Videorecensione: Le variazioni d’Orsay

Le opere dell’uomo, archiviate al riparo della luce del giorno, sfiorate da guanti di seta, mantenute a temperatura ideale, sono tutte talmente fragili… fragili come le esistenze di chi le osserva, dal colto esperto d’arte al visitatore annoiato che segue distrattamente il susseguirsi di tele, sala dopo sala. Eppure queste opere sono immortali, e viene da chiedersi se siamo noi a guardare i dipinti, oppure se sono loro, eterni, a fissarci, ad osservare curiosi la nostra fragile mortalità. A mischiarsi tra noi, come macchie di colore e di luce su una tela ancora da imprimere.

L’ultima opera di Manuele Fior, edita da Coconino Fandango, nella videorecensione a cura del canale YouTube Comics101:

Potete anche leggere la recensione scritta qualche tempo fa dal nostro Andrea Tondi.


Le variazioni d’Orsay

Max Bonati

Androide proveniente da un extramondo al di là dei bastioni di Orione. Deckard mi sta dando la caccia, nel frattempo cerco di leggere più fumetti possibile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.