Carmine Di Giandomenico: riuscirà il disegnatore a entrare nel Guinness dei primati?

big_carmine-di-giandomenicoCarmine Di Giandomenico, uno dei disegnatori italiani più importanti del panorama internazionale, lancia una sfida da Guinness dei Primati. Non si tratta di un’iperbole, ma di una constatazione e di un annuncio ufficiale.

Tutto parte da OUDEIS, l’originale rilettura in chiave cyber-fantasy del personaggio omerico di Ulisse, nonché prima opera di Carmine Di Giandomenico come autore completo, pubblicata nel 2004 da saldaPress. Il piano originale dell’opera prevedeva l’uscita di dieci volumi, corrispondenti al numero di anni passati da Ulisse lontano da Itaca, ma gli impegni dell’autore – sempre più numerosi – con Marvel Comics e altri editori hanno fatto slittare il progetto.

Ora OUDEIS troverà una conclusione da Guinnes. A cavallo tra il 10, l’11 e il 12 giugno, durante la manifestazione Teramo Heroes, Di Giandomenico proverà a disegnare il finale della storia nel corso di una maratona della durata di 48 ore. Durante la non-stop, Di Giandomenico realizzerà 56 tavole 70×100 senza dialoghi, con una base a matita e una finitura a mezzatinta. L’obiettivo è quello di superare l’attuale record, detenuto da un artista americano che realizzò nello stesso arco di tempo 22 tavole.

In seguito, saldaPress ripubblicherà in una nuova edizione i primi due capitoli di OUDEIS e il nuovo, decimo e ultimo capitolo da Guinness.
OUDEIS troverà così compimento. Un compimento destinato, come tutti si augurano, a entrare ufficialmente nel Guinness dei Primati, aggiungendo un prezioso tassello alla straordinaria carriera di Carmine Di Giandomenico.

Fonte: Saldapress

Jacopo Cerretti

Classe '90, cresciuto a pane (tanto) e comics con approccio disinteressato, negli ultimi 3 anni ho sviluppato un vero e proprio amore per il fumetto grazie in primis all'indagatore dell'incubo, i colleghi di casa Bonelli e alle poesie grafiche di Gipi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.