[Speciale Florengers] C4 Chiacchiere con… Dario Sicchio

Ed eccoci tornati con un altro appuntamento dedicato a Florengers, nonché detto lo spin-off di Vivi e Vegeta, nonché detto il webcomic più spinoso che c’è, nonché detto la vetrina di un sacco di talenti nostrani, nonché detto se-non-lo-avete-ancora-letto-leggetelo-sciocchi! E prima di dare la parola al nostro ospite, Dario Sicchio, sceneggiatore del secondo episodio uscito su Verticalismi la scorsa settimana (nonché detto – aridaje con sto nonché – sceneggiatore di un altro webcomic fichissimo, Walter dice:, che potete trovare cliccando qui, sempre su Verticalismi), vi ricordo che qui potete leggere il primo episodio della serie e qui quello scritto da Dario. E che questa è la pagina Facebook di Vivi e Vegeta, dove trovate tutti i link e le ultime su Florengers. Ora la parola a Dario, buona lettura!

Florengers - Crisi sulle serre infinite

C4 Comic: Ciao, Dario! Benvenuto su C4 Comic!
Dario Sicchio: Grazie mille a voi per avermi ospitato!

C4CLa prima domanda non è una domanda. Fico, eh?
D.S.: HA! HA! In effetti s…

C4C: Ah no?
D.S.: Ma no! Io s…

C4C: Ah. Vabbè, io continuo comunque.
D.S.: Ma infatti io…

C4CDicevo, la prima domanda è uno spazio a disposizione dell’ospite per raccontarsi e far conoscere, a quegli sprovveduti che ancora non hanno letto Walter dice: (ne parliamo tra poco, ovviamente!), chi è Dario Sicchio. Quindi bando alle ciance e a te la parola.
D.S.: Dario Sicchio è – sostanzialmente – uno che ha sempre letto un sacco di fumetti e che un giorno ha deciso che ne voleva scrivere qualcuno anche lui. Per riuscirci senza morire di fame si è trovato un lavoro e ha cominciato a fare le ore piccole davanti al pc a scrivere e studiare per raggiungere i suoi malvagi propositi.

Studio Panopticon - Officina Creativa

Studio Panopticon – Officina Creativa

Dario Sicchio - Studio Panopticon 02Scherzi a parte, principalmente mi occupo di montaggio audio e video e di produzione di contenuti multimediali. Condivido uno studio che ho messo su assieme a Maria Letizia Mirabella (grafica e letterer per il progetto “Florengers” e per “Walter dice:”) chiamato Studio Panopticon – Officina Creativa. Parallelamente porto avanti la mia passione per la sceneggiatura, facendo tutto ciò che è in mio potere per trasformarla in una professione a tempo pieno.
Insomma, se c’è qualcosa che costa fatica e rende poveri, ci sono anche io.

C4C: Ti sei già un po’ pentito di aver accettato di partecipare a questa intervista, vero?
D.S.: MA NO! Ti dico che…

C4C: Bene! Passiamo al vivo dell’intervista e parliamo di Florengers: hai scritto i testi dell’ultimo episodio dello spin-off di Vivi e Vegeta. Come è nata la collaborazione con Francesco, Stefano e tutta la truppa di Florengers?
D.S.: Con Stefano (Simeone – ndr) ci conosciamo ormai da quasi due anni. L’ho contattato dopo aver letto ed apprezzato molto i suoi lavori per chiedergli alcuni consigli e lui è stato molto gentile con me, ascoltando le mie infinite lagne da “aspirante scrittore” senza mai ricorrere alla violenza fisica che facevo di tutto per meritarmi. Mi ha dato sempre dritte preziosissime e, con la pacatezza e la levità che lo contraddistinguono, mi ha “tenuto d’occhio” nello sviluppo del mio primo progetto personale: “Walter dice:”. Francesco Savino invece l’ho conosciuto al Lucca Comics del 2014, quando annunciò Vivi e Vegeta per la prima volta al panel di Verticalismi.

Così, quando quell’alto ed affascinante signore di Francesco, e quel cagnaccio malmostoso di Stefano, misero in piedi il progetto Florengers, mi offrirono di scrivere una puntata; cosa che mi ha fatto un piacere enorme.

So da fonti certe che si vedono ogni plenilunio per pentirsene amaramente, ma tant’è…

Comunque sia, la lavorazione dell’episodio è filata liscia come l’olio. Il progetto era davvero divertente e ci siamo subito trovati in sintonia con lo spirito autoironico della serie. Per non parlare dello sfondo “supereroistico” dello spin-off che ha fatto la felicità di due nerdacchioni come me e Lorenzo, dandoci la possibilità di giocare con tutti i riferimenti possibili alle nostre serie preferite. Francesco ha da subito apprezzato l’idea dell’episodio e lavorare con lui (che ha supervisionato la sceneggiatura) è stato un vero piacere. La collaborazione tra me e Lorenzo poi era già stata ampiamente rodata, per cui ci siamo divertiti davvero moltissimo.

C4CHa appena fatto il suo esordio su Verticalismi il webcomic scritto da te e disegnato da Lorenzo Magalotti, Walter dice:. I primi episodi mi sono piaciuti tantissimo e la serie si candida a essere una delle mie preferite su Verticalismi. Vuoi raccontarci di cosa parla e come è nato il progetto?
Dario Sicchio - Walter DiceD.S.: Innanzitutto grazie mille per gli splendidi complimenti (apertura corolla da pavone).

Walter dice:” è la storia di un uomo, Walter, che dopo una vita di soprusi, sembrerebbe aver iniziato un violentissimo cammino verso la rivalsa personale. O almeno questo è ciò che sembra all’inizio. L’idea era quella di realizzare una storia che fosse innanzitutto divertente ed interessante da leggere, ma anche di creare una struttura narrativa che, partendo da personaggi di facile identificazione e da un plot piuttosto semplice, si evolvesse in modo sempre meno “convenzionale”.

Anche dietro a questo progetto si annida lo zampino delicato di Stefano Simeone.

Dopo qualche conversazione su internet ed un paio di incontri di persona in terra neutrale, mi invitò al suo studio (Skeleton Monster – un posto pieno di autoroni di cui ero un fan sfegatato). Lì mi chiese come stavano andando i miei progetti ed io gli confessai che stavo scrivendo molto materiale, ma che ancora non avevo trovato un disegnatore che fosse disposto a condividere la produzione di un webcomic con me. E allora Stefano (la cui placidità non sarà mai abbastanza sottolineata) si voltò verso i membri del suo studio ed urlò: “A Lorè! Vie n’po’ qquà!”. Lorenzo Magalotti si alzò e si avvicinò a noi tra il titubante ed il preoccupato e Stefano disse: “Tu sei un disegnatore! Tu sei uno sceneggiatore! Parlatevi! Amatevi!”. Ci parlammo e ci amammo. Lorenzo mi fece vedere i suoi lavori (che mi piacquero immediatamente) ed io iniziai subito a pensare ad una storia che potesse sposarsi col suo stile. Un mese dopo stavamo lavorando su Walter dice:. E questo avveniva ormai un anno fa.

C4C: È arrivato il momento dell’angolo “C4 Comodino”: tra gli ultimi fumetti che hai letto, devi sceglierne tre da consigliare ai nostri lettori.
D.S.: Non è facile! Quest’anno ho letto un sacco di fumetti che mi hanno colpito molto.
Se proprio dovessi scegliere tra quelli che ho letto più recentemente direi senza dubbio Sex Criminals (BAO Publishing – quasi scontato), Fatale (Panini Comics – non è una novità, ma, ao’, io l’ho letto solo ora! Problemi?!) e Anubi (GRRRz – una gemma inaspettata che ho scovato sullo store di VERTICOMICS).
Ne consiglio un quarto solo perché non riuscivo a scegliere e per rompervi le scatole: L’Ebreo di New York (Mondadori – di questo è quasi impossibile parlare senza fare un trattato).

Dario Sicchio - SHAUN_WIP02

Shaun, il nuovo progetto di Dario Sicchio e Valentina Brancati

C4CDopo Florengers e Walter Dice:, quali sono i tuoi prossimi lavori?
D.S.: Scrivo costantemente soggetti e sceneggiature mentre sono in cerca di collaboratori per realizzarle. Concretamente sto lavorando con una bravissima disegnatrice romana, Valentina Brancati, su un’altra webserie a sfondo “survival-horror”, intitolata “Shaun”. È un progetto molto più lungo, ambizioso e “su vasta scala” rispetto a quelli a cui ho lavorato finora. Ma è ancora presto per parlarne. Valentina ha da poco iniziato a disegnare il primo episodio.

Uscendo invece dall’ambito del fumetto, sono impegnato assieme a Maria Letizia nella realizzazione di un radiodramma di fantascienza intitolato “Saffròn”. Io ho collaborato alla stesura di una parte del soggetto e scritto 7 episodi. Ora siamo nell’ultimo mese di registrazioni di cui stiamo curando regia ed edizione.

C4C:  Infine, ti tocca: qual è la tua kryptonite?
D.S.: Questa. Ce l’ho proprio qui vicino alla mia postazione a studio.

Oddio... Dario ha veramente la Kryptonite!

Oddio… Dario ha veramente la Kryptonite!

C4C: Dario con questa risposta hai appena vinto tutto (simbolicamente, eh! Che non ci sono premi perché siamo poveri!)! Grazie di essere stato con noi! A presto!
D.S.: Grazie a voi, di tutto!

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 17 dicembre 2015

    […] Si parla della Sicchiolotti Week, altrimenti nonché detta settimana dedicata a Dario Sicchio (qui trovate l’intervista a Dario) e Lorenzo Magalotti, rispettivamente testi e disegni e colori […]

  2. 11 aprile 2017

    […] – “Walter dice: Director’s Cut” Editore – Magic Press Testi – Dario Sicchio Disegni e colori – Lorenzo Magalotti Formato – 16,7 x 24 cm a colori con alette Pagine – 144 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.