[Esclusiva] C4 Chiacchiere con… Luca Feliciani

LucaFelicianiLuca Feliciani, impiegato del settore privato, padre di famiglia e amante del fumetto, è autore di un gioco da tavolo che sarà presentato a Lucca Comics & Games 2015, Mythomakya. L’esperienza con i giochi di ruolo gli ha insegnato che anche quelli da tavolo devono permettere di far vivere a chi vi partecipa un’esperienza immersiva, in cui la cura grafica e l’architettura sono parti fondamentali.

C4 Comic: Ciao Luca, benvenuto su C4 Comic. Partiamo dalle origini: come è nata l’idea del gioco?
Luca Feliciani: La prima idea di Mythomakya è nata una sera d’estate, grazie a un amico. Mi piaceva l’idea di partire da un gioco classico di carte e farlo diventare un gioco moderno, di quelli che si vedono alle fiere tipo Lucca. L’idea ha decantato un pò in me, senza troppa convinzione. Nel frattempo, in quel periodo scoprivo il crowdfunding e tutto sembrava possibile. Così, mi sono lanciato per provare a dare una forma a quel gioco; per farlo, ho cercato un artista all’altezza di un progetto di primissimo piano!

C4C: A quale design vi siete ispirati durante la sua realizzazione, sia nelle dinamiche sia nella parte grafica?
Adobe Photoshop PDFLuca Feliciani: Per quanto riguarda il design di gioco, ci siamo ispirati appunto ai giochi classici, quelli che le persone amano giocare in spiaggia. Si parla spesso di game design complessi, ma poi la grande maggioranza delle persone gioca a cose molto semplici e pur sempre divertenti. Io penso che un bel gioco sia un gioco capace di far divertire, a prescindere dalla sua complessità. E questo è stato il lume che ci ha guidato! Il risultato è un gioco davvero adatto a tutti: dai neofiti, alle famiglie fino agli appassionati del games che vogliono una pausa dai giochi più complessi. Per quanto riguarda invece il design delle illustrazioni, be’, lì ci siamo ispirati proprio a Mirka Andolfo!
Una volta deciso di collaborare, infatti, è bastato darsi un tema e ragionarci un pò insieme; lo stile è venuto di conseguenza e non c’è stato troppo bisogno di ispirarsi ad altro. Mirka è una professionista di primissimo livello, e prima ancora di questo è un’artista capace di interpretare qualcosa di noto per dargli una vita tutta nuova. Questo è esattamente quello che è successo sulla mitologia con Mythomakya. I miti greci avevano già delle caratteristiche particolari, ma Mirka è stata in grado di raccontarle in un modo davvero originale.

C4C: Perché avete pensato proprio a Mirka Andolfo per le illustrazioni? Cosa vi ha fatto dire “è lei la persona giusta“?
Adobe Photoshop PDFLuca Feliciani
: Mirka sta avendo un grande successo con il suo Sacro/Profano, di cui vedremo la terza e ultima parte a Lucca. Lei però lavora anche per i grandi del fumetto italiano e internazionale. Questo non è casuale, ma è dovuto al fatto che è brava e che piace. Scegliere Mirka ha voluto dire scegliere una qualità indiscussa, un grande professionismo e una visione diversa di qualcosa che esiste da qualche migliaio di anni: i miti, appunto. Inoltre, ma questo non lo sapevamo in principio, scegliere Mirka ha significato scegliere un concentrato di sorrisi e entusiasmo che da una grandissima carica!!!

C4C: Quali sono stati i passi che avete compiuto nella realizzazione del progetto?
Adobe Photoshop PDFLuca Feliciani: Come dicevo, in principio pensavamo al crowdfunding. Poi, con il tempo, abbiamo capito che gestire una campagna di crowdfunding si porta dietro un grande lavoro e un grande investimento in termini di tempo e di risorse economiche. In pratica, si lavora tantissimo per il crowdfunding rischiando di perdersi per strada il centro del progetto, che è il prodotto. Per capire questa cosa, c’è voluto l’intervento della Pendragon Game Studio, i nostri editori. Loro non solo hanno scovato il progetto, ma ci hanno creduto e si sono messi al tavolino con noi per capire come svilupparlo nel migliore dei modi. Alla fine, molto naturalmente, abbiamo deciso di non procedere con il crowdfunding ma di pubblicarlo direttamente. Il resto è stato tanto lavoro con Mirka sulle illustrazioni e con gli editori per la parte di produzione, fino ad arrivare al lancio che sarà al Lucca Comics & Games!

C4C: Avete altri progetti in cantiere per il futuro?
Luca Feliciani: Che dire? Ci piacerebbe portare avanti il mondo della mitologia che abbiamo iniziato a esplorare, e di idee ce ne sono davvero moltissime. Al momento non posso molto sbilanciarmi, ma se visitate la nostra pagina facebook sicuramente trovate già qualche indizio!

C4C: Domanda finale: qual è la tua kryptonite?
Luca Feliciani: La kryptonite è una cosa che toglie energie, ma io vi risponderò considerandola una cosa alla quale proprio non si può resistere. In questo senso, il prosciutto crudo.
MM_Render_confezione_CC4 Comic ringrazia Luca per la disponibilità e si augura di rivederlo presto sulle pagine di questo sito.

Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.