Habka: Il primo manga “made in Libia”

Da ormai qualche thabka 1empo la Libia sta vivendo un momento di grave crisi politico-sociale che ha portato il Paese ad avere due distinti governi sempre in contrasto fra loro. Malgrado ciò si stanno sviluppando vari progetti dedicati al miglioramento, tra i quali vi è Habka, il primo manga libico.

Esso non si prefigge di essere solamente un’opera ludica, ma al contrario, desidera porre l’accento su tematiche sociali strettamente legate al presente libico attraverso una leggera comicità, capace di raggiungere ogni fascia d’età.

habka autoriQuesto era lo scopo dei due autori del progetto, Tawfik Bensaud e Sami Elkwafi, due giovani fumettisti che non hanno potuto assistere alla realizzazione del loro sogno poiché tragicamente uccisi dagli estremisti libici pochi giorni prima del lancio del fumetto. Malgrado ciò, tre loro amici (Noureldin Elhonie, Mansor Duffani e Ahmed Al-Sharif) hanno portato a termine l’opera procedendo alla pubblicazione e alla distribuzione del manga a Tripoli e Bengasi.

Di recente è stato anche realizzato un workshop per giovani sotto i 27 anni, il cui scopo era ricercare collaboratori per il fumetto e formare un team che lavori in piena libertà artistica e nel segno della lotta alla violenza, al razzismo e al disprezzo dei credo religiosi altrui, così da seguitare il buon riscontro avuto dal volume.
Habka si propone quindi di portare avanti una piccola rivoluzione culturale passando per i giovani, gli unici in grado di cambiare il volto del Paese.

Fonte e immagini: Alaraby.co.uk

Francesco Marchi

Newser in prova

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.