[Esclusiva] C4 Chiacchiere con… Lorenzo Coltellacci & Guido Astolfi

Quest’oggi, per la nostra rubrica C4 Chiacchiere, abbiamo il piacere di intervistare Lorenzo Coltellacci Guido Astolfi. I due hanno iniziato il loro viaggio nel mondo del fumetto di recente, grazie all’uscita di Kamasmart, un manuale su come approcciarsi ad avere rapporti all’interno di una Smart. In questa nostra intervista avremo la possibilità di carpire i dettagli della nascita di un’idea così geniale e il suo sviluppo.

C4 Comic: Ciao ragazzi. Partiamo con le domande di rito, raccontate al nostro pubblivo chi sono Lorenzo Coltellacci e Guido Astolfi e cos’è Kamasmart?
LENTELorenzo Coltellacci: Lorenzo Coltellacci è un giovane 23enne romano con la passione per i letteratura, i tatuaggi e la palestra. e quando dico letteratura penso subito ai fumetti, con cui ho un rapporto “morboso” ormai dal 2007 e uno più “intimo” giusto dal 2013, quando ho iniziato a provare a scriverne oltre che leggerli.. Nel frattempo studio e ho quasi finito la laurea magistrale. Kamasmart invece è il mio primo fumetto “ufficiale” fatto in coppia con Guido… un manuale unico al mondo, letteralmente, perché non esiste altrove nessun libretto di istruzioni per fare l’amore in una due posti… Dentro ci sono 15 posizioni splendidmente illustrate da Guido, dei manichini per far vedere i passaggi, descrizioni divertenti, infografiche… Insomma, ci sta proprio tutto!

Guido Astolfi: Guido Astolfi, classe 1992, “romano de Roma”, nato nel cuore della Garbatella. Il disegno ha sempre fatto parte di lui, sin da quando ha iniziato nel lontano 2005 per strada coi graffiti. Nel 2014 si laurea allo IED, perfezionando le sue tecniche manuali e professionali, l’anno successivo lo trascorre interamente nella fredda ma festaiola Milano, frequentando il MiMaster di illustrazione che gli permette di iniziare a mettere del suo a disposizione di riviste e locali. KAMASMART, è stata la prima pubblicazione partorita durante gli ultimi giorni di una calda estate tra aperitivi e caffè al chioschetto di quartiere.. É sicuramente una novità, é il primo kama sutra nella Smart, senza volgarità reso in un linguaggio molto ironico per un pubblico vario di tutte le età..la pulizia e la semplicità del manuale\fumetto arriva ad essere piacevole da sfogliare anche per i più piccoli.. Magari quest’anno Babbo Natale eviterà di farglielo trovare sotto l’albero!

C4C: Bene, come vi è nata questa idea? Avete avuto qualche fonte d’ispirazione?
L.C.: Kamasmart è nato nella mia testa un sacco di tempo fa, almeno 2 anni. Ho una Smart e quindi stavo… Beh, insomma, facendo “qualcosa” in macchina e stavo scomodo e non riuscivo4abdbc3a-246e-4dbf-bde6-f9939bc2f976 a ricordarmi in quale posizione comoda mi ero messo la volta prima… Il giorno dopo sono andato a cercare su internet e ho scoperto che non esisteva nessuna guida e in pochissimi ne parlavano su qualche forum. È lì che è nata l’idea di farla io la guida. Poi per fortuna mi è venuto in mente che conoscevo Guido dai tempi del liceo ed era diventato un mostro a disegnare così ci siamo visti, gliene ho parlato e…

G.A.: L’idea di base è nata da Lorenz. Mi ricordo quando mi contattò dopo anni che non ci sentivamo, mi capitava di vedere su Facebook la sua tenace attività nel campo dell’editoria e per il suo amore per i fumetti. Un giorno mi scrisse se fossi interessato a disegnare un fumetto con lui, mi conquistò immediatamente l’idea. Inizialmente lo vide come un semplice tascabile un po come se fosse un gadget per “i tipi della smart“… Poi tra papiri virtuali su messenger e caffè al chioschetto abbiamo appuntato sul magico taccuino di Lorenzo tutte le ipotesi di struttura per essere un manuale ma allo stesso tempo coinvolgente, con una sorta di trama grafica che potesse accompagnare il lettore per tutto il libricino.

C4C: È stato difficile rapportarsi al linguaggio del mondo del fumetto?
L.C.: Kamasmart è un po’ un fumetto e un po’ un manuale o forse anche un libro… Quindi diciamo che l’approccio è stato molto “vario“. Abbiamo fatto varie prove con Guido e piano piano la cosa ha preso forma, soprattutto grazie alla sua incredibile capacità di mettere su carta le mie proposte e idee esattamente come le avevo pensate.

G.A.: È stata una cosa abbastanza naturale.

C4C: Cosa avete in mente per il futuro? C’è qualche progetto in cantiere di cui potete parlarci?
L.C.: Per il futuro ancora non lo sappiamo. Tutto dipenderà anche dalla reazione del pubblico di fronte a Kamasmart.. Sicuramente qualche idea c’è. Sia sulla stessa linea di Kama che su linee completamente diverse e più canoniche. Ovviamente spero di poter continuare a collaborare col mio socio… Vedremo!

G.A.: Condivido quanto detto da Lorenzo!

Kamasmart 2

C4C: Avete qualche consiglio per chi vuole avvicinarsi a questo mondo?
L.C.: Da quando ormai girava la notizia che avrei pubblicato con Magic Press un sacco di amici su vari gruppi di fumetti mi hanno chiesto qualche consiglio, qualche dritta.. La cosa che dico
sempre più o meno a tutti è quella di non smettere di provare e soprattutto di darsi tempo e Non avere fretta. Perché solo con la tenacia e l’umiltà si arriva a creare qualcosa di concreto e ad essere notati, prima o poi.

G.A.: Siate spavaldi, andate fino in fino il duro lavoro viene ripagato..proponente le vostre idee che sono fondamentali e credeteci fino alla fine

C4C: Ultima domanda, quella di rito nel nostro sito. Qual’è la vostra kryptonite?
L.C.: Me ne sono accorto da quando il fumetto stava per uscire che la mia sicurezza interna ha iniziato a vacillare. Sono sempre stato un ragazzo sicuro di sé ma essendomi realmente messo in gioco adesso mi sento un po’ “sotto pressione“. Ogni giorno mi domando “E se non avrò una idea carina come questa? Cosa farò dopo? Cosa posso scrivere? Sarò all’altezza?“… Mi consolo pensando spesso alla scena di Youth in cui la bambina dice all’attore che “nessuno è mai all’altezza” ma l’ansia mi viene lo stesso…

G.A.: Ogni mattina uso 5 sveglie per alzarmi dal letto… Ognuna mi avvisa che tra 10 minuti ne suonerà un’altra…

C4 Comic ringrazia Lorenzo e Guido per questa gradita intervista, augurandogli il meglio per il futuro.

Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.