“Dieci elegie per un ossobuco”: Coconino Press porta in libreria il nuovo graphic novel di Leila Marzocchi e Pinko Zeman

Le mirabili avventure di una mummia nel circo dei freak:
in libreria il nuovo comico, surreale graphic novel
di Leila Marzocchi e Pinko Zeman

Dieci elegie per un ossobucoEcco a voi i mirabolanti viaggi e le avventure di Bedo, la mummia fuggita dal Louvre e finita in un circo di freak, dove conosce Lord Blumdsbury, nobile cane bassotto col vizio delle scommesse, Bessie la donna barbuta, l’Uomo aragosta… E dove la mummia stessa dimostra inaspettate doti acrobatiche e un vero talento nel narrare storie. Un graphic novel surreale, divertente e acuto, che rende omaggio alla nobile tradizione della satira, al cinema anni ’30 e alla fervida immaginazione del feuilleton. Dove si svela, tra l’altro, l’origine segreta del misterioso Necronomicon, il libro magico del folle esoterista Abdul Alhazred, e si spiega perché mai la vita somigli così tanto ad un ossobuco. Accomodatevi, signore e signori, e girate pagina: lo spettacolo sta per cominciare.

Elementi della ricetta funambolica di Bedo, la mummia:
15% di spirito dadaista
15% di tradizione fantastica da Jules Verne al Barone di Munchausen
10% di Belle Epoque parigina
1% di assenzio
20% di orgoglio freak
29% di melanconico cinismo secolare
10% di afrore animale
poi bombette, ombrelli, barbe, ghette a piacimento.

Mescolare e servire con un Bordeaux di annata.

Titolo: Dieci elegie per un ossobuco
Collana: Abra macabre
Autori: Leila Marzocchi e Pinko Zeman
Numero pagine: 72 in bicromia formato 21,5 x 29 cm
Prezzo: 18 euro
ISBN: 9788876182938

Gli autori
Leila Marzocchi pubblica i suoi disegni e le sue storie dal 1985. Collabora con quotidiani e riviste, da Repubblica al Corriere della Sera. I suoi fumetti sono editi in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Giappone e Stati Uniti. Per Coconino Press ha realizzato numerosi volumi tra cui la saga Niger e quella di Hambone. Ha vinto nel 2007 il prestigioso premio Lo Straniero.

Pinko Zeman nasce a Zagabria troppi anni fa. In Croazia lavora come gagman per Hungaro Film e Animadynamo prima di scrivere drammaturgie per il teatro. Si trasferisce dunque a Bordeaux, in Francia. Dopo un periodo allo sbando in cui commercia pneumatici e scrive un breve saggio sui pitagorici (dato successivamente alle fiamme), comincia a collaborare con Leila Marzocchi. Sono passati ormai 15 anni. La sua misantropia gli impedisce di frequentare i festival di ogni dove.

Fonte: Coconinopress.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.