Alan Moore e il suo modo di festeggiare Halloween

frank-quitely-alan-mooreIl sito Goodreads è riuscito a intervistare l’autore britannico Alan Moore (Watchmen, V for Vendetta), uno dei più influenti artisti della nostra epoca e noto per il suo apprezzamento e illimitato sapere sul sovrannaturale. Celebre, ad esempio, il suo essersi autoproclamato mago.

Durante l’intervista, il giornalista ha chiesto a Moore come avrebbe festeggiato Halloween e lui ha risposto che fin da bambino, complici le leggende della nonna e le credenze della sua città d’origine Northampton, ha sempre rispettato le credenze secondo cui i demoni e gli spiriti malvagi vaghino nel nostro mondo l’ultimo giorno di ottobre.

Un modo di onorare la fantasia e il folklore di un luogo che non si riduce alle teenager travestite da streghette sexy

Anche Moore ha trascorso la notte di Halloween dispensando soldi e dolciumi ai figli dei vicini, accompagnati dai genitori responsabili.

Sono sempre rispettosi e fanno notare ai loro figli di trovarsi di fronte a un vero stregone. Naturalmente, se non sono accompagnati dai genitori, posso anche sacrificarne un paio al mio deforme dio-serpente del 2° secolo in un rituale

Cose da artisti.

Fonte: goodreads.com

Orzo Nimai

Mi chiamo Nimai. E' il mio vero nome. Sul serio! Scrivo storie e un giorno vorrei farlo diventare un lavoro. Uno dei miei sogni è accumulare abbastanza materiale per riempire almeno una pagina su Wikipedia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.