Speciale Patagonia: Bao Publishing propone una delle più belle storie di Tex

In occasione dell’uscita dell’edizione deluxe di Patagonia, a opera di BAO Publishing, abbiamo deciso di fare uno “Speciale Patagonia”, qualcosa che si concentri sulle caratteristiche tanto della storia quanto di questa nuova edizione. La scelta è quindi caduta su un articolo che possa risultare fruibile sia a coloro che non hanno mai letto le storie di Tex, sia ai fan di vecchia data che ben conoscono e hanno amato il texone di Boselli e Frisenda.

Patagonia Bao

UN (PIÙ O MENO) BREVE PREAMBOLO

“Patagonia” è una storia di Tex uscita nel 2009 e pubblicata nel formato cosiddetto Texone, ovvero un albo gigante (in questo caso il nr. 23 della collana) che con cadenza annuale ospita storie di 240 pagine con protagonista il ranger di casa Bonelli. L’albo di Boselli e Frisenda, all’epoca della sua uscita, ha riscosso immediatamente un largo consenso di pubblico e critica, aggiudicandosi anche una menzione speciale nella categoria Miglior Fumetto durante l’assegnazione dei premi Micheluzzi al Napoli Comicon 2010.

LA STORIA

Patagonia Cover Frisenta

La copertina della versione regular ad opera di Pasquale Frisenda

Tex riceve una lettera da una sua vecchia conoscenza, il generale argentino Ricardo Mendoza. Nella missiva Mendoza chiede aiuto a Tex per accompagnarlo in una missione delicata: egli è stato infatti incaricato dal governo argentino di guidare una spedizione nel territorio degli indios delle pampas allo scopo di trattare il rilascio di un manipolo di prigionieri, e di punire i colpevoli di una sanguinosa scorreria. Accompagnato dal figlio Kit, Tex accetta la richiesta di Mendoza, sapendo che lo scopo ultimo della missione è la pace. La situazione si complica quando a spedizione inoltrata le direttive del governo cambiano: l’ordine non è più la pace, ma lo sterminio totale degli indiani della Patagonia. Il ranger si troverà ad affrontare delle scelte tutt’altro che scontate, in una situazione in cui il prezzo da pagare per stare dalla parte dei più deboli potrebbe essere decisamente alto.

patagonia1_bigIl racconto si distingue dalle più classiche storie di Tex per diversi motivi, in primis la bravura degli autori coinvolti, il dinamico e poliedrico Mauro Boselli e il talento puro di Pasquale Frisenda. La seconda peculiarità e l’ambientazione geografica. Come si può facilmente intuire dal titolo, la vicenda prende luogo in Argentina e in particolare nell’estesa regione steppica della Patagonia. Infine, le tinte drammatiche e quasi oscure della storia regalano all’albo un’atmosfera che raramente troviamo nella serie regolare: un Tex sempre fedele sé stesso e ai suoi ideali ma provato fisicamente ed emotivamente da una vicenda tragica, in cui prendere una posizione non è affatto semplice.

UNA NUOVA VESTE EDITORIALE

Patagonia Cover Palumbo

La copertina della versione variant ad opera di Giuseppe Palumbo

Per portare nelle edicole questo albo ci sono voluti tre anni di lavoro intenso di ricerca e documentazione. Un racconto magnifico che grazie a BAO Publishing potrà godere di una seconda, meritatissima, vita editoriale sugli scaffali di librerie e fumetterie. Un’edizione piena di extra, dietro le quinte, studi di ambientazioni, personaggi e sketch inediti. Un volume ricco di contenuti speciali che faranno la gioia di tutti gli amanti di Tex, ma non solo: nel lussuoso cartonato sono contenuti anche alcuni stralci della sceneggiatura originale e la prima versione del soggetto ad opera di Mauro Boselli. Una vera e propria occasione per dare uno sguardo da vicino alla realizzazione della storia.

patagonia5_big - Copia (2)Patagonia è un pezzo di storia del fumetto italiano, una lettura che va oltre gli stilemi del western e che è sicuramente in grado di farsi apprezzare anche da coloro che non “frequentano” il genere. Il motivo è semplice: in questo volume non ci sono sparatorie nei saloon e machismo gratuito, sempre che sia ammesso generalizzare e minimizzare a proposito di un filone storico e ricco come quello di cui stiamo trattando. In questa storia c’è tutta l’essenza di Tex, fusa e perfettamente amalgamata con una vicenda tragica che esalta lo spessore del personaggio e mette al centro del racconto le emozioni dell’animo umano.

In questo libro troverete il Cuore (con la C maiuscola), elemento che caratterizza da sempre il lavoro degli autori e della storica redazione di via Buonarroti, e tutta la cura, l’amore e l’attenzione verso il fumetto che fanno di BAO Publishing una delle migliori realtà editoriali del paese, come dimostrano il Premio Boscarato vinto al Treviso Comic Book Festival 2014, nonché l’incetta di Premi Gran Guinigi al Lucca Comics & Games 2014.

patagonia5_big

In conclusione, nel volume si respirano palpabili i sentimenti e il dramma di un massacro insensato, tutte le sfaccettature di Tex e il phatos della storia che hanno fatto di un “semplice” albo da edicola una pietra miliare del fumetto, riproposto in un’edizione lussuosa e completa, disponibile in versione regular con copertina disegnata da Pasquale Frisenda e in versione variant, a tiratura limitata, con cover realizzata da Giuseppe Palumbo. Lasciarselo scappare sarebbe davvero un peccato.



Tex. Patagonia

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 14 novembre 2014

    […] il nostro Speciale Patagonia (potete leggere la prima parte cliccando qui), un focus sulla storia e sui dietro le quinte della sua realizzazione in occasione della ristampa […]

  2. 13 maggio 2015

    […] Se anche voi volete saperne di più su questo graphic novel, vi ricordiamo che in Italia il volume è edito anche da Bao Publishing e ne abbiamo parlato qui. […]

  3. 28 maggio 2015

    […] durante l’incontro con il nostro Marcello Bertonazzi, che a Patagonia aveva dedicato anche un bellissimo Speciale. Pasquale, persona squisita, ci aveva anche proposto di continuare l’intervista per poterci […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.