Lana Tafi: a Lucca un fumetto in stile “Alan Ford” contro l’assunzione di farmaci illegali

LUCCA COMICS & GAMES 2015

Il Comune adotta il fumetto contro l’assunzione di farmaci illegali
in stile “Alan Ford” può aiutare i giovani a evitare i rischi

IMG_20151027_102853Un fumetto in lotta contro i medicinali illegali per spiegare ai ragazzi e alle loro famiglie i rischi dei farmaci dubbia provenienza. Nei giorni del festival Lucca Comics & Games è stato presentato alla vicesindaco Ilaria Vietina, nella sala degli specchi del Comune di Lucca (nella foto) il fumetto-gioco di Lana Tafi nato dalla collaborazione tra le agenzia del Farmaco Italiana (AIFA/ALIMS) e l’agenzia serba, Il consiglio d’Europa (EDQM) e un team di esperti Italiani Domenico di Giorgio, Luisa Salmaso e Gaia Barbaglio.

Il progetto si basa sulla comunicazione dei rischi rispetto all’assunzione di farmaci illegali e delle conseguenze negative che hanno per la salute. La pubblicazione in formato “Alan Ford”, interattivo, è corredata da un gioco da tavolo-poster che si trova al suo interno e verrà diffuso come pdf, e come prodotto fisico in circa 3.000 copie per nelle scuole (medie o superiori) del territorio. Fino ad ora il progetto è stato presentato all’International Comic Festival di Belgrado e promosso dall’Istituto Italiano di Cultura che fa parte dell’ambasciata Italiana a Belgrado nelle scuole Serbe e sui media nazionali e, in collaborazione con Lucca Comics & Games è arrivato a Lucca.

“Il fumetto – ha commentato la vicesindaco Ilaria Vietina – è sicuramente un mezzo per raggiungere i nostri ragazzi, informarli e renderli maggiormente consapevoli dei gravi rischi che potrebbero correre a causa delle medicine contraffatte e illegali, e attraverso loro informiamo in modo indiretto anche le loro famiglie”.

20151030_115351

Fonte: Lucca Comics & Games

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.