Festival del fumetto di Cosenza: tutte le informazioni sulla IX edizione

Schermata 2015-10-02 alle 21.30.38

Di seguito trovate tutte le informazioni e novità della IX edizione del Festival del Fumetto di Cosenza le strade del paesaggio.

È tutto pronto per  la IX edizione del Festival Le Strade del Paesaggio. La manifestazione dedicata al fumetto si presenta quest’anno particolarmente ricca ed articolata, in particolare nel primo fine settimana, da venerdì 9 a domenica 11 ottobre. La quantità e qualità delle iniziative in programma faranno di Cosenza la capitale del fumetto italiano; il centro storico della città dei Bruzi sarà infatti attraversato da una serie di iniziative, diverse tra loro ma tutte legate dal filo conduttore della letteratura disegnata, che interesseranno ben cinque location. Al fine di offrire una guida utile ai tanti partecipanti, partiamo proprio dai luoghi nei quali verranno svolte le attività.

Museo del Fumetto (Salita Liceo)
Captain_America_ComicsCuore pulsante del festival, il Museo del Fumetto sarà il quartier generale della manifestazione sino alla sua conclusione, prevista per il 25 ottobre. All’interno della struttura saranno allestite quattro mostre. Comics Food, realizzata dalla prestigiosa artista Flavia Sorrentino, in cui i più importanti personaggi del fumetto internazionale, da Batman a Superman, da Capitan America a Popeye, verranno ritratti dopo un favolistico naufragio in mare, a seguito di una contaminazione batteriologica nella catena alimentare degli Stati Uniti D’America, a trovare riparo e sopravvivenza sulle coste della Calabria, confortati dall’ottimo cibo locale: prodotti DOP, IGT, SPG, simbolo di tradizione autoctona e baluardo di alimentazione genuina e altamente consigliabile.
È nei piatti tipici, nelle peculiarità alimentari infatti che spesso si conserva una parte importante della cultura di un popolo, di una regione. L’alimentazione sarà al centro dell’attenzione con un’altra esposizione. In stretta connessione con Expo 2015 e con i temi cui è dedicato quest’anno l’evento, il festival ospiterà il progetto L’albero della cuccagna – nutrimenti dell’arte, a cura di Achille Bonito Oliva. Una mostra diffusa in tutta Italia, dal Trentino alla Sicilia, tra Musei e Fondazioni pubbliche e private che coinvolge oltre 30 artisti, scelti dal critico d’arte per realizzare opere ispirate al tema arcaico dell’albero della cuccagna, simbolo di abbondanza e monito dell’arte sui temi dell’alimentazione e sulle sue implicazioni sociali. La tappa di Cosenza prevede l’esposizione della mostra di Grazia La Padula che ha realizzato circa 50 disegni a tecnica mista su carta di diverse dimensioni. Da un punto di vista formale l’opera lavora sulla dicotomia vuoto-pieno, per tradurre nello spazio espositivo il tempo invisibile della narrazione, codice linguistico essenziale del fumetto. Da un punto di vista concettuale, invece, prende spunto dal rito celtico dell’Albero della cuccagna, che simbolizza la concessione di una libertà fittizia e controllata da parte del potere, per costruire un percorso di liberazione dall’oppressione: psicologica, relazionale, sociale, politica, culturale. Motore di questo percorso è il desiderio, che può anche essere brutale se diviene bramosia o avidità.
BatmanLe altre mostre in programma sono dedicate a due tra i personaggi più amati del fumetto mondiale: Batman e Zagor. L’esposizione dedicata all’eroe di Gotham City, creato nel 1939 e pubblicato dalla DC Comics, sarà composta da due sezioni.
La prima,  Batman 66,  ospiterà le tavole inedite realizzate dal disegnatore e illustratore italiano Giancarlo Caracuzzo per l’albo #23 della serie “Batman ‘66”, pubblicato a maggio negli Stati Uniti d’America dalla DC Comics. Al Museo del Fumetto di Cosenza saranno esposte, per la prima volta e con tempi da record rispetto alla pubblicazione americana, le illustrazioni di Giancarlo Caracuzzo, colorate dalla figlia Flavia.
La seconda sezione, dal titolo Omaggio a Batman, curata dalla Scuola Romana dei Fumetti, comprende una gallery di omaggi fatti dai maggiori autori di fumetti italiani e internazionali che ci restituiscono attraverso le singole tecniche e le proprie interpretazioni del personaggio, un loro personalissimo tributo al Cavaliere Oscuro. Il risultato è una galleria eterogena di variazioni sul tema, declinate nelle tecniche (chine, matite, acquerelli, ecc) e diversificate nelle influenze artistiche e nelle ispirazioni poi trasposte nelle opere.
L’esposizione dedicata a Zagor, del quale è stato recentemente pubblicato il seicentesimo album, dal titolo Zagor, 600 volte avventura, è curata da Raffaele De Falco. In mostra opere di Gallieno Ferri, Franco Donatelli, Raffaele Della Monica, Maurizio Dotti, Emanuele Barison, Oliviero Gramaccioni, Walter Venturi, Paolo Bisi, Roberto D’Arcangelo, Alessandro Piccinelli, Joevito Nuccio, Stefano Di Vitto, Mauro Laurenti, Marco Torricelli, Marco Verni, Marcello Mangiantini, Gianni Sedioli, Franco De Vescovi. La mostra è realizzata in collaborazione con Sergio Bonelli Editore.
Nei fine settimana successivi a quello di inaugurazione, vale a dire sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 il Museo del Fumetto ospiterà le attività di Games, la sezione dedicata ai più piccoli, con laboratori e attività legate al fumetto. Le scuole di ogni ordine e grado possono prenotare le visite guidate contattando via mail l’organizzazione. Altre iniziative sono in via di definizione, pertanto conviene tenersi costantemente aggiornati seguendo il sito della manifestazionewww.lestradedelpaesaggio.com e la pagina facebook dedicata.

Teatro Rendano (Piazza XV Marzo)
tunue logo nuovoIl tempio della lirica nelle giornate di venerdì 9, sabato 10 e domenica11 ottobre sarà interamente dedicato all’editoria di settore. Nella Sala Quintieri saranno allestiti gli stand delle case editrici che parteciperanno all’edizione 2015 del festival: Sergio Bonelli Editore, la più importante casa editrice italiana; Tunué – Editori dell’immaginario, casa editrice specializzata in graphic-novel per lettori junior e adulti, nonché nella saggistica dedicata al fumetto, all’animazione, ai videogiochi e ai fenomeni pop contemporanei; la casa editrice Shockdom,  la prima casa editrice digitale italiana ad aver prodotto fumetti per il web; la Noise Press, casa editrice nata nel 2014 per volontà di Luca Frigerio specializzata nei generi  horror e  steampunk; la casa editrice Lavieri  che rivolge una particolare attenzione ai libri per bambini, editi nella collana Lavieri Piccole Pesti e la casa editrice Round Robin, cresciuta grazie alla testardaggine  di chi ha voluto accettare la sfida di un mercato già affollato, puntando tutto sulla qualità e la freschezza dei suoi giovani scrittori. Insieme alle case editrici ad animare le giornate del festival anche due festival, di Roma e di Valencia, rispettivamente il Crack-Fumetti Dirompenti e il Tenderete, specializzati nel particolare segmento dell’autoproduzione e il Napoli Comicon, il Salone Internazionale del Fumettodi Napoliche sin dalla sua nascita ha contribuito ad arricchire il panorama editoriale nazionale con numerose pubblicazione di elevata qualità. Nel corso della tre giorni, sul palco, si alterneranno seguendo un fitto calendario di incontri, alcuni tra i più prestigiosi autori del fumetto italiano ed internazionale.

MAM (Corso Telesio)
Milo_Manara_2009Presso il Museo delle Arti e dei Mestieri sarà allestita la mostra “Le stanze del desiderio”, un’antologica dedicata a Milo Manara che quest’anno compie settant’anni. L’esposizione vuole tracciare un percorso cronologico che, a partire dalle primissime opere dell’artista, principalmente di carattere biografico e storico, si snoda tra fumetto popolare e d’autore per arrivare alle opere di maggiore successo che rendono Manara uno tra i maggiori autori di fumetti italiani.  La mostra, suddivisa  in sezioni tematiche e caratterizzata dalla componente erotica dei suo lavori, indaga attraverso materiali storici e scenografie a tema l’operato di Manara  e le collaborazioni che ne hanno segnato la carriera, quali ad esempio quelle con Federico Fellini, Hugo Pratt, Vincenzo Cerami e Alejandro Jodorowski.  L’allestimento prevede tavole a china, acquerelli e supporti che vogliono rendere, all’osservatore, un’esperienza multisensoriale attraverso l’immaginario creato durante quarant’anni di carriera dalla mano dell’artista. Saranno proposte circa 60 tavole che  raccontano la storia e l’evoluzione stilistica, dalle prime incursioni nel fumetto fino alle grandi creazioni e ai personaggi memorabili.

Palazzo della Provincia (Piazza XV Marzo)
La sede istituzionale della Provincia di Cosenza ospiterà, nel primo fine settimana d’apertura, la sezione Games. L’ormai tradizionale sezione del festival, che tanto successo ha riscosso nelle passate edizioni, si arricchirà quest’anno di nuove attività dedicate anche ai più grandi con giochi da tavolo, giochi di ruolo, e possibilità di cimentarsi con i videogiochi di ultima generazione (lo spazio dedicato a quest’ultimi verrà allestito presso la Biblioteca Provinciale).
Per i bambini dai quattro ai quattordici anni e alle loro famiglie, in linea con il tema portante del festival, la sezione games centrerà la sua attenzione sul cibo, promuovendo, attraverso pratiche ludiche e creative, una consapevole e sostenibile educazione alimentare. I personaggi dei fumetti ed i supereroi, inoltre, saranno spesso il tramite attraverso cui indagare abitudini alimentari, conoscere prodotti bio, avvicinarsi alle culture alimentari di altri paesi, promuovere comportamenti corretti e cultura della qualità. Gioco, arte, cucina, musica, creatività, dunque,  rappresenteranno gli strumenti attraverso cui i bambini potranno rendersi partecipi e protagonisti di scelte sostenibili, attraverso il piacere di fare, sperimentare, assaggiare, manipolare, costruire, gustare,  creare. Sarà proposto uno spazio ludico, per bambini e famiglie, con giochi da tavolo ispirati ai personaggi dei fumetti e all’educazione alimentare. Un consistente patrimonio di giochi, opportunamente selezionati e classificati per funzioni e fasce di età, sarà a disposizione dei fruitori dello spazio: saranno presenti giochi di percorso, di riflessi e abilità, giochi astratti, affettivi, di simulazione e logici. Diversi i laboratori in programma: Superheroes cookies – Laboratorio di cucina con prodotti bio e dal sud del mondo; Musica da tavola – la musica in cucina, laboratorio musicale di percussioni che utilizzerà esclusivamente strumenti ed utensili da cucina: pentole, stoviglie, coperchi; Giochiamo con l’arte – Laboratorio di arte ispirato ad Arcimboldo, frutta, verdura ed ortaggi per costruire personaggi, volti, elmi, collari; Fiabe a merenda – Laboratorio di lettura animata con merenda bio; Fiabe e fumetti nel piatto – Laboratorio per la costruzione di personaggi di fiabe e fumetti con elementi naturali ed alimenti, il laboratorio, attraverso l’uso di ortaggi ed alimenti, propone la costruzione di una storia i cui protagonisti saranno i personaggi dei fumetti e i supereroi. Gli stessi prenderanno forma, ma lo faranno attraverso l’utilizzo di ortaggi ed altri alimenti: da una melanzana, dunque, potrà prendere vita Batman; da una patata Zagor.

Schermata 2015-10-02 alle 21.44.00

Auditorium “A. Guarasci” (Piazza XV Marzo)
I Cosplayer saranno i protagonisti della sezione del festival che interesserà l’Auditorium “A.Guarasci”. La parola cosplay (COS-PLAY) è un’abbreviazione delle parole inglesi “costum” (costume) e “play” (recitare, interpretare). In pratica, è l’arte di interpretare gli atteggiamenti di un personaggio conosciuto indossandone il costume. L’evento sarà presentato dalla collaudata coppia Miriel Montague ed Alfredo Florio.  Miriel, rappresentante italiana all’Eurocosplay 2015 di Londra, ha già presentato innumerevoli gare, tra queste le varie edizioni del Kingdom Cosplay e la gara superheroitalian contest svoltasi durante quest’ultima edizione del Napoli COMICON.  Alfredo è già noto per il suo eccezionale cosplay di Jack Sparrow, arrivando addirittura a lavorare come sosia ad “Avanti un altro!”, noto gioco televisivo condotto da Paolo Bonolis.  Durante le tre giornate cosentine si potrà assistere  all’esibizione live di Rose Shanks Lemon, che ha partecipato per ben due anni consecutivi alla finale delle selezioni per il rappresentate italiano alla finale del Nippon World Karaoke Gran PrixCosplay,  al gioco Quiz Nerd, una serie di domande a tema film, anime, comics e manga e, per chiudere, l’evento  Gara Cosplay Kids  dedicata ai bambini,  il Karaoke con le sigle dei cartoni più famosi, e la finale della gara Cosplaydurante la quale si premierà la migliore esibizione e il miglior costume.
Infine, una sesta location sarà dedicata alla possibilità di degustare cibi e pietanze locali; l’area ristoro sarà allestita nella suggestiva cornice dei Ruderi di Piazzetta Toscano.

Come tradizione il festival organizza diversi workshop; quest’anno si avrà la possibilità di seguire un laboratorio di narrazione visuale psico-geografica organizzato dal collettivo del festival Crack- fumetti dirompenti, un laboratorio di maschere a cura di Fabio Taddi, un workshop di video documentazione realizzato in collaborazione con Il Quotidiano del Sud; un laboratorio a cura di Giancarlo Caracuzzo e due workshop legati all’iniziativa dei cosplayer, uno di trucco e parrucco e uno di costruzione di elementi scenici. Per informazioni su quando e come iscriversi, e per tutto quanto non è stato possibile riportare in queste pagine, basta consultare il sito della manifestazione: www.lestradedelpaesaggio.com

Fonte: Le strade del paesaggio

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.