Leo Ortolani: Dopo Rat-Man una collaborazione con Zerocalcare per Bonelli

rat-man 108

Dopo oltre venti anni di onorata carriera, Rat-Man si avvia alla conclusione. O almeno nella forma seriale che dal 1997 occupa stabilmente nelle pubblicazioni Panini Comics.

Leo Ortolani, infatti, in una recente intervista ha dichiarato che il tempo delle storie del suo personaggio è quasi concluso, anche se una data precisa per l’ultima pubblicazione non è stata ancora fissata. Il giusto spazio per chiudere e dispiegare tutte le linee narrative e poi non vedremo più le avventure di Deboroh La Roccia.

Ortolani continuerà comunque ad occuparsi a 360° del mondo fumetto, attraverso le sue recensioni e un graphic novel di prossima uscita.
Il futuro professionale del fumettista pisano lo vedrà impegnato in una interessante collaborazione con Zerocalcare, Giacomo “Keison” Bevilacqua, Tito Faraci con le matite di Silvia Ziche per un progetto sulle diverse interpretazioni di Groucho, storico assistente di Dylan Dog. Singole storie da 32 pagine per ogni artista, contenute in un albo per Sergio Bonelli Editore.

Fonte: LaRepubblica

Francesco Trione

Laureato con lode in Scienze Politiche, Mediatore Culturale e...blablabla...grande appassionato di fumetti, cinema, narrativa, illustrazione e dell'arte in ogni sua forma.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Fabrizio ha detto:

    Anche se è nato a Pisa…. non è mai stato toscano….

    • Francesco Trione ha detto:

      Ciao, Fabrizio. Ortolani è nato a Pisa e ha origini pisane. Malgrado gli spostamenti che un individuo può fare durante la sua vita per motivi familiari e/o di lavoro, sarà legato al luogo d’origine.
      Quindi, Ortolani anche se parmense d’adozione (se vogliamo così), è originario della Toscana.

  1. 12 agosto 2015

    […] comunicato che Leo Ortolani sarà presente a Lucca Comics & Games 2015 e che ha in programma un progetto insieme a Zerocalcare e altri autori per Sergio Bonelli […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.