Dylan e la tecnologia: la parola a Gigi Simeoni

Dylan

I primi timidi approcci di Dylan alla tecnologia in uno sketch tutto da ridere realizzato da Gigi Simeoni.

DYLAN DOG SMARTPHONE GIGI SIMEONI – Manca ormai pochissimo al debutto della “vera” fase di rilancio di Dylan Dog, settembre è vicino e le voci su internet si rincorrono sempre più veloci. A volte troppo veloci. Per questo quando qualche giorno fa Gigi Simeoni (uno degli autori chiave del nuovo corso di storie del detective di Craven Road) ha pubblicato sul suo profilo Facebook il disegno che vedete qui a sinistra, con un Dylan impacciato e alle prese con uno smartphone, le illazioni, le ipotesi e i timori hanno iniziato a moltiplicarsi.

Lo stesso autore ha pensato quindi di fare un po’ di chiarezza postando uno stato in cui vengono riconfermate le anticipazioni che avevamo già ascoltato in altre sedi (al Crime City Comics per esempio… Ve lo siete perso? Potete recuperare i nostri reportage cliccando qui e qui) e che vi riportiamo di seguito:

Un paio di giorni fa, ho postato uno schizzetto di Dylan alle prese col suo nuovo smartphone. Una battutina spiritosa, per nulla aderente con la nostra idea del progetto di rilancio del personaggio, che nelle mie intenzioni era un semplice giochino di parole. Dalle reazioni, però, ho capito quanto presente sia l’attesa dei lettori nei confronti di questo nuovo “ingrediente” che farà la sua comparsa da settembre in avanti: la Tecnologia. Per placare il bollore delle illazioni, sottolineo quanto abbiamo già ampiamente anticipato nelle nostre conferenze: Dylan, nel 2014, non può più rischiare di lasciarsi sfuggire un cattivone o non poter salvare una povera vittima perchè al momento opportuno non ha un telefono a portata di mano. Così, come non potrà sprecare minuti preziosi per consultare la sua polverosa biblioteca nell’epoca di internet. Degli aspetti tecnici si occuperà Groucho, come già faceva per la fedele Bodeo cinque colpi, dando a Dylan il supporto logistico necessario a rendere certi passaggi narrativi ancora più veloci, lasciando quindi molto più spazio all’azione. Solo vantaggi, quindi. Si tranquillizzino i più reazionari tra i fedelissimi!

Insomma la febbre per le novità che vedremo tra poco non accenna a diminuire ma anzi brucia sempre più, in attesa di poterla placare andando in edicola a settembre!

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.