Dylan Dog: una mostra da paura

I SUOI PRIMI 30 ANNI

IMG_7190

Durante l’allestimento

Non sembra possibile, eppure alla fine ci siamo arrivati: 30 anni! Sintomo incontrovertibile del trascorrere inesorabile del tempo, con la magra consolazione di averlo comunque fatto in compagnia. A celebrazione di questo evento così importante, l’organizzazione di Collezionando ha deciso di dedicare una mostra sull’indagatore dell’incubo. Accadrà per un’intera settimana partendo da domani 2 aprile e sarà un godimento per gli occhi, principalmente per tutti coloro che non hanno avuto mai l’occasione di poter abbracciare in un sol colpo l’intera collezione. A corredo dell’esposizione troverete molte schede esplicative e diversi approfondimenti, ma la parte del leone è comunque riservata a lui, quel Dylan Dog che contro ogni cambiamento di moda è ancora lì pronto a gettare sul tavolo l’ennesima discussione. Questa sarà comunque l’occasione buona per avere anche un quadro indicativo di quello che rappresenta in senso collezionistico la testata di Dylan Dog, composta da un’infinità di sotto serie, numeri introvabili, speciali e pubblicazioni parallele sconosciute per lo più al grande pubblico. Saranno presenti alcuni albi “particolari” di grande curiosità, come ad esempio il rarissimo albo, autorizzato da Bonelli, tutto in dialetto friulano o altre chicche che varrà la pena di scoprire visitandola. La mostra è gratuita e si terrà, contrariamente all’avvenimento fieristico, dentro il centro storico, presso il foyer del Teatro del Giglio, collocato nell’omonima piazza.

IMG_7192

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.