Bao Publishing: disponibile da oggi “Love addict”

loveBao Publishing è lieta di annunciare l’uscita in tutte le librerie di Love Addict, il nuovo libro di Koren Shadmi, che affronta il tema caldissimo dell’amore ai tempi di Tinder con un romanzo grafico moderno e innovativo, coinvolgente e alienante allo stesso tempo.

K è un giovane che vive a New York ed è stato appena mollato dalla sua ragazza. Quando il suo coinquilino gli suggerisce di iscriversi al sito di dating Lovebug, K non ha idea del gorgo di strane tipologie umane, promiscuità improvvisa e imprevedibile e inquietudini alienanti in cui sta per sprofondare.

Ah, e sesso. Tantissimo sesso, più di quanto pensava che ne avrebbe mai fatto nella vita.

Koren Shadmi è nato in Israele. A diciassette anni pubblica il suo primo graphic novel, Profile 107. Dopo aver prestato servizio nell’Israeli Defence Force, trasloca a New York per studiare alla School of Visual Arts, dove si diploma e in seguito comincia a insegnare. I suoi libri sono stati pubblicati in Francia, Italia, Spagna, Israele e Stati Uniti. Il suo primo libro in inglese, In The Flesh, viene pubblicato dalla casa editrice Random House nel 2009 (in Italia per Double Shot con il titolo In carne e ossa) e nello stesso anno viene selezionato da Charles Burns nell’antologia Best American Comics. Il suo webcomic The Abaddon viene pubblicato in Francia nel 2013, suddiviso in due volumi. Nel 2015, la casa editrice First Second pubblica Mike’s Place, con i testi di Joshua Faudem e Jack Baxter. In Italia, vengono pubblicate le sue opere Anatomia di un Desiderio e Cuori Distratti, sempre per Double Shot. Le sue illustrazioni sono state pubblicate dal New York Times, dal Wall Street Journal e da riviste come Hollywood Reporter ed Entertainment Weekly.

Love addict è disponibile in libreria dal 28 gennaio 2016 per Bao Publishing

Fonte: Bao Publishing

Jacopo Cerretti

Classe '90, cresciuto a pane (tanto) e comics con approccio disinteressato, negli ultimi 3 anni ho sviluppato un vero e proprio amore per il fumetto grazie in primis all'indagatore dell'incubo, i colleghi di casa Bonelli e alle poesie grafiche di Gipi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.