che mettevano in mostra le loro capacità.
La fiera proseguiva con gli stands delle varie fumetterie e quelli dedicati ai cosplayer con parrucche, trucchi, maschere, vestiti e accessori.

In fondo, vicino ad un enorme elicottero nero, ogni ora, i militari combattevano contro gli zombie ispirandosi a Resident Evil, grazie all’associazione Umbrella Italian Division.

foto-5-11-e1397501483159-1024x7681Jedi e cavalieri medioevali ti sfidavano a duello negli appositi stands, i Ghostbusters ti aspettavano subito dopo la Scuola di Magia, un grande arco rosso dava inizio al quartiere giapponese e si poteva giocare di ruolo appena più in là.

Le mostre (Yoshi Tamura, Pazzi per il fumetto, Aurora, The art of Daniele Serra, Nidus Haereticorum), purtroppo, seppur molto interessanti, hanno avuto poca visibilità, perché si trovavano in una zona troppo periferica rispetto al grosso della fiera.

Beatrice Spezzacatena

Sono una studentessa di giurisprudenza che ama il giornalismo e i fumetti. Ho iniziato da piccola con Topolino, ho divorato tutte le altre uscite della Disney (Da Monster Allergy a X Mickey) e non mi sono più fermata. La curiosità è un mio brutto vizio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.