Hugo Awards: “Ms. Marvel” e “Guardiani della Galassia” vincono tra le polemiche

L’edizione 2015 degli Hugo Awards verrà probabilmente ricordata come la più tempestata di polemiche della sua storia. Infatti il premio, nato nel 1953 e assegnato ogni anno alle migliori pubblicazioni fantascientifiche e fantasy, ha vissuto quest’anno la sua edizione più controversa, alimentata inoltre da un insolito record.

Il riconoscimento, conquistato in passato da autori di spicco come Isaac Asimov, Philip K. DickNeil Gaiman e George Lucas, ha visto rimanere ben cinque statuette senza vincitore, un evento che la direzione del premio ha giustificato asserendo che “cinque” equivale al numero di premi rimasti vacanti nel corso degli anni, una motivazione tutt’altro che convincente.guardians-of-the-galaxy

Altro aspetto fortemente dibattuto è stato l’anomalo clima percepito intorno alle nomination e alle conseguenti votazioni, che tuttora rimangono sotto una pesante bufera, ritenute veicolate dalla decisa imposizione dei Sad/Rabid Puppies, due gruppi contrari alla prevalenza di temi sociali all’interno dei testi fantascientifici, desiderosi di ritrovare la spensieratezza scomparsa da quelle specifiche opere.Ms. Marvel

Tuttavia, questo sarà ricordato anche come l’anno della Marvel. La Casa delle Idee ha infatti portato a casa ben due statuette: Guardiani della Galassia ha trionfato nella categoria Best Dramatic Presentation – Long, mentre Ms. Marvel  si è imposto come Best Graphic Novel, grazie al primo volume della serie (No Normal) che ha ricevuto un ampio numero di consensi, tali da superare Saga 3 e Sex Criminals 1, rispettivamente secondo e quarto classificato.Marvel-logo

Un grande risultato quindi per Marvel che in questo modo conferma l’incredibile trend positivo di questo 2015.
Per gli altri risultati del premio: thehugoawards.org

Fonte: theguardian.com

 

 

Francesco Marchi

Newser in prova

Potrebbero interessarti anche...