Giovani artisti di Ravenna: tutte le iniziative previste per il mese di marzo 2016

Associazione Mirada in collaborazione con la rete degli Informagiovani della Cooperativa Libra
(Informagiovani dei Comuni di Cervia, Russi e Ravenna)

Giovani artisti di Ravenna

Cortocircuito – Savigliano film fest”, cortometraggi
Scadenza: 15 marzo 2016

Cortocircuito

Cortocircuito – Savigliano Film Festival è un concorso cinematografico per cortometraggi che si svolgerà dal 12 al 17 Aprile, articolato in 3 sezioni.
1) “Cortocircuito“, sezione generale aperta a qualsiasi tipologia con durata inferiore ai 30 minuti. Primo premio: 500 euro; secondo premio: 200 euro; terzo premio: 100 euro.
2)”Cortocircuito – Train festival“, sezione dedicata al treno, cui sono ammessi filmati della durata massima di 30 minuti che hanno come tematica principale il treno , inteso come mezzo di trasporto e di viaggio, letterale e metaforico, fisico e metafisico, e a tutte le sue sfumature. Primo premio: Interrail in Europa; secondo premio: Interrail in Italia; terzo premio: Week-end per due persone in Italia
Per questa sezione, il Museo ferroviario piemontese di Savigliano offre la possibilità di riprendere le carrozze esposte al proprio interno ai partecipanti del concorso, con un ingresso gratuito il sabato pomeriggio fino al 15 Marzo 2016 (per ottenere l’accreditamento scrivere a info@saviglianofilmfestival.it).
3)”Cortocircuito – Scuola” dedicato a opere (videoclip compresi) prodotte dalle scuole secondarie di secondo grado, senza limitazioni riguardanti la provenienza, la tipologia d’istituto e la data di realizzazione. Premi: libri.
Per partecipare andate su www.saviglianofilmfestival.it, scaricate e compilate la SCHEDA DI ISCRIZIONE e inviate i vostri filmati entro e non oltre il 15 marzo 2016.
Modalità di invio:
– invio di un DVD a Ufficio Cultura, Comune di Savigliano, Corso Roma, 36, 12038 Savigliano (CN)
– invio di file MOV, MPEG2 o MPEG4 all’indirizzo email info@saviglianofilmfestival.it utilizzando wetransfer o altri simili servizi di trasferimento telematico;
Alle opere deve essere allegata la scheda di partecipazione compilata in maniera leggibile, in stampatello o al computer.

Per ulteriori informazioni:
info@saviglianofilmfestival.it
www.saviglianofilmfestival.it
telefono 3316748118

XXII CSAV – Artists research laboratory / Renée Green: cinematic migrationse“, workshop cinematografico
Scadenza: 3 aprile 2016

CSAV

Dal 1 al 23 luglio partecipare al CSAV è un’occasione unica di formazione. CSAV – Artists research laboratory è un progetto che fa del confronto e dello scambio orizzontale tra artisti di generazioni e nazionalità diverse il nucleo di un’esperienza artistica e didattica unica nel suo genere. Il laboratorio è aperto a sedici giovani artisti di qualsiasi nazionalità, selezionati da una giuria. Il programma ha una durata di ventitre giorni, durante i quali saranno organizzate attività di laboratorio, tra cui: seminari teorici tenuti dall’artista invitata, dal direttore, dal curatore e conferenze di artisti, critici ed esponenti di diverse discipline.

Cinematic migrations avrà uno sguardo poliedrico sul ruolo che le trasmutazioni del cinema e i suoi cambiamenti tortuosi su scala mondiale hanno avuto nel corso del tempo; comprendendo le integrazioni del cinema nelle sue forme di video online, televisione, installazioni spaziali, performance e danza, e considerando la comparsa di molti nuovi formati e dispositivi portatili.
(Renée Green)

La frequenza al workshop è gratuita. I costi di viaggio e soggiorno sono a carico dei partecipanti. Per partecipare è necessario compilare il modulo online reperibile alla pagina specifica ed allegare a questo un portfolio opere in formato pdf. La domanda dovrà essere compilata online entro il 3 aprile 2016.

Per ulteriori informazioni:
Anna Castelli – annacastelli@fondazioneratti.org
Application form www.fondazioneratti.org/CSAV/applicationform

Per un muro a regola d’arte – 3 edizione” – street art
Scadenza: 10 aprile 2016

Per un muro a regola d'arte

L’obiettivo del concorso è realizzare un progetto di riqualificazione urbana per Località Isole, area pubblica con impianti sportivi per la via comunale del borgo di Cengio Alto, lungo la quale è collocata la cisterna dell’acqua in cemento; favorire il linguaggio artistico contemporaneo della street-art in un luogo reputato idoneo dall’Amministrazione Comunale, ovvero i muri di recinzione dell’area Isole, di proprietà comunale. Educare, attraverso la realizzazione dei murales e la loro successiva conservazione, al rispetto, alla tutela e alla salvaguardia dei luoghi pubblici, naturali e urbani. Si richiede la realizzazione di opere di street art nel rispetto dei seguenti temi, riferiti a specifici spazi individuati. Diversi i temi individuati: tema libero: “L’apparenza inganna” – muro loc. Isole, tema scientifico: “Il mondo virtuale”- muro Loc. Isole, tema sociale: “Eroi ed eroismi della società contemporanea”- muro Loc. Isole, tema storico: “Passato e presente” – muro Loc. Isole, tema artistico: “La musica come racconto”- muro Loc. Isole, tema fumetto: “Facce da cartoons” – muro parco giochi, tema sportivo: “Uno sport, tanti sport” – muro Squash, tema natura e ambiente: “L’acqua” – muro cisterna dell’acqua. Il concorso è gratuito e indirizzato a giovani writers su scala nazionale; possono partecipare singoli artisti o gruppi indipendenti (capitanati da un rappresentante) di creativi, a partire dai 18 anni di età.2.Sono ammessi a partecipare al concorso artisti che abbiano già realizzato o che siano in grado di realizzare su grandi superfici murarie writing e/o graffiti; stencil; wall painting. E’ consentito l’uso di tecniche miste, purchè idonee ad un’opera all’aperto. Gli spazi disponibili con relative misure e temi assegnati sono indicati nell’ allegato B; il candidato può scegliere lo spazio a lui più congeniale, nel rispetto del tema proposto. Per candidarsi occorre inviare entro e non oltre il 10 aprile 2016 la seguente documentazione:
– modulo di partecipazione (in allegato al bando e disponibile sul sito del Comune: www.comune.cengio.sv.it alla voce: bandi e concorsi) compilato in ogni sua parte, con una breve nota biografica;
– immagini fotografiche, chiare e di buona qualità, di almeno 2 lavori realizzati su muro in spazi consentiti;
– come pre-accredito, un BOZZETTO su carta o cartone formato A3, con l’idea generale dell’opera che si intende realizzare su muro;
– il bozzetto dovrà riportare sul retro il nome dell’autore, il tema per cui concorre e il numero di pannelli del muro che si intende sfruttare. Gli elaborati non verranno restituiti; tutti, anche quelli esclusi, durante l’happening e nei giorni successivi verranno esposti in mostra collettiva a Palazzo Rosso. La documentazione richiesta deve essere inviata per posta o consegnata a mano presso COMUNE DI CENGIO – SETTORE CULTURA entro e non oltre il 10 APRILE 2016 al seguente indirizzo:

COMUNE DI CENGIO – SETTORE CULTURA
Piazza Martiri Partigiani 8
17056 Cengio SV
specificando: bando di concorso “Per un muro a regola d’arte” – 3° edizione.
Per info: danielaolivieri@virgilio.it

Per saperne di più:
bando
scheda di iscrizione
sito www.comune.cengio.sv.it

CHEAP – Street Poster Art Festival
Scadenza: 11 aprile 2016

CHEAP

Quest’anno Cheap vuole provare a raccontare per immagini il tema del “limite”, inteso non solo come confine geografico tra stati territoriali, ma anche come livello massimo al di sopra e al di sotto del quale si praticano azioni, si vivono emozioni, si innalzano ostacoli e si costruiscono possibilità di cambiamento. Parlare di limite premette un concetto di misura, che nell’aritmetica del progetto di Cheap on Board coincide di fatto con la cornice di ogni singola bacheca su cui viene installato il lavoro di un artista selezionato tramite la Open Call e con il significato variabile che acquisisce il singolo poster quando è inserito in una cornice comune. Il limite è quindi inteso da Cheap come il margine oltre il quale la fantasia trova respiro, in una narrazione collettiva sui flussi migratori e sui mutamenti culturali, politici ed emozionali che innescano nelle nostre società. Il tema della Call di quest’anno vuole attivare due movimenti, cognitivi ed esperienziali: da un lato il ripudio del confine come linea divisoria tra popolazioni; dall’altro considerare il limite come punto strategico di osservazione per individuare nessi inattesi, seguire piste improbabili, giungere a immaginare nuove forme di socialità e convivenza multi culturale. Davanti a una sequenza di spazi espositivi statici e definiti, ci auguriamo che ogni sconfinamento inneschi una rete di possibilità espressive e relazionali. La call è aperta a tutti coloro che vogliono proporre progetti di poster art. La partecipazione, gratuita, può avvenire singolarmente o in gruppo; i collettivi verranno comunque considerati come persone singole.

Ciascun candidato o gruppo può partecipare proponendo da uno a tre opere, che devono pervenire all’organizzazione del Festival entro e non oltre le 24.00 (ora italiana) del 11 aprile 2016. I lavori devono essere inseriti – insieme al modulo di adesione compilato e firmato, scaricabile dal sito – in una cartella nominata con il nome e cognome del singolo artista o del collettivo e inviati a artisti@cheapfestival.it con una semplice email o attraverso un programma di file sharing.

Le opere possono essere realizzate con le seguenti tecniche: grafica vettoriale, illustrazione, fotografia, collage. Ciascun partecipante può inviare da 1 a 3 poster (opere). I poster devono essere tassativamente in bianco e nero (tutta la scala di grigi compresa). Ciascun file deve pervenire in formato .pdf o .jpg. Le dimensioni del formato devono essere tassativamente 70×100 cm (verticale) oppure 100×70 cm (orizzontale). La risoluzione del file 300 dpi. Ciascun file deve essere nominato come da esempio: numero immagine, nome artista, misura.
01_mario_rossi_70x100 (nel caso il formato sia in verticale)
01_mario_rossi_100x70 (nel caso il formato sia in orizzontale)
Per aiutarvi nel lavoro troverete scaricabarile dal sito insieme al modulo d’adesione, una cartella (PSD_POSTER) che contiene due file già di misura 70×100 cm e 100×70 cm in formato .psd. USATE QUESTI DUE FILE COME BASE PER IL VOSTRO POSTER verticale o orizzontale. Vi basterà inserire sopra al livello grigio nominato IMMAGINE il vostro lavoro e scrivere nome e cognome o nome d’arte, nel livello testo chiamato NOME/NAME, poi salvare il file in formato .pdf o .jpg e nominarlo come indicato sopra. I file hanno già all’interno un livello bloccato nominato CHEAP, che non deve essere cancellato o coperto. Lo staff di CHEAP si riserva il diritto di selezionare i lavori caratterizzati da originalità e spiccate caratteristiche estetiche e comunicative.

Per ulteriori informazioni:
mail artisti@cheapfestival.it

Crash test” – teatro
Scadenza: 15 aprile 2016

Crash test

La quinta edizione del festival per il teatro contemporaneo si presenta come una gara di proposte, un concorso di idee. Un’officina, uno spazio aperto, una possibilità. L’Associazione Culturale “Livello 4“, in collaborazione col Comune di Valdagno, istituisce nell’anno 2016 la quinta edizione del concorso CrashTest dedicato ad opere di Teatro di sperimentazione, performativo, di ricerca, legato al contemporaneo. L’obiettivo di questa iniziativa è quello di offrire alle giovani compagnie teatrali uno spazio dove esporre i propri lavori, favorendo la diffusione e il confronto tra i nuovi soggetti del teatro italiano. CrashTest nasce con la volontà di essere un’occasione di scambio e scoperta culturale per il territorio, un moto artistico, una ricerca di reciprocità tra le persone e le arti. I lavori da presentare a questa quinta edizione di CrashTest – Collisioni di Teatro Contemporaneo dovranno avere a che fare con il tema: DECIBEL Scenari Sonori. Gli spettacoli e i laboratori proposti si interrogheranno sul tema del suono nel lavoro artistico. Uno spettacolo di ricerca difficilmente può prescindere dalla sperimentazione sonora. Ci interessano progetti artistici che indaghino le potenzialità dell’uso della voce e/o del suono, sia esso musica dal vivo, suono registrato, campionature, progetti musicali costruiti ad hoc, o semplicemente brani editi scelti per incorniciare, accompagnare, elevare ciò che esprimono le immagini, atmosfere, rumori, o anche il silenzio, come scelta artistica. Insomma, tutto ciò che si aggiunge al senso della vista, tutto ciò che può rendere uno spettacolo un’esperienza uditiva. Che valore ha il suono in teatro? Esistono spettacoli nati attorno ad una drammaturgia sonora? Quante possibilità ha la voce del performer? Quali strade hanno aperto le nuove tecnologie in questo campo?
Il suono mantiene ancora oggi il potere evocativo, emotivo, immaginifico che aveva nel teatro greco o nel teatro elisabettiano? Infine, nell’epoca dell’egemonia dell’immagine è ancora possibile ‘toccare‘ lo spettatore attraverso gli altri sensi?
Possono partecipare compagnie o singoli artisti residenti in territorio italiano o europeo. È possibile concorrere con un solo lavoro. Non saranno accettati lavori in forma di studio ma solo spettacoli compiuti. È esclusa la partecipazione ai vincitori della precedente edizione di CrashTest. I progetti dovranno pervenire all’ente organizzatore attraverso l’apposita procedura online all’indirizzo www.crashtestfestival.it/iscrizione.
Il modulo richiede curriculum, schede artistica e tecnica del progetto e link al video integrale dello spettacolo (insindacabile). Alle compagnie selezionate verranno chiesti in seguito ulteriori materiali utili alla promozione dell’evento. Il materiale dovrà essere inviato entro e non oltre il 15 aprile 2016.

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile contattare l’organizzazione all’indirizzo info@crashtestfestival.it. Tra i finalisti, una giuria artistica composta da personalità del teatro italiano decreterà l’opera vincitrice, alla quale andrà il Premio CrashTest 2016 del valore di 2000 €. La premiazione si svolgerà il giorno 4 settembre 2016. All’opera vincitrice è fatto obbligo di citare in tutti i materiali promozionali, nulla escluso, e in ogni futura rappresentazione, il riconoscimento ottenuto: Vincitore del Premio CrashTest 2016. Oltre al Premio CrashTest vi sarà il Premio del Pubblico, semplicemente una segnalazione del gradimento degli spettatori.

Per ulteriori informazioni:
info@crashtestfestival.it
bando www.crashtestfestival.it/bando

Curability – Rigenerare spazi da condividere
Scadenza: 15 aprile 2016

Curability

Fondazione Unipolis promuove il bando “Culturability – Rigenerare spazi da condividere” per sostenere progetti culturali innovativi che danno nuova vita e riqualificano spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità economica, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti per riempire di creatività questi vuoti e restituirli alle comunità. Negli ultimi anni sono cresciute anche in Italia le esperienze di rigenerazione urbana. Iniziative differenti che vanno dal recupero di edifici abbandonati a percorsi di rivitalizzazione di quartieri periferici, passando per il riuso di spazi sottoutilizzati. In molti di queste realtà, la cultura rappresenta il punto di partenza per avviare progettualità dal forte impatto sociale, che nascono dal basso all’insegna di processi di collaborazione e co-progettazione tra cittadini, organizzazioni private e istituzioni pubbliche. All’origine, c’è la disponibilità di edifici inutilizzati (oltre sei milioni quelli mappati), ma anche la diffusione di nuove logiche di sostenibilità e partecipazione dei cittadini nel territorio. Tuttavia, sono ancora molti i limiti di questa tendenza, soprattutto per le difficoltà di coordinamento, la creazione di rapporti efficaci di partnership con il pubblico e la capacità di assicurare una effettiva sostenibilità economica nel tempo di queste esperienze. Per questo, Fondazione Unipolis indice un bando che si propone di intercettare e supportare proposte e progetti rappresentativi di questo modo di produrre e fruire cultura nei diversi territori del Paese.
Possono partecipare al bando: organizzazioni non profit e imprese private che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale, con sede in Italia e un organo di gestione composto prevalentemente da giovani under 35; reti di partenariato fra questi soggetti (il capofila deve rispettare i requisiti del punto 1, mentre i partner possono avere sede anche all’estero, presentare una natura giuridica diversa, non rispettare il requisito anagrafico); team informali composti prevalentemente da under 35.
La call è aperta dal 15 febbraio al 15 aprile 2016. Per partecipare invia il tuo progetto online seguendo questa procedura:
1) collegati su www.culturability.org e vai nell’area dedicata al bando;
2) leggi con attenzione il regolamento e vai nella sezione “Login e registrazione”; scegli l’opzione registrazione e inserisci: nome, cognome, email, password;
3) riceverai una mail per confermare la registrazione con un link che ti rimanderà alla pagina dove potrai inserire le tue credenziali e accedere alla sezione “Compilazione form”;
4) compila il modulo in tutte le sue parti (fino all’invio definitivo, potrai salvare il tuo progetto in bozza e modificarlo) e, una volta terminato, scegli l’opzione “Invia il modulo”.
Fondazione Unipolis mette a disposizione 400 mila euro, tra contributi economici per lo sviluppo dei progetti selezionati, attività di accompagnamento per l’empowerment dei team, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto. Le prime 15 proposte selezionate parteciperanno a un percorso di formazione. Tra queste, saranno poi scelti i 5 finalisti che riceveranno 50 mila euro ciascuno e continueranno l’attività di mentoring, pronti a… rigenerare spazi da condividere! Gli altri 150 mila euro saranno utilizzati per realizzare le attività di formazione e supporto, oltre che per i rimborsi spese.

Per ulteriori informazioni:
Roberta Franceschinelli
telefono 051.6437601
LU – GI ore 10/13 – 15/18 | VE ore 10/13

Fondazione Unipolis:
Via Stalingrado, 53
40128 – Bologna, Italia
tel +39 051 6437601
fax +39 051 6437600
info@fondazioneunipolis.org
www.fondazioneunipolis.org

I love GAI” – Registi under 40
Scadenza: 30 aprile 2016

I love GAI

Il concorso I love GAI nasce nel 2015 da un’iniziativa SIAE in collaborazione con Lightbox: dedicato ai giovani autori e registi italiani under quaranta, è aperto a opere di qualunque formato e genere con una durata massima di 30′, create dopo il 1 gennaio 2015. L’obiettivo principale è quello di scoprire e promuovere i giovani talenti italiani, per creare un circolo virtuoso tra creatività, produzione e industria cinematografica. Dopo la prima edizione, che si è tenuta al Palazzo del Cinema durante la 72. Mostra del Cinema di Venezia, I love GAI invita tutti i giovani registi italiani a candidare il proprio lavoro sul sito ilovegai.com, dove si richiede la compilazione del modulo di iscrizione entro il 30 aprile 2016. Tre giurati internazionali a settembre 2016, durante la 73.Mostra del Cinema di Venezia, decreteranno il corto vincitore e i premi speciali. Sono previsti premi per i corti in competizione, la cui natura sarà comunicata sul sito dell’iniziativa. I love GAI si avvale di un comitato di selezione composto da Nicola Giuliano, uno dei fondatori di Indigo Film, che ha prodotto tra gli altri La grande bellezza di Sorrentino; Andrea Purgatori, giornalista, attualmente presidente di Greenpeace Italia e nel Consiglio di Gestione di SIAE; Mara Sartore, già direttrice del festival di cortometraggi Circuito Off, attualmente direttrice della società di comunicazione Lightbox.

Per ulteriori informazioni:
info@ilovegai.com
ilovegai.com

Che cos’è l’archivio?
La banca dati online dei Giovani Artisti di Ravenna è una radiografia della giovane scena artistica della città di Ravenna e provincia. Contiene le schede di creativi emergenti, che operano con obiettivi professionali nelle diverse discipline artistiche e che si sono iscritti all’ufficio GAI della città di Ravenna.

Come ci si iscrive?
Si può inviare il proprio curriculum vitae e materiale fotografico via email a info@mirada.it, ma bisogna spedire anche la liberatoria per la privacy regolarmente firmata. Oppure ci si reca allo sportello giovani artisti del Comune di Ravenna aperto ogni giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18 presso Palazzo Rasponi dalle Teste, Piazza Kennedy – ingresso via Longhi.

L’iscrizione è possibile per tutte le categorie artistiche, basta avere meno di 35 anni.
www.giovaniartistiravenna.org

La nostra rivista
G.I.U.D.A. n.4 Geographical Institute of Unconventional Drawing Arts
All’interno fumetti, testi e illustrazioni di Armin Barducci, Mara Cerri, Gianluca Costantini, Darkam, Ciro Fanelli, Magda Guidi, Marco Lobietti, Rocco Lombardi, Angelo Mennillo, Nicolo Pellizzon, Liliana Salone, Alice Socal, Elettra Stamboulis.

Contatti
Associazione Mirada
Via Mazzini n.83, 48121 Ravenna
Tel. 0544.217359
info@mirada.it

https://www.facebook.com/associazionemirada

Giuda edizioni
Via Mazzini n.83, 48121 Ravenna
Tel. 0544.217359
info@giudaedizioni.it
www.giudaedizioni.it
@Giudaedizioni

https://www.facebook.com/GIUDAedizioni

Sportello giovani artisti / Informagiovani
Comune di Ravenna Assessorato Politiche giovanili – Palazzo Rasponi Dalle Teste 
via Lognhi
Tel. 0544.216283
www.giovaniartistiravenna.org

Fonte: Archivio Giovani artisti di Ravenna

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.