4 Comics: Rascals #1, Lysierum, Convergence #1, SHIELD #4

4 Comics novembre 2015

Rascals #1 – Tradimento

Autori: Daniele Luciani (Dan Lucifer)
Formato: Spillato a colori, 16,8×24, 52 pagine, € 6,50 (comprensivo di spedizione)
Editore: Fumetto autoprodotto

rascalsJack e Marv sono i titolari del tattoo shop Daughty Tattoo Rascals, ma in realtà sono molto più che dei semplici tatuatori e piercer. I due infatti sono degli artisti marziali che hanno deciso di avere un basso profilo. Almeno, fino a quando un misterioso nemico decide di impossessarsi di un antico manufatto, che tempo prima il loro sensei gli aveva affidato: la testa d’oro. Per il furto, il nemico che si cela nell’ombra si serve di una banda di teppistelli della zona. I due protagonisti hanno la meglio, almeno fino a quando il mandante li affronta di persona: quest’ultimo però possiede degli incedibili poteri misteriosi e li sconfigge senza nemmeno sudare. I tipici ingredienti di un buon action-movie sono tutti presenti in Rascals #1: due affiatatissimi amici, tanta azione, una buona dose di ematomi e ossa rotte e un mistero da risolvere. Ho subito apprezzato il comic, probabilmente perché tocca due argomenti a me cari: i tatuaggi e le arti marziali. Tema centrale della saga è, infatti, il Kyusho, l’arte di conoscere e sfruttare i punti di pressione del corpo umano per rendere inabile o mettere KO il nemico (Vi ricordate Ken il Guerriero e la Sacra Scuola di Okuto? Beh, quella roba esiste veramente, ma senza le esplosioni splatter dei corpi). Questo primo volume è più o meno un’introduzione ai personaggi e alla trama, ma la vera storia inizia con il secondo numero, in cui Jack e Marv partiranno alla ricerca della Testa d’Oro. QUI la nostra recensione completa.

Lysierum

Autori: Alberto Ostini e Leila Leiz
Formato: Bonelliano bianco e nero, 16×21, € 3,80
Editore: Sergio Bonelli Editore

1438845676588.jpg--lysierum___le_storie_n_36Il mondo è un vero e proprio paradiso terrestre: la medicina ha sconfitto tutte le malattie, ogni persona ha un posto nella società, le aiuole della città sono colme di fiori stupendi e i cieli sono sempre azzurri. Ma c’è qualcosa che non va… se ci avviciniamo a un fiore per sentirne il suo inconfondibile profumo, ci accorgiamo che non ha odore, le persone apparentemente felici in realtà sono dei burattini programmati geneticamente per il lavoro che dovranno compiere in vita, quello che sembrava essere un paradiso ora si avvicina più a un incubo distopico. Lysierum, infatti, è un fiero rappresentate di questo genere di romanzi di fantascienza. Chi ha letto e amato 1984, Il mondo nuovo, Farenheit 451, Il Seme inquieto e lo stesso V per Vendetta, non può non gradire la lettura di questo fumetto. La storia scorre lineare e gradevole, come anche i disegni, il tutto è impreziosito da una favolosa copertina in puro stile dei romanzi Urania dei vecchi tempi. Per chi volesse approfondire l’argomento, può continuare la lettura su questo LINK.

Convergence #1

Autori: Dan Jurgens, Jeff King, Scott Lobdell, Ethan Van Sciver e Carlo Pagulayan
Formato: Spillato a colori, 16,8×25,6, 72 pagine, € 4,95
Editore: RW Edizioni, Lion Comics

CONVERGENCEBrainiac sembra essere molto di più di quello che si pensava che fosse: scopriamo che è un essere che può piegare lo spazio e il tempo a suo volere e che usa questo potere per collezionare le città di universi paralleli destinati ad estinguersi o presenti solo nelle linee temporali mai avverate. Nel corso degli eoni, Brianiac ha accumulato un considerevole numero di esemplari e nel primo numero di Convergence gli abitanti di questi mondi dovranno affrontarsi in un duello fino alla morte. I primi eroi che incontriamo, sono l’ultimo baluardo di resistenza all’invasione di Darkseid su Terra 2. È a loro infatti che il vessillo di Brainiac spiega come avverrà il conflitto. Da inguaribile appassionato di comics, non posso non comprare ogni singolo cross over o saga che le due major americane lanciano sul mercato, consapevole spesso del fatto che queste storie servono solo per fare cassa. In effetti questo primo numero di Convergence non convince affatto: il pretesto che mette i vari universi DC gli uno contro gli altri  è deboluccio ed effettivamente in tante pagine succede ben poco. A favore del fumetto va il fatto che è disegnato egregiamente e che è una vera e proprio gioia per i lettori di vecchia data delle avventure DC, perché s’intravedono personaggi appartenenti a storie Elseworlds e incarnazioni degli eroi più famosi ormai appartenenti al passato. Più che “Convergenza”, il titolo più azzeccato sarebbe stato: “Nostalgia”.

SHIELD #4

Autori: Mark Waid e Chris Sprouse
Formato: Spillato a colori,17×26, 48 pagine, € 2,90
Editore: Panini Comics, Marvel Italia

shield 4Si fa un gran parlare della fine dei Fantastici Quattro e di come non sia stata ancora annunciata la loro serie nel nuovo Universo Marvel post Secret Wars, All-New All-Different. Probabilmente questo fumetto è un’anticipazione di quello che succederà  ai personaggi del fantastico quartetto: Marvel ci ha già spoilerato che la Cosa si unirà alle avventure spaziali dei Guardiani della Galassia, la Torcia Umana seguirà il proprio cammino accanto a quello degli Inumani, mentre in SHIELD #4, troviamo Sue Storm nei panni di un Agente SHIELD, che insieme all’ormai famoso Phil Coulson cercano di salvare la giornata. Quindi sembra proprio che i Fantastici Quattro non spariranno dai comics Marvel, ma saranno utilizzati singolarmente in nuove testate con nuovi comprimari. Tornando al fumetto in questione, come per gli altri numeri di SHIELD, lo scrittore Mark Waid, riesce ad impacchettare una soddisfacente storia auto conclusiva in quelle che sono le poche pagine di un comic americano. Ad arricchire il tutto c’è l’elegante arte di Chris Sprouse, autore che, tra i tanti, ha lavorato a lungo con il Bardo di Northampton: Alan Moore. Nel secondo “tassello” del fumetto troviamo il quarto numero di Deathlok, serie che fatica a partire e che, almeno per ora, non si capisce bene dove voglia arrivare.

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.