Rat-Man: Leo Ortolani annuncia la chiusura della serie

Rat-manRat-Man, lo strampalato supereroe con le orecchie da topo partorito dal genio umoristico di Leo Ortolani, sta per compiere 25 anni di carriera nel mondo del fumetto, e il suo autore annuncia la chiusura della serie in una videointervista rilasciata a La Stampa. Questo personaggio, nato come parodia del genere supereroistico americano,  nel corso della sua storia editoriale ha saputo reincarnarsi in nuove forme e generi, fino ad avere vita autonoma e una sua continuity.

Leo Ortolani firma gli albi ai fanLeo Ortolani nel ’97 aveva dichiarato che la serie avrebbe chiuso con il numero 100, ma “era più che altro un augurio per riuscire ad arrivare al numero cento”, come afferma al microfono del giornalista Guido Tiberga, “e comunque c’era sempre, fin dall’epoca, l’intenzione di chiudere la serie perchè non mi piacciono […] le serie che vanno avanti per decenni”.

Sto proprio lavorando alle storie finali. Sto cercando di creare questa enorme chiusura finale che sarà un lavoro abbastanza impegnativo. […] Non so con che numero preciso finirà. […] Avevo programmato un certo numero di albi, ma ho già sforato.”

Dunque sarà un lungo addio quello di Rat-Man ma, stando alle parole del suo padre creativo, non sarà definitivo.

Non lo perderò di vista, comunque, ci sarà modo di fare altre storie con lui protagonista, come le parodie, ad esempio […] Star Rats, quella su Guerre Stellari, dove c’è sempre un Rat-Man come protagonista: grazie alla Disney avrò modo di andare avanti almeno per altri tre numeri! E comunque sia, sono personaggi che periodicamente si possono portare fuori (quando si ha qualcosa da dire, altrimenti bisogna star zitti).”

Fonte: lastampa.it

Walter "Terzo di Due" Santarelli

Astrologo esordiente, sensitivo a giorni alterni ed esploratore della quinta dimensione (orari pasti). Il mio motto è "Sapor Arepo Tenet Opera Rotas" che in latino vuol dire tutto e non vuol dire nulla.

Potrebbero interessarti anche...