4 Comics: Lanterna Verde #44, Secret Wars #3, Secret Wars: Hulk presenta #1, Secret Wars: Iron Man presenta #1

4 Comics gennaio

Lanterna verde #44

Autori: Tony Bedard e Ron Wagner
Formato: Spillato a colori, 16,8×25,6, 72 pagine € 3,95
Editore: RW Edizioni, Lion Comics

4 comics (3)La saga Convergence dilaga nel DC Universe e tocca anche la testata delle Lanterne Verdi. In questo caso ci attende un importante ritorno: Parallax, ovvero la più grande Lanterna mai esistita, Hal Jordan, posseduta dall’entità cosmica che incarna la paura stessa. Nell’ormai classico Crepuscolo di Smeraldo in preda ad una furia omicida, Hal aveva sterminato l’intero Corpo delle Lanterne Verdi, impadronendosi del potere di tutti gli anelli. Ma questo era il passato… Nel presente ritroviamo Parallax e Kyle Rayner in una delle città collezionate da Brainiac. I due sono entrambi senza poteri, almeno fino a quando Telos non indice il torneo che vede contrapposte tutte le città delle molte realtà parallele. La Lanterna Verde Kyle Rayner è un eroe e non ci pensa neanche un attimo ad attaccare e uccidere gli abitanti di un’altra città, ma questo non vale per Parallax, fermamente convinto che il fine giustifica i mezzi. Probabilmente il punto di forza di questa storia è la presenza di Parallax, personaggio centrale in molte saghe degli anni ’90, il quale richiamerà la curiosità e la nostalgia di molti lettori di vecchia data. Rivedere in azione Hal Jordan “malvagio”, infatti, è un po’ come incontrare un vecchio amico che non si vedeva da anni. Oltre ai fan DC della prima ora, il fumetto è godibile anche ai nuovi lettori che vogliono seguire Convergence nella sua interezza o che vogliono conoscere ulteriormente la storia delle Lanterne Verdi.

Secret wars #3

Autori: Jonathan Hickman e Esad Ribic
Formato: Brossurato a colori, 17×26, 48 pagine € 3,00
Editore: Panini Comics, Marvel Italia

4 comics (4)L’onnipotenza per il Dottor Destino non è una novità, già in passato ha potuto saggiare la condizione divina, come quella volta che nelle prime Guerre Segrete sottrasse i poteri a un Arcano. Questa volta però le cose sono diverse, il mondo nato dopo le incursioni è stato letteralmente creato da Victor Von Doom, in parte mettendo insieme i pezzi delle vecchie realtà scampati all’armageddon e in parte generandone di completamente nuovi. Questo fa di lui il vero e proprio dio di questa realtà. Formidabile alleato di Destino è il Dottor Strange; il mago supremo, infatti, lo ha aiutato a preservare la vita in questa nuova esistenza ed è l’unico altro essere vivente che ricorda il mondo come era prima. Dopo anni di calma apparente, ecco tornare dalla vecchia Terra alcuni personaggi che andranno a ribaltare lo status quo creato da Destino. Leggendo Secret Wars è palpabile il sense of wonder tipicamente Marvel, gli autori stanno creando un epopea che celebra e richiama quasi ogni lato dell’immenso e strabiliante universo narrativo Marvel. Non solo nella saga portante, ma anche nelle varie nuove serie nate in concomitanza con Secret Wars, ritornano personaggi e storie che i lettori hanno imparato ad amare in passato. L’ottima sceneggiatura di Hickman è supportata e impreziosita dai magnifici disegni di Esad Ribic. Anche se non è ancora ben chiaro che direzione prenderà la trama, io consiglio la lettura di Secret Wars a chiunque legga i comics mainstream.

Secret wars: Hulk presenta #1

Autori: Sam Humphries, Marc Laming, Peter David e Greg Land
Formato: Spillato a colori, 17×26, 64 pagine € 3,30
Editore: Panini Comics, Marvel Italia

4 comics (2)Greenland è considerato uno dei regni più pericolosi di Battleworld, non solo perché è una Terra sterile e arida, ma soprattutto perché è popolata da una miriade infinita di Hulk! Ed è proprio lì che il capitano Steve Rogers e il suo dinosauro vengono inviati in missione da dio Destino in persona. Il Cap che troviamo qui non è quello a cui siamo abituati, perché questo Capitan America è un gladiatore, campione delle arene di Doomstadt. Armato del suo immancabile scudo e di un’inedita ascia bipenne, va alla ricerca del suo vecchio amico Bucky Barnes, cavalcando un T-Rex Rosso. A Sud delle Greenland si apre Distopia, il regno governato con il pugno ferro dal più potente degli Hulk: il Maestro. Tutti i sui abitanti sono considerati non più che servi dal loro sovrano, generando dei forti moti di ribellione contro il sistema. Le due serie ospitate dal mensile sono Planet Hulk e Futuro Imperfetto. Entrambe richiamano alla mente dei lettori delle famose saghe del Golia Verde. Soprattutto Future Imperfect, che vede un grandissimo ritorno sulle pagine di Hulk: Peter David, lo sceneggiatore che per quasi due decadi ha plasmato il mito dell’Incredibile Hulk. Infatti a Distopia incontriamo volti noti, già conosciuti nella prima saga che portava il nome di Futuro Imperfetto. Cosa diversa è per Planet Hulk, che, almeno per adesso, ha ben poco a che vedere con il pianeta Sakaar e i suoi abitanti. Ho smesso di leggere le avventure di Bruce Banner da diversi anni ormai e il ritorno di Peter David mi ha riavvicinato al personaggio. Devo ammettere che ho apprezzato questo primo numero, che in poche pagine riesce sia a introdurre nuovi personaggi e situazioni e sia riproporre vecchie ambientazioni e storie, è un po’ come ritornare nella vecchia casa in cui si è cresciuti.

Secret wars: Iron Man presenta #1

Autori: Charles Soule e Leinil Francis Yu
Formato: Spillato a colori, 17×26, 64 pagine € 3,30
Editore: Panini Comics, Marvel Italia

4 comics (1)Nel mosaico di regni che forma Battleworld c’è Zona di Guerra, in cui la Guerra Civile tra supereroi non è mai finita. La Marvel risponde alla domanda che forse molti lettori si sono posti quando hanno letto Civil War: “E se i supereroi non avessero mai finito di farsi la guerra?” In questa realtà, difatti, i due schieramenti costituiti da Iron Man contro Capitan America non hanno mai trovato un accordo e hanno letteralmente spaccato il paese in due: ad est c’è il Ferro, la nazione fondata da Tony Stark e a Ovest c’è il Blu, fondato dal capitano Steve Rogers. Nel Ferro vige l’atto di registrazione dei superumani e quindi ogni cittadino dotato di abilità speciali dovrà registrarsi presso il governo, mentre nel Blu ci sono solo due regole: Non fare del male a nessuno e aiuta quando puoi. Gli autori hanno l’arduo compito di misurasi con quella che è forse la saga più famosa nella storia Marvel, non sarà facile e i lettori hanno aspettative altissime. Questo primo numero non delude, spiega gli eventi accaduti subito dopo Civil War e introduce il nuovo status quo di molti personaggi noti. L’unica pecca è che per descrivere la nuova situazione è rimasto pochissimo spazio per l’azione, che mi auguro vedremo nei numeri successivi. Per quanto riguarda la parte grafica, alle matite troviamo Leinil Francis Yu che rimane nei suoi buoni standard di qualità.

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

1 Risposta

  1. 30 gennaio 2016

    […] E I DIFENSORI 39 HULK PRESENTA PLANET HULK 1 – LEGGI LA RECENSIONE Autori: S. Humphries (S), M. Laming (D), P. David (S), G. Land (D) 17×26, S., 64 pp., col. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.