BAO Boutique 3.0: Incontro con David B.

Anche il quinto evento in programma alla BAO Boutique, il temporary store di BAO Publishing, si è concluso. Siamo quindi esattamente a metà strada di questa bellissima maratona di incontri con autori, disegnatori, poeti e sognatori della nona arte. E proprio di sogni, o meglio della cifra onirica ed evocativa contenuta nella narrazione, si è parlato ieri durante l’incontro con David Beauchard, meglio noto come David B., uno dei grandi nomi del fumetto francese presente sin dall’inizio nel catalogo della casa editrice milanese.

La vetrina della Boutique è pronta ad accogliere David B.!

La vetrina della Boutique è pronta ad accogliere David B.!

Come al solito mi reco alla Boutique in anticipo, c’è sempre il tempo di fare due chiacchiere prima dell’evento con i ragazzi della redazione e di curiosare tra gli scaffali e negli scatoloni! No, non mi sono dato all’accattonaggio, tranquilli, sto parlando piuttosto di ReCLIFFable, l’iniziativa BAO che mette a disposizione dei clienti le copie fallate dei libri in catalogo al 50% di Recliffablesconto. Un’ottima occasione per risparmiare e portare a casa dei volumi che, a parte qualche ammaccatura o difetto, sono perfettamente leggibili.

Alle 18.30 in punto comincia l’incontro e presentato da Michele Foschini, David inizia a parlare del suo prossimo libro, intitolato “Hasib e la Regina dei Serpenti”. Una storia tratta da “Le mille e una notte” e che affonda le sue radici nell’infanzia dell’artista. David racconta infatti che quando era bambino, a casa dei nonni c’era una copia de “Le mille e una notte”, libro che amava leggere insieme alla madre. Le spaventose illustrazioni e le fiabe esotiche contenute in quelle pagine sono rimaste così impresse nell’immaginario dell’autore al punto da spingerlo a decidere di tornare ad abitare quei luoghi della fantasia nel suo prossimo graphic novel. Le mille e una notte fa della narrazione concentrica una delle sue caratteristiche principali e la storia scritta da David non fa eccezione: le avventure del protagonista si perdono all’interno dei racconti che gli altri personaggi fanno a loro volta e il risultato è una sorta di irresistibile meccanismo di scatole cinesi. Il titolo uscirà in Francia in due volumi, ma all’incontro di ieri BAO Publishing ha annunciato che pubblicherà il tutto in un’unica edizione, una storia lunga 112 pagine, scritta, disegnata e colorata dallo stesso David.

Per gli oscuri sentieri - banner

Per gli Oscuri Sentieri - CoverNel corso della serata si è parlato anche dei due titoli dell’autore già presenti nel catalogo BAO. Tra le pagine di Per gli Oscuri Sentieri il lettore si trova a vivere, attraverso gli occhi di due innamorati, le vicende storiche dell’Italia del primo dopoguerra: i moti dannunziani, la presa di Fiume e una sorta di comune dadaista, sono gli ingredienti di questo imperdibile volume, il tutto condito dal tocco magico e surreale con cui l’autore è in grado di filtrare le proprie storie e renderle uniche. Ho chiesto a David per quale motivo abbia scelto di ambientare un suo libro proprio in quel momento storico e l’artista francese racconta che tutto è nato (ancora una volta) da un libro in cui si è imbattuto, intitolato “Le Case dei Geni”, le cui fotografie mostravano le case di alcuni grandi personaggi storici, tra cui quella di Gabriele d’Annunzio. Le atmosfere di quelle foto, unite al fascino della figura magnetica del poeta decadentista, hanno portato David a volere approfondire Il Re Rosa - Coverl’argomento. Ma (e mi si perdoni l’allitterazione) da d’Annunzio alla presa di Fiume, il passo è breve. Si tratta infatti di una vicenda storica che – spiega David – in Francia non è particolarmente conosciuta, qualcosa che egli ha quindi voluto raccontare ai suoi lettori in un volume che accosta un accuratissimo lavoro di ricerca storica alla componente evocativa e onirica propria della cifra narrativa dell’autore francese. Resta il tempo per un’ultima domanda: chiedo a David da dove abbia preso l’ispirazione per i meravigliosi scheletri stilizzati de Il Re Rosa (secondo titolo del fumettista francese presente nel catalogo BAO). La risposta è semplice, dal medioevo! L’artista racconta infatti che per trovare una rappresentazione semplificata dello scheletro umano, che permettesse di mantenere la componente orrorifica del soggetto, si è ispirato agli scheletri danzanti (la famosa Danse Macabre) che hanno iniziato a essere raffigurati a partire dal tardo medioevo, si dice in relazione alle epidemie di peste che piegarono l’Europa in quegli anni.

Dediche: l'artista francese all'opera!

Dediche: l’artista francese all’opera!

Inquietante, vero? Potrebbe sembrare, ma l’atmosfera alla Boutique è tutto meno che spaventosa, l’autore francese trasmette calma, serenità e mentre si racconta in un italiano fluente e impeccabile, i suoi occhi emanano una gentilezza contagiosa e benefica e sembrano quasi voler ricordare che ogni tanto fa bene fermarsi, concedersi un momento per sé e per apprezzare le persone e il mondo che ci circondano. Una gentilezza a cui forse non si è più abituati o che troppo spesso si tende a dimenticare. Quella con l’artista francese è stata un’altra bellissima serata, necessaria per sfuggire per qualche ora dal caos cittadino e del vortice di impegni quotidiano. Prima di lasciarvi al video che mostra David B. all’opera mentre dedica le copie dei suoi volumi (e firma le bellissime plate numerate in omaggio a chi acquistava un libro), vi ricordo che il prossimo evento in programma è l’incontro con Alberto Madrigal che presenta il suo nuovo graphic novel intitolato “Va Tutto Bene”. L’appuntamento è per sabato 20 alle h17, sempre alla BAO Boutique in via Vigevano, 11. Noi di C4 Comic ci saremo e vi racconteremo tutto, promesso!

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.