Monster Allergy: Barbara Canepa rivela “Il finale sarà una sorpresa alla Harry Potter”

monster allergy coverIn occasione del count down iniziato per la pubblicazioni dei volumi Tunuè che conterranno anche il tanto atteso numero trenta, la casa editrice ha deciso di intervistare personalmente tutti gli autori della serie. Dopo la sceneggiatrice Katja Centomo, ora è la colorista Barbara Canepa a darci la sua opinione sul progetto.

L’autrice è molto contenta di ricominciare questa avventura e di ritrovare amici e colleghi che aveva perso di vista con il tempo. È importante far sognare le persone, dice, e questo progetto le dà l’opportunità di farlo.

La prima notizia importante che dà in questa intervista è che nel 30° volume lo stile del fumetto cambierà, come è giusto che succeda con il passare del tempo e anche per il colore saranno apportati dei cambiamenti: sarà più funzionale e più pop. Barbara Canepa, come Katja Centomo, afferma che i personaggi della serie sono stati creati tutti con naturalezza e semplicità, ma che, per lei, la vera pecora nera di tutto il progetto è stato ideare e realizzare la città sospesa, Bibbur-Si.

La difficoltà più grande, però, ci assicura, è stata gestire tutto il team creativo insieme a Katja Centomo Alessandro Barbucci e Francesco Artibani e produrre quella grossa quantità di pagine ogni mese, mantenendo alta la qualità. Anche se lei e Alessandro Barbucci non realizzavano personalmente tutte le tavole dovevano comunque supervisionarle, correggerle e dove non andavano, rifarle. Oltre a tutto ciò, si occupavano sempre personalmente della creazione di tutti i nuovi personaggi, dalla forma alle scelte cromatiche, che, per i mostri, si ispiravano ai colori di serpenti e salamandre.

L’autrice rivela poi alcune fonti di ispirazione per il fumetto: 

la casa di Zick, in parte è ispirata alla mia vecchia casa di quando ero bambina, Il quartiere è un tipico quartiere di S. Francisco. La scuola è un misto della vecchia scuola di Alessandro e un liceo di Genova (che avevamo già messo in WITCH). La mamma di Zick in effetti è un po’ Katja Centomo e ora che ci penso il papà è Francesco Artibani!

Sul finale della serie non si sbilancia neanche lei, ma ci lascia con una frase sibillina:

 Sarà una sorpresa!! Alla Harry Potter (chi vuol capire capisca).

Questo significa che è prevista qualche inaspettata resurrezione?

Fonte: Tunuè.

Beatrice Spezzacatena

Sono una studentessa di giurisprudenza che ama il giornalismo e i fumetti. Ho iniziato da piccola con Topolino, ho divorato tutte le altre uscite della Disney (Da Monster Allergy a X Mickey) e non mi sono più fermata. La curiosità è un mio brutto vizio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.