[Esclusiva] C4 Chiacchiere con… Guglielmo Favilla e Francesca Di Matteo

Kleiner Flug è uno dei progetti italiani più interessanti del mondo del fumetto. Negli intenti di Alessio D’Uva e dei suoi autori c’è la volontà di far conoscere personaggi storici, opere letterarie e raccontare il territorio. Quest’oggi abbiamo occasione di parlare con Guglielmo FavillaFrancesca di Matteo, autori di Tulid il Coboldo.

Kleiner Flug logoC4 Comic: Ciao ragazzi, benvenuti su C4 Comic. Volete presentarvi per quelli del pubblico che non vi conoscono?
Probabilmente il 101% del pubblico non ci conosce ed è un peccato perché vorremmo abbracciarli tutti, uno per uno. Ci sentiamo tanto soli. (Si commuovono)
Guglielmo Favilla: (si ricompone) Io faccio l’attore di professione ma ho sempre nutrito una passione viscerale per il fumetto; dopo tante collaborazioni per autoproduzioni e piccole pubblicazioni indipendenti, grazie alla Kleiner Flug ho avuto modo di realizzare in coppia, con Alessandro Balluchi ai disegni, Donatello, il mio primo fumetto .
Francesca di Matteo: (non ha capito bene) Piacere, Francesca.

C4C: In cosa consiste il progetto di Kleiner Flug e dove vuole arrivare?
Kleiner Flug ha un duplice intento: quello di far conoscere l’Arte (tutte le Arti, le vite illustri, le opere, etc) tramite il fumetto, e quindi con quell’immediatezza che solo le immagini e l’arte consequenziale possono dare; e quello di far conoscere il fumetto a chi con l’Arte ha già confidenza.

C4C: Ci sono personaggi o opere letterarie che volete presentare al pubblico?
Tanti/e, troppi/e. Tutti top-secret. Ma non vi preoccupate ve li sveleremo in seguito. Forse.Tulid il coboldo pagina 43

C4C: Com’è nato il progetto di Tulid il Coboldo?

Tulid nasce dalla voglia di promuovere il territorio in modo originale e creativo, il tutto spronato, seguito e aiutato dalla nostra amica Chiara Leone (ponte indispensabile fra noi e i committenti, cioè il Centro Commerciale Naturale di San Miniato (PI) ); progetto inoltre accolto a braccia aperte dalla (sì, ancora lei) Kleiner Flug, casa editrice fiorentina (e garibaldina) con la quale collaboriamo, che lo ha voluto inserire nella sua collana “Viaggi fra le nuvole”. L’idea del Coboldo è nata da Guglielmo e il disegnatore Alessandro Balluchi durante un viaggio in una macchina troppo piccola per tutti e due… (?) Già che ci siamo vorremmo citare anche il preziosissimo contributo della colorista Pamela Poggiali e la presenza di Federico Sfascia, disegnatore ospite (e regista cinematografico di immane talento).

C4C: L’esperienza di utilizzare il pretesto narrativo di una trama per descrivere le bellezze di un territorio è stata complicata?
No, non è stata complicata, diremmo piuttosto stimolante e divertente. Una volta trovato il pretesto narrativo, adattarlo al posto non è stato difficile. Sembrava di essere tornati a scuola in un certo senso… tra libri di storia, geografia e arte… succede spesso, con la Kleiner.

C4C: Ci sono progetti futuri e/o lavori in cantiere di cui potete parlarci?
Manteniamo il riserbo anche se riprenderemo in mano un progetto a cui stavamo già lavorando prima di Tulid il Coboldo… Si tratta di un attore d’altri tempi e… Vabbè, non aggiungiamo altro per scaramanzia, restate sintonizzati.

C4C: Avete consigli per chi vuole avvicinarsi al mondo del fumetto?
Siate affollati, siate molli… -No, aspetta, com’era? Scherzi a parte, niente in particolare: solo di relazionarsi ad esso con umiltà, dedizione e di non sottovalutare questo tipo di arte (si, è arte!) che ancora spesso viene fraintesa e la sua complessità ridotta al “giornaletto”, al passatempo per bambini, qualcosa di inferiore al libro.

C4C: L’ultima domanda, un classico per il nostro sito. Qual è la vostra kryptonite?
Francesca di Matteo: L’aglio e le falene.
Guglielmo Favilla: La pellicola di panna che fa il latte caldo. E la kryptonite.

Tulid il coboldo cover completa

C4 Comic ringrazia Guglielmo e Francesca per questa splendida occasione, con i migliori auguri per il futuro.

Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.