[Speciale Florengers] C4 Chiacchiere con… Francesco Savino

Con questa intervista diamo inizio a una serie di Speciali C4 Chiacchiere dedicati a Florengers, lo spin-off di Vivi e Vegeta. Se non sapete di cosa stiamo parlando, dopo aver fatto una doverosa penitenza (qualcosa tipo guardare un programma di Barbara D’Urso può andare), potete leggere il paragrafo che segue, altrimenti passate direttamente all’intervista. Buona lettura!

Florengers 02

DOVE ERAVAMO RIMASTI?

Florengers - cover

La copertina dello Speciale Vivi e Vegeta dedicato ai Florengers è stata realizzata da Arianna Florean

Vivi e Vegeta è un webcomic scritto, ideato e disegnato da Francesco Savino (soggetto e sceneggiatura) e Stefano Simeone (disegni e colori). Florengers è il più recente parto dei due loschi figuri appena citati. Caratteristica principale di questa mini-serie è quella di aver coinvolto nella realizzazione parecchi nomi noti del fumetto italiano, affiancati da talenti emergenti. Chi sono questi autori lo scopriremo tra poco direttamente dalle parole di Francesco, mentre qui su C4 Comic, grazie a una serie di interviste esclusive, potremo conoscerli meglio settimana dopo settimana. Intanto vi diciamo che il primo episodio, che uscirà su Verticalismi Lunedì 23 Novembre, è stato scritto da Francesco Savino e disegnato da Cosimo Torsoli (già autori dell’episodio Speciale di Vivi e Vegeta intitolato proprio “Florengers: Giorni di un Exflo Passato” che ha ispirato questo spin-off).

Se non avete ancora letto Vivi e Vegeta, qui potete trovare una dettagliatissima guida realizzata da Nicholas Vené (il direttore e co-fondatore di C4 Comic) con i link a tutti i capitoli della serie e a tutte le interviste, le recensioni, gli speciali e i dietro le quinte che abbiamo realizzato qui su C4 Comic. Insomma tutto, ma proprio tutto, quello che c’è da sapere su Vivi e Vegeta e su Florengers.

Ora è tempo di lasciare spazio a Francesco. E alle api (capirete, ah se capirete…)…

Florengers 03

C4Comic: Ciao, Francesco! Ben ritrovato sulle pagine di C4 Comic!
Francesco Savino: Grazie a voi, ragazzi! È sempre un piacere essere ospitati da voi.
(Ride)
((Ci tengo a specificare che questa è un’intervista via mail, ma mi affascina sempre leggere le parentesi (ride) nelle interviste. E quindi volevo metterla anche io, ecco.))

C4C: Iniziamo subito entrando nel vivo dell’intervista, raccontaci dell’apicolt… Ehm, scusami, un lapsus, non so cosa mi è preso (se volete sapere cosa mi è preso e cosa possa collegare l’apicoltura a Francesco Savino, qui potete leggere l’intervista dello scorso anno dove tutto avrà un senso. Più o meno.), dicevamo: vuoi parlarci del motivo per cui abbiamo avuto l’ardire di intervistarti? Qualcuno ha detto spin-off?
F.S.: Non ricordo esattamente se l’idea venne durante il nostro soggiorno mio e di Stefano a Northampton o mentre sorseggiavamo un cocktail in un locale di Miami, fatto sta che di sicuro il tutto è nato da un’esigenza molto semplice: Florengers 01far finta di lavorare non lavorando. Dopo un’attenta analisi, abbiamo capito che dovevamo chiedere a qualcun altro di lavorare per noi. E allora ecco l’idea dello spin-off.
Florengers è un progetto che era nato come speciale realizzato nella primavera 2015, scritto da me e disegnato da Cosimo Torsoli, sempre con la supervisione di Stefano Simeone ai disegni. In quell’occasione, avevo unito la recente uscita cinematografica del film Avengers all’imminente Expo di Milano, passando per gli X-Men e un bel po’ di altri riferimenti che piacciono tanto a noi nerd (che poi io nerd non sono, faccio solo finta).
L’idea era quella di continuare sul filone dell’attualità da un punto di vista vegetale, spostando il tutto verso il genere supereroistico. E così io e Stefano abbiamo ripensato a quello speciale e abbiamo capito che poteva diventare qualcosa di più ampio. In fondo il mondo e i personaggi c’erano già, non mi restava che creare un giusto background per la serie e contattare agli autori giusti al momento giusto.
Ancora una volta, volevamo che il progetto fosse targato Verticalismi, e quando abbiamo contattato Mirko Oliveri per la sua approvazione, si è detto entusiasta e disposto ad ascoltare le nostre folli proposte. Un fattore che, come ripeto Mirko Oliveri - Verticalismi Logospesso, non è assolutamente da poco.
Ed ecco Florengers, uno spin-off spin-oso.
(Ride)
((Lo so, ancora una volta uno stupido gioco di parole. A mio discapito posso dire che l’ho partorito a progetto già avviato. Ciò nonostante, sento il bisogno di scusarmene.))

Florengers 07

Una vignetta in anteprima del primo episodio di Florengers, da lunedì prossimo su Verticalismi

C4C: Per Florengers hai reclutato una squadra di autori ampia e variegata, nomi noti accanto ad artisti quasi esordienti. Da lettore, prima ancora che da redattore di C4C, ho apprezzato tantissimo la scelta di dare visibilità a nuovi talenti, cosa tutt’altro che scontata.
F.S.: L’idea era quella fin dal principio. Volevamo creare un progetto che coinvolgesse tanto autori che sono già professionisti del settore quanto esordienti. Ci sembrava giusto, nel nostro piccolo, poter dare un’opportunità a giovani autori di belle speranze. Il tutto con un’attenta supervisione ai testi e disegni, rispettivamente da parte mia e da parte di

Carl in versione dark by Simone Di Meo

Carl in versione dark by Simone Di Meo

Stefano Simeone. Per quello che posso dirti, allo stato delle cose sono molto soddisfatto di come tutti gli autori coinvolti hanno deciso di partecipare al progetto e di accettare la sfida. Qualcuno è in fase di approvazione del soggetto, altri sono già al lavoro sulla sceneggiatura. E, al netto della qualità del loro lavoro, ciò che mi soddisfa maggiormente è l’aver trovato persone splendide da un punto di vista umano, con cui è un piacere collaborare.
Ed ecco allora, oltre al già citato Cosimo Torsoli che oltre a essere il disegnatore del pilota è anche il creatore grafico dei personaggi, Dario Sicchio, Lorenzo Magalotti (qui per la prima volta da solista), Leonardo Favia, Simone Di Meo, Mattia Di Meo, Michele Maria Serrapica, Stefano Sergiampietri, Andrea Pau e Jean Claudio Vinci. Con una nuova veste grafica affidata a Maria Letizia Mirabella, sotto la supervisione di Officine Bolzoni.
Ah, dimenticavo, le cover dei cinque episodi saranno di Stefano Simeone. Purtroppo mi sono dovuto arrendere al fatto che lui continuerà a perseguitarmi ancora per un bel po’!

C4C: Florengers è una serie che, come Vivi e Vegeta, unisce ironia, azione e dramma. Al di là degli aspetti stilistici, emerge un messaggio di fondo, forte e nient’affatto scontato. Possiamo parlarne senza incorrere nel rischio di fare spoiler?
F.S.: Sì, anche perché, al contrario di quanto fatto con Vivi e Vegeta, si tratta di cinque episodi autoconclusivi dalla continuity assente. Perciò il rischio spoiler è davvero bassissimo! (Ops… Spoiler!)
Diciamo che il fattore in comune tra le due serie è il punto di vista dei vegetali. La domanda di partenza è sempre la stessa: “Cosa ne penserebbero fiori e piante del modo in cui ci serviamo di loro?”. In Florengers, però, oltre a un cambiamento di struttura degli episodi, la sostanziale differenza sta nei toni in cui sono raccontate le storie: abbiamo deciso di abbandonare le atmosfere cupe di Vivi e Vegeta per creare storie supereroistiche che fossero più leggere e divertenti. Ma niente di troppo facile, ovviamente: per i vegetali, questo continua a essere un brutto mondo. (ride.)

Florengers 04

Florengers 06

Altra vignetta in anteprima tratta dal primo episodio di Florengers, da lunedì prossimo su Verticalismi

C4C: Francesco, chi non ha letto Vivi e Vegeta (se volete – voletelo, però! – potete andare a leggere il primo capitolo su Verticalismi, cliccando qui) potrà comunque iniziare a seguire Florengers capendo tutto? Oppure sarà in continuity stretta con la serie principale?
F.S.: Seguire Florengers capendo tutto? Assolutamente no! Un po’ come è stato per Vivi e Vegeta, il nostro obiettivo è proprio quello di non far capire nulla!
Proprio per questo, abbiamo creato uno spin-off che, in più, fosse anche un prequel di Vivi e Vegeta. Florengers è ambientato nel passato, un passato in cui fiori e piante convivevano, in cui nessun cactus era giunto nel distretto dei fiori e, soprattutto, non esisteva ancora un distretto dei fiori!
Perciò sì, non è necessario aver letto la prima stagione di Vivi e Vegeta: nonostante alcuni personaggi siano presenti in entrambe le serie (con ovvie differenze di età), si tratta di un prodotto a sé stante, fruibile anche per chi non ne sa nulla di distretti, cactus problematici e girasoli eliotropici.

C4C: Lo so, è un po’ presto per parlarne, ma puoi dirci qualcosa sulla seconda stagione di Vivi e Vegeta?
F.S.: L’olio di palma è negli occhi di chi lo guarda.

C4C: Oltre a Vivi e Vegeta, hai in serbo altri progetti futuri? O magari idee nel proverbiale cassetto che attendono di maturare… Insomma, tutto quello che c’è e che non osi nemmeno pronunciare ad alta voce.
F.S.: Oltre a scrivere la seconda stagione di Vivi e Vegeta e collaborare con un certo topo giornalista che ogni sera mi racconta le sue avventure da sceneggiare per una casa editrice americana, sono al lavoro su diversi proposal per gif animate da inserire su Facebook (non per niente ho scelto come socio proprio il master delle gif, Cosimo Torsoli). Sono fermamente convinto che l’introduzione delle gif nei social sia una rivoluzione pari alla scoperta della ruota. Il mio modo di lavorare è cambiato profondamente, e le diverse ore passate a fissare una gif cercando di capire se è finita o sono entrato in un loop continuo ne sono la prova.

C4C: Francesco, grazie davvero per la disponibilità, speriamo davvero di averti nuovamente ospite su queste pagine! Anche perché mio zio ha questo problema con le api e volevo chiederti… (prende a braccetto il Savino e si allontana confabulando con aria preoccupata e assorta – ehi voi! Voi che non avete cliccato il link che ho postato più in alto, andate subito a leggere l’intervista, che questa cosa delle api è importante!)
F.S.: (Ora che finalmente si parla di api e il discorso si è fatto serio, smette di ridere.)

Florengers 08

Potevamo salutarci senza una terza vignetta in anteprima estratta del primo episodio di Florengers? Certo che no!

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. 30 novembre 2015

    […] Verticalismi il primo episodio di Florengers, lo spin-off di Vivi e Vegeta, un webcomic creato da Francesco Savino e Stefano Simeone. I due loschi figuri appena nominati li abbiamo intervistati negli scorsi giorni, […]

  2. 17 dicembre 2015

    […] su C4 Comic! Lorenzo Magalotti: Ciao, lieto di essere di nuovo con voi! [si ricorda della cosa fatta da Francesco Savino e ride anche […]

  3. 25 aprile 2016

    […] Francesco Savino (testi/sceneggiatura capitolo 1 e supervisione generale) […]

  4. 5 gennaio 2017

    […] più interessanti degli ultimi anni, penso a Giulio Rincione, AlbHey Longo, Ludovica Ceregatti, Francesco Savino. Cosa pensate di poter offrire con questa nuova esperienza? J: Francesco Savino? Davvero? Scherzo, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.