C4 Classifica: Chi è degno del potere di Thor?

 

Chi è degno del potere di Thor (4)

 

Chiunque impugnerà questo Martello, se ne sarà degno, avrà il potere di… THOR!

 

thorThor ha perduto la facoltà di impugnare il Mjolnir alla fine di Original Sin, ora chi sarà il degno successore, che potrà sollevare il magico martello di Uru? Forse troveremo qualche risposta nella nuova serie All Marvel NOW! dedicata al Tonante. Di notizie da oltreoceano ne sono arrivate molte, ma anche la copertina del fumetto ci fornisce un ‘”indizio” schiacciante: il nuovo Thor è donna! Ma sulla vera identità dell’eroina non si sa molto ancora.

Nel corso della lunga carriera fumettistica del dio scandinavo, non sono stati pochi coloro capaci a sollevare e usare il mistico martello. Ma chi ne è realmente degno? Nella nostra C4 Classifica andiamo a scoprire chi è il più degno del potere di Thor!

Attenzione: l’articolo potrebbe contenere eventuali spoiler del film: Avengers: Age of Ultron.

10. Tempesta
Le macchinazioni di Loki finiscono sempre per ritorcerglisi contro, come quella volta, che tentando di mettere Hulk contro il fratello Thor, creò i Vendicatori o di quella volta che mise la mutante Tempesta contro il Tonate, per poi scoprire che anche lei è degna del potere di Mjolnir. Ma andiamo per ordine: molti anni fa Loki attira i Nuovi Mutanti ad Asgard, in quell’occasione fornisce a Ororo un martello molto simile al Mjolnir e controllandola mentalmente la manda contro Thor. Il piano del Dio degli inganni fallisce. Molti anni dopo Tempesta ritrova il martello creato da Loki; impugnandolo ricade sotto il suo controllo, ma questa volta riesce a controllarsi e, afferrando il vero martello di Thor, distrugge l’arma che la controllava.

Chi è degno del potere di Thor (8)

9. La Visione
Secondo avviso per tutti coloro che non hanno ancora visto Avengers: Age of Ultron: attenzione, spoiler in arrivo. Nei comics la Visione è un pluridecorato Vendicatore, che affianco ai suoi compagni ha vissuto innumerevoli battaglie. Ma nella realtà del cinecomic la Visione ancora non esiste, o meglio: nascerà proprio nel secondo capitolo del film sugli Avengers. Fin qui nulla da dire. Le novità sorgono quando l’androide entra i possesso di una gemma dell’infinito, per la precisione quella della mente, e soprattutto quando a sorpresa di chiunque si trovi davanti allo schermo, solleva senza tanti problemi il mistico martello di Thor! Ora, se volessimo analizzare la vicenda nei panni di un nerd, vi spiegherei che l’incantesimo di Odino non funziona sulle intelligenze artificiali, infatti sono molti gli androidi che possono sollevare il Mjolnir, tra cui ricordiamo Andy l’androide, Air Walker e Beta Ray Bill. Se invece, vogliamo adottare un approccio più semplice, direi che l’anima pura e fondamentalmente buona del neonato androide è degna di sollevare il martello di Thor.

Chi è degno del potere di Thor (6)

8. Magni
In un futuro divergente Thor è il re di Asgard e di tutta Midgard (la Terra, per chi ancora non lo sapesse!). Per “appacificare” i terrestri il dio del tuono si è macchiato di peccati che l’hanno reso indegno di possedere ancora il Mjolnir. Ma non è tutto perduto, alcuni supereroi sono sopravvissuti alla guerra e sono passati alla resistenza. Il loro piano finale è quello di reclutare il figlio di Thor per usarlo contro il padre. Magni è il primogenito del re Thor e della regina Amora l’Incantatrice, e ha passato la sua vita godendosi il suo status di principe dei due regni. Fino a quando non è contattato da Scarlet, che gli svela l’ubicazione del mitico martello, una volta appartenuto al padre. Buon sangue non mente e infatti anche Magni è degno di alzare da terra la potente arma, ma come la userà?

7. Red Norvell
Il destino degli dèi Vichinghi è scritto: il Ragnarok, ovvero la nostra Apocalisse, vedrà contrapposte le forze dell’ordine e del caos e nella battaglia finale moriranno moltissimi dèi. Ma quella che sembra la fine è solamente l’inizio di una nuova generazione di divinità e guerrieri, che ancora una volta si ergeranno in difesa dell’ordine cosmico. Così Odino, come farebbe ogni buon padre premuroso, decide di salvare la pelle al figlio Thor, destinato a morire con gli altri guerrieri durante il Ragnarok. Per fare ciò designa un nuovo dio del tuono e il “fortunato” scelto per interpretare tale ruolo è un terrestre: Red Norvell, un membro del personale che stava girando un documentario. Odino gli consegna il martello di Thor, al momento assente perché creduto morto, e così facendo diviene ufficialmente il nuovo dio del tuono. Gli anni passano e il Ragnarok si fa aspettare (almeno quello definitivo, anche perché di saghe chiamate con tale nome ce sono state almeno una dozzina), il vero Thor è nel frattempo tornato reclamando il proprio martello per sé. Odino decide comunque di premiare Red e crea un nuovo martello per il coraggioso cameraman.

RedNorvell_Head

6. Wonder Woman
Nell’ormai classico cross over degli anni ’90 tra le due major americane, DC vs Marvel , i più famosi supereroi delle rispettive case editrici si scontrano in un torneo, che alla fine prevede un solo vincitore; uno dei duelli vede Tempesta degli X-Men contrapporsi a Wonder Woman. Durante lo scontro, il mistico martello di Thor cade ai piedi dell’amazzone, lei lo raccoglie trasformandosi immediatamente in una divinità del tuono. Ma il senso della giustizia e dell’onore sono così presenti in Wonder Woman, che sceglie di liberarsi del Mjolnir e di affrontare la mutante senza l’arma che le avrebbe assicurato la vittoria. Purtroppo questa decisione, seppur nobile, le fa perdere lo scontro.

5. Throg
In una mitica storia degli anni 90, Thor cade sotto l’incantesimo di Loki che lo trasforma in un ranocchio. Il dio del tuono ovviamente non si dà per vinto e, dopo aver portato in guerra gli anfibi di Central Park contro dei ratti malvagi, riesce a tornare umano, o meglio, divino. Nel clangore della battaglia, una piccola scheggia del Mjolinir cade a terra ed è trovata da uno dei ranocchi che hanno accompagnato Thor in guerra. Sollevando la scheggia da terra il ranocchio si trasforma in Throg, la rana del tuono, e diviene il protettore della sua comunità.

Throg

4. Capitan America
Steve Rogers è uno dei più vecchi e leali compagni d’armi di Thor ed è l’unico mortale da cui il dio si fa dare gli ordini! Quindi sembra piuttosto normale che anche lui sia degno del potere del dio del tuono. Abbiamo visto nel film Avengers: Age of Ultron come riesce a spostare, seppur di pochi centimetri, il magico artefatto, ma nei comics fa ben di più. Nella saga Fear Itself, gli eroi della Terra sono chiamati a combattere il fratello malvagio di Odino. Le forze del male hanno inizialmente la meglio, tutto sembra essere perduto: Thor giace a terra ferito e senza il suo martello, che cade ai piedi di Capitan America. Il soldato di mille battaglie afferra l’arma, volgendo presto le sorti del conflitto a suo favore.

Chi è degno del potere di Thor (2)

3. Thunderstrike
Quando Thor si è trovato in pericolo di vita, è stato il suo amico Eric Masterson a raccogliere dal terreno il martello di Uru per salvargli la vita. Il semplice gesto di poter impugnare l’arma suggerisce che il modesto architetto di New York fosse degno del potere di Thor. Durante lo scontro però, rimane mortalmente ferito e Thor, per ricompensare il suo sacrificio chiede a Odino di salvargli la vita. Il padre degli dei decide quindi di fonderli: due anime in un solo corpo. Ben presto le due personalità entrano in conflitto, ma il problema si risolve velocemente quando, sempre Odino, bandisce Thor per il presunto omicidio (o forse dèicidio?) di Loki. Per circa due anni Eric Masterson è stato Thor, ma alla fine il vero dio torna inevitabilmente a reclamare il suo posto. Tuttavia, il valore guadagnatosi in battaglia accanto ai suoi amici Avengers gli è valso il dono di una nuova arma simile al Mjolnir, ma questa volta Odino forgia una mazza, Thunderstrike. Eric continua le sue avventure nel mondo dei supereroi con il nuovo nome da battaglia Thunderstrike, per l’appunto, fino a quando perde la vita nello scontro con il malvagio di turno.

Thor_Thunderstrike

2. Superman
Vedere l’ultimo figlio di Krypton armato dello scudo di Capitan America e del martello di Thor è un vero e proprio regalo, che gli autori di JLA/Avengers hanno voluto fare ai fan dei comics di ogni età. Ma come si è arrivati a questa scena? Il malvagio Krona, essere di un’antichissima razza di alieni che si fa chiamare i Guardiani dell’Universo, vuole scoprire il mistero dietro la creazione dell’Universo. Per fare ciò decide che il modo migliore è di distruggerne il più possibile e osservarne la morte. Quando giunge nell’Universo popolato dagli eroi Marvel, incontra il Gran Maestro, un essere altrettanto antico con la passione del gioco d’azzardo. Con l’intento di salvare la propria “casa”, propone a Krona un gioco: scegliere dei campioni da entrambi i loro universi e farli scontrare. Il premio in palio per Krona è la possibilità di conoscere Galactus, l’unico individuo che è stato testimone della distruzione di un universo e la conseguente rinascita di uno nuovo. Come spesso accade nelle storie di supereroi, quelli che inizialmente si combattono, poi uniscono le forse contro il nemico comune. Così, dopo un estenuante scontro degli Avengers e JLA uniti contro Krona e le sue armate, l’unico a rimanere ancora in piedi è Superman, equipaggiato con l’indistruttibile scudo di Cap e soprattutto con il Mjolnir: chi altri, se non il primo supereroe della storia può essere degno del potere di Thor?

Chi è degno del potere di Thor (7)

1. Beta Ray Bill
Beta Ray Bill è, tra tutti quelli presenti in questa lista, il più degno di possedere il potere di Thor. Questo non è un mio parere, ma è il volere di Odino in persona! Beta Ray Bill è un essere artificiale creato da un popolo alieno morente, per proteggersi e per cercare una nuova casa. Nel viaggio alla ricerca di una nuova dimora per i suoi creatori, Bill incontra e si scontra con Thor. Durante la battaglia Bill impugna e solleva il martello e proprio in quel momento è catapultato ad Asgard al cospetto del Padre di Tutti. Odino chiede all’alieno per quale motivo possedesse l’arma del figlio. Quando la risposta fu che se lo era guadagnato in un duello leale, il signore di Asgard crea un nuovo martello dagli stessi poteri del Mjolnir e lo dona a Bill. Di certo non poteva lasciare Thor senza la sua arma.

Chi è degno del potere di Thor (9)

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...