Real Life Superheroes: Dark Hood e gli altri supereroi nella vita reale

Maglione e cappuccio neri, occhiali scuri, lui è Dark Hood e non ha bisogno di colori sgargianti o grandi coreografie per essere d’aiuto alla società. Paolo, 28 anni, informatico di professione ha deciso di aderire al movimento Real Life Superheores iniziato cinque anni fa con Entomo di Napoli e Power Man, il Gufo, e ora ripreso anche dal torinese Dark Hood che aiuta i poveri e i senzatetto bisognosi di aiuto, coperte e cibo.

dark hood

L’iniziativa potrebbe risultare un poco squinternata per l’italiano medio, ma per quanto pittoresca rimane un’opera a fin di bene che riesce a strappare anche un sincero sorriso e riesce concretamente a fare del bene. Tutti amiamo i supereroi. Certo, l’incomprensione è dietro l’angolo, specialmente quando le forze dell’ordine hanno scambiato Dark Hood per un attentatore durante la visita del Papa a Torino.

Dark Hood non è Bruce Wayne e agisce col suo stipendio da informatico, se volete dare una mano alla sua missione potete farlo con donazioni di oggetti e cibo che magari a voi avanza ma che per qualcuno può significare molto. Trovate tutte le info su Dark Hood e gli altri supereroi italiani sul suo sito www.darkhood.it. Qui trovate l’elenco degli altri supereroi italiani e l’area in cui sono attivi. 

Fonte: Torinoday

Orzo Nimai

Mi chiamo Nimai. E' il mio vero nome. Sul serio! Scrivo storie e un giorno vorrei farlo diventare un lavoro. Uno dei miei sogni è accumulare abbastanza materiale per riempire almeno una pagina su Wikipedia.

2 Risposte

  1. Mario ha detto:

    Poveretto lui con il suo stipendio aiuta i senza tetto e i politici e lo stato non fa niente ma questo e una vita mortale muoiono i ricchi e i poveri . E i funzionari dello stato e tutti i ricchi che non fanno niente e pensano solo a arricchirsi. Verranno giudicati e condannati da Gesù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.