Maus: la censura russa vieta il graphic novel di Art Spiegelman

Spiegelman

È di questi giorni la sorprendente notizia del divieto di Maus in Russia. Il graphic novel è stato ritirato dalla vendita nel rispetto della nuova legge, che vieta la propaganda nazista. Il libro è finito nel mirino della censura a causa della presenza di una svastica sulla sua copertina.

mausMaus è un romanzo grafico di denuncia, che narra le vicende del padre dell’autore, Vladek Spiegelman, e di come sia sopravvissuto all’olocausto orchestrato dai nazisti nella prima metà del ‘900 in Polonia. La storia è affrontata in maniera allegorica e vede gli ebrei raffigurati come topi, i tedeschi come gatti e i polacchi come maiali. Il modo in cui i temi sono trattati e l’effettiva bellezza del graphic novel hanno valso il premio Pulitzer del ’92 a Spiegelman, che in merito alla vicenda dichiara al Guardian:

È il preludio di qualcosa di più sinistro

E aggiunge

Ovviamente non penso che Maus fosse il taget di questa legge, ma penso che [la legge] abbia l’intenzionale scopo di schiacciare la libertà di espressione in Russia. Il fine ultimo è quello di ridimensionare chiunque abbia la possibilità di esprimere un libero parere.

Fonte: Ansa

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...