C4 Classifica: Figli, gioie e dolori (anche nei comics!)

Baby_x_men_vs_avengers

Poteri incredibili, costumi sgargianti e pericoli mortali. Essere un bambino e vivere nel mondo dei supereroi non deve essere affatto cosa facile!

1. Franklin e Valeria Richards
In ambito fumettistico, se si pensa a una famiglia di supereroi, la prima che salta in mente è quella dei Fantastici Quattro. Fin dalle prime storie, Stan Lee ha sottolineato la differenza tra il suo super gruppo e gli altri. Se la Justice League o i Vendicatori sono “un’associazione” di supereroi, i Fantastici Quattro sono una famiglia, che ha il suo nucleo nella coppia Sue “la Donna Invisibile”  Storm e Reed “Mr. Fantastic” Richards. Come ogni coppia che si rispetti, i due coniugi hanno dei bambini. Il primogenito è Franklin, un bambino molto speciale. Franklin, infatti, non è altro che il risultato finale di un esperimento iniziato eoni fa dai Celestiali, intenti a ricreare un essere simile a loro. Il piccolo Franklin è un essere dai poteri incredibili, sono poche le cose che non potrebbe fare. Il guaio è che non ha il controllo totale delle sue capacità. Anni fa, vedendo i suoi genitori minacciati dal demone infernale Mephisto, ha sconfitto il quasi onnipotente signore degli inganni con un’occhiataccia. Quando Onslought stava per eliminare tutti i supereroi della Terra. il piccolo Franklin li salvò creando un Universo “tascabile”, tutto ciò lo fece inconsciamente! La secondogenita della Fantastica Famiglia è Valeria. La sua storia forse è ancora più pazzesca di quella del fratello. La “prima volta” in cui Valeria venne al mondo, la madre ebbe un aborto spontaneo causato dalle radiazioni cosmiche presenti nel corpo. Ancora una volta l’incredibile fratellino decise che le cose non dovevano andare così, salvò la sorella che dopo molte peripezie tornò sotto forma di feto nel grembo della madre. Dove la prima volta Reed fallì, questa volta il dott. Destino trionfa, infatti è lui a far nascere sana e salva la piccola Valeria, usando magia e scienza come solo lui sa fare. In cambio pretese sono di voler essere il padrino della bambina e di poterle dare il nome. In realtà fece molto di più, attuando un altro dei suoi piani per sconfiggere il quartetto ma questa è un’altra storia. La piccola Valeria non sembra avere poteri speciali come il fratello ma nonostante la giovane età è intelligentissima, a suo dire anche più intelligente del padre.

image from comicvine.com

image from comicvine.com

2. Lara-El
Nell’ormai classica saga DK2, sequel de The Dark Knight Returns, una delle più influenti e conosciute graphic novel scritta e disegnata da Frank Miller, Superman e Wonder Woman sono una coppia. Nell’attuale universo NEW 52 siamo abituati a vedere i due supereroi scambiarsi effusioni amorose ma quando Miller scriveva DK2, il kryptoniano era strettamente legato dal vincolo matrimoniale alla giornalista del Planet, Lois Lane. Quindi per i fan fu una grandissima sorpresa vederli insieme, oltretutto i due avevano una figlia: Lara-El. Un’adolescente con i poteri di un Kryptoniano e le capacità guerriere di un’amazzone. Lara ha tutti i poteri del padre ma le mancano totalmente il senso di il compassione e rispetto per gli umani, che per lei sono deboli e fragili. Lei riesce dove il padre aveva fallito, distrugge il regno di terrore creato da  Brainiac.

3. Damian “Robin” Wayne
Nonostante la sua giovane età il figlio di Bruce Wayne, il piccolo Damian, è uno degli assassini più pericolosi dei fumetti DC Comics . Non c’è da sorprendersi se si è il figlio di uno degli uomini più temuti al mondo (ragazzi Batman nei suoi giorni migliori riesce a tener testa anche a Superman!)  e della progenie del demone Talia Al Ghul, cioè la figlia del famigerato R’As Al Ghul, capo della Lega degli Assassini. Già in tenera età Damian è stato sottoposto a un addestramento sia fisico e che mentale al limite della sopportazione umana. Forgiandolo sia nello spirito che nel corpo. Nei panni di Robin ha combattuto al fianco del padre Batman in numerose battaglie, fino a perdere la vita affrontando la Lega degli Assassini del nonno. Ma come ben sa chi legge i comics, nessuna morte è per sempre!

image from DC comics

image from DC comics

4. Wiccan e Speed
Chi lo dice che le macchine non possono avere figli? Chiedete alla Visione, sintezoide creato dal perfido robot Ultron! Anni fa i due Vendicatori, Scarlet e Visione, erano sposati e si erano ritirati a vita privata. Come ogni coppia che si rispetti, dopo pochi mesi dalle nozze, Wanda rimase incinta. La cosa sconcertante è che nessuno si chiese come fosse possibile che un robot fecondasse una persona ma questi son dettagli. Dopo i fatidici nove mesi, vennero al mondo una coppia di gemelli: Tommy e Billy. I bambini sembravano normali ma in realtà erano dei frammenti dell’anima di Mephisto (che paura!), che la strega mutante aveva utilizzato per creare dal nulla i due pargoli! Il demone si riprese le sue parti dell’anima mancanti e i bambini scomparvero nel nulla causando un tracollo emotivo della madre. Anni dopo, lo shock della perdita causò la distruzione da parte sua dei Vendicatori. Inaspettatamente i gemelli comparvero nel nuovo gruppo di eroi i Giovani Vendicatori, nei panni di Wiccan e Speed. Entrambi i ragazzi hanno ereditato i poteri della famiglia Maximoff, il primo, infatti, ha la capacità di lanciare incantesimi, proprio come la madre e il secondo è un velocista, come lo zio. Un appunto per i più attenti: l’anima del demone Mephisto era stata fatta a pezzi da Franklin, il primogenito di Mr. Fantastic e la Donna Invisibile, come spiegato poco fa.

5. Daken
Non è affatto facile essere il figlio di Wolverine! Chiedetelo a Daken! Quando la madre rimase incinta del mutante artigliato, lei seguì il destino della maggioranza delle donne di Wolverine, cioè è stata assassinata. Qualcuno però tolse il feto dal corpo della madre morente e grazie agli sbalorditivi poteri di guarigione ereditati dal padre, il neonato sopravvisse. Cresciuto odiando Logan, accusato di aver abbandonato a morte certa la propria madre, Daken è letale quanto Wolverine se non di più! Come il padre, può guarire da ferite mortali ma l’abilità di  Daken è meno efficace, tant’è che è stato proprio il padre ad ucciderlo annegandolo. Anche lui è fornito di artigli retrattili sul dorso della mano e per vendicarsi dal padre ne ha aggiunto un altro sul polso, forgiato con il metallo della spada di Muramasa, capace di uccidere anche chi possiede il fattore di guarigione. Inoltre ha il potere di secernere feromoni che alterano lo stato d’animo delle persone, questa mutazione, unita alla sua arguta intelligenza lo rendono un fenomenale manipolatore di persone. Come avrete intuito il rapporto tra padre e figlio non è dei migliori. La cosa non è migliorata dopo la morte e conseguente resurrezione di Daken.

6. Spider-Girl
May, Mayday per gli amici, Parker è la figlia di Peter Parker, l’amichevole Uomo Ragno di quartiere e l’ex top model Mary Jane. Nelle storia storia ufficiale May morì alla nascita ma non è così nell’universo alternativo MC2, in cui Mary Jane non ha un aborto e la piccola May ha la possibilità di cresce sana e felice con i propri genitori. Dopo aver sconfitto Goblin, Peter si ritira a vita privata appendendo il costume di Spider-Man al chiodo e divenendo papà e marito full-time. Per molti anni la famiglia Parker ha potuto vivere una vita “normale” fino al quindicesimo anno di età di May, quando la teen ager manifesta improvvisamente i poteri ragneschi ereditati dal padre. Dopo molte discussioni con i genitori, May veste i panni dell’Uomo Ragno ma non il costume del padre bensì quello dello “zio” Ben Reilly. Dal quale eredita anche i lancia-ragnatele, che a differenza di quelli di Peter sono esterni al costume e ben visibili intorno a polsi. I poteri di Spider-Girl sono molto simili a quelli del padre. Possiede forza e agilità potenziate, ha il senso di ragno che l’avverte dei pericoli e soprattutto può arrampicarsi sulle pareti. Questo potere si differenzia un po’ da quello di Spidey, lei infatti oltre che aderire può anche repellere gli oggetti dalle mani come un magnete con cariche uguali.

7. I figli di Hulk
Bruce Banner con il suo alter ego Hulk è uno degli eroi Marvel più prolifici, sono infatti, almeno tre i figli accertati del gigante di giada, più una di cui non si ha la sicurezza. Il figlio che più somiglia al padre è senza ombra di dubbio Skaar, nato dall’unione di Hulk e Caiera, una guerriera conosciuta sul lontano pianeta Sakara. Hulk era stato esiliato in questo luogo dagli Illuminati, un gruppo di supereroi che include molti “amici” di Bruce Banner. Come il padre, Skaar è un gigante dal colore verde con forza e resistenza sovrumani. Tanto per cambiare anche Skaar odia il padre e decide di partire per la Terra con l’intenzione di ucciderlo. Fortuna che i due si appacificano e iniziano un particolare rapporto padre – figlio. Skaar ha un fratello gemello, Hiro-Kala. Se il primo era più simile ad Hulk, Hiro ha preso dalla madre. È molto più piccolo e gracile ma ereditando l’Antico Potere, è capace di assorbire energia da un pianeta amplificando la propria forza e resistenza, inoltre può generare dei forti colpi d’energia. Fortuna che c’è anche un fiocco rosa nella Hulk Family, la “bambina” si chiama Lyra, anche se spesso si fa chiamare She Hulk. La genesi di Lyra è più che particolare. Sua madre proviene da un futuro distorto in cui la popolazione maschile e femminile sono in eterna lotta. Le donne stanno vincendo la guerra ma hanno bisogno di una leader potente, che sferri il colpo di grazia. Così la guerriera Thundra intraprende un viaggio nel tempo alla ricerca dell’uomo più forte nella nostra epoca. Indovinate un po’ chi ha scelto? Il frutto dell’unione dei due è appunto Lyra. Come Hulk, lei è di colore verde e possiede i poteri del padre, al contrario di quest’ultimo però la sua forza non aumenta con la rabbia ma anzi, diminuisce con le forti emozioni. Per questo motivo Lyra deve essere sempre concertata in combattimento e non lasciarsi mai andare. In ultimo abbiamo Carmilla Black alias Scorpion, di madre certa, la ricercatrice dell’AIM Monica Rapaccini e di padre incerto. C’è chi dice che anche lei sia la figlia di Banner  ma personalmente non noto una grossa somiglianza. Carmilla è stata modificata geneticamente dalla madre per servire l’Hydra come agente super umano, fortuna che poi la piccola assassina ha deciso di servire la giusta causa unendosi allo SHIELD.

8. Scarlet, Quicksilver e Polaris
Erik Lehnsherr, il capo della liberazione armata mutante più conosciuto con il nome di Magneto, oltre a guidare il proprio popolo verso un futuro migliore è stato un grande amatore. Tant’è che ci sono tre mutanti che si possono fregiare del titolo di essere i figli dell’ex terrorista. I più famosi sono i fratelli Wanda  ” Scarlet Witch” e Pietro “Quicksilver” Maximoff” . I due hanno iniziato la loro carriera nei comics Marvel nei panni della Confraternita dei Mutanti Malvagi ma poi sono passati velocemente (molto velocemente visto che stiamo parlando di Quicksilver) nei ranghi degli Avengers. I due godranno ben presto del successo delle masse, visto che saranno co-protagonisti del sequel del film dei Vendicatori, Avengers: Age of Ultron. Quicksilver,come suggerisce il nome è un velocista, il suo potere speciale è il suo caratteraccio.  Poi abbiamo Wanda, che è forse la mutante più potente e pericolosa in giro. Ha il controllo sul campo probabilistico, significa che può far accadere coso poco probabili con la forza del pensiero!  Infine c’è la figlia che più somiglia al padre, Lorna Dane, nome in codice Polaris, ha gli stessi poteri magnetici di Erik, inoltre la sua mutazione le fa crescere i capelli verdi! (Vi assicuro che Hulk non centra nulla questa volta!)

9. Magni
Alzino la mano tutti quello che sapevano che Thor aveva un figlio! In un non molto lontano futuro immaginato dal veterano sceneggiatore di comics Dan Jurgens, Thor è il sovrano di Asgard e Midgard (la nostra Terra), la sua fedele compagna e sposa è Amora l’Incantatrice e insieme hanno un figlio: Magni. Il giovane dio asgardiano è molto più simile al padre di quanto il padre ormai anziano ami ammettere! E proprio come succedeva tra Odino e Thor, tra i due nasce una forte discordia. L’anziano dio del tuono comanda i due mondi con il pugno di ferro, ha sconfitto e ucciso quasi tutti gli eroi che gli si sono opposti, mentre molti altri si sono ritirati a vita privata. Magni non accetta questa condizione e inizia una lotta contro il regno del padre.

10. Cable
Battezzato con il nome Nathan Cristopher Charles Summer, Cable nasce dall’unione del famoso X-Man, Ciclope e il clone di Jean Grey, Madelyne Pryor.  Ancora in fasce, il piccolo è infettato dal malvagio mutante Apocalisse con un virus tecnoroganico. L’unico modo per salvare il neonato è mandarlo in un futuro lontano, in cui è possibile curare questa infezione. Dopo alcuni anni Nathan torna indietro nel tempo per conoscere suo padre ma ormai non è più un bambino, anzi è addirittura più vecchio di Ciclope. Ora si fa chiamare Cable ed è un soldato indurito da innumerevoli battaglie e ha una missione: fermare Apocalisse nel (suo) passato, per evitare il futuro devastato dal quale proviene. Cable ha ereditato i poteri delle madre, possiede la telecinesi e la telepatia, è un esperto di armi da fuoco ed è un ottimo comandante in campo.

cable

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.