001 Edizioni: arriva Weird Science Fantasy

Cover weird science fantasy.indd001 EDIZIONI LOGOFANTASCIENZA CLASSICI 001 Edizioni – Buone notizie per tutti gli appassionati della fantascienza classica, 001 Edizioni presenta Weird Science Fantasy , volume unico che raccoglie le uscite della rivista che prese vita nel 1954 dalla fusione di Weird Science e Weird Fantasy, testate storiche dedicate alla sci-fi. La nuova uscita della collana “Biblioteca EC Comics”, presenta per la prima volta in edizione integrale, le sette uscite originali della rivista pubblicate fra il marzo del 1954 ed il maggio/giugno 1955.

DA NON PERDERE – Se pur all’epoca la rivista chiuse a causa delle scarse venedite, nelle pagine di Weird Science Fantasy, sono apparsi probabilmente i migliori fumetti sci-fi di sempre, molti dei quali tratti da racconti di maestri del calibro di Ray Bradbury. I profani non verranno impressionati dei nomi degli autori, sarà invece una scoperta molto più interessante leggere le pagine ispirate, solo per fare un’esempio, a Io Robot, racconto della serie dedicata all’automa Adam Link scritto dai fratelli Earl e Otto Binder, in arte Eandro Binder. Nel caso in cui il titolo Io Robot vi ricordasse una meravigliosa raccolta di racconti di Isaac Asimov (o un pessimo e costosissimo film con Will Smith), sappiate che acquistando Weird Science Fantasy avrete fra le mani l’inizio di tutto, le pagine che hanno realmente ispirato il maestro russo-americano. Genesis.

Un volume imperdibile per gli appassionati, in uscita a fine settembre , 208 pagine in bianco e nero raccolte in un elegante volume brossurato 17×24, al costo di  14,00 € che dovrete investire senza la paura di aver buttato i propri soldi. Nella gallery, alcune copertine originali anni ’50 e qualche pagina per farsi una idea.

Il 24 giugno 1947 un pilota privato dell’Idaho di nome Kenneth Arnold avvistò nove o dieci enormi dischi di metallo scintillante che volavano incolonnati, schizzando avanti e indietro sopra le cime montuose lì vicino a una velocità che lui calcolò essere superiore a mille miglia all’ora. Il primo avvistamento che diede il via a un finimondo chiamato dischi volanti…

Andrea Cattani

Figlio degli anni '80 (insomma...metà anni 70...), attendo l'arrivo di Daltaniuos per finalmente fuggire da questo pianeta, a mio parere, dominato da mostri. Ecco

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.