American Alien, la serie che ha (re)inventato Superman

SMAA-Cv1-09689Sin dal suo lancio nel lontano 1938, dalle menti di Jerry Siegel e Joe Shuster sulle pagine di Action Comics, la figura di Superman ha rappresentato un punto di svolta nel mondo del fumetto e una fonte d’ispirazione per i creatori negli anni a venire. Quell’alieno dai tratti tipicamente umani e dai poteri divini si ergeva al di sopra della popolazione comune come simbolo di speranza per un futuro migliore, dopo i tristi eventi dei conflitti mondiali e dell’utilizzo indiscriminato di armi dal potenziale sempre più elevato. Con il tempo molteplici autori e disegnatori si sono avvicendati, cercando di destreggiarsi nella complessa continuity di DC Comics, per narrare le gesta di un essere dalle potenzialità incredibili e (quasi) del tutto invincibile. Questa lunga vita editoriale sembrava però giunta recentemente ad un periodo di impasse, complici un susseguirsi di cross-over inconcludenti e una non proprio chiara linea editoriale.2016-03-20-supermanamericanalien

Con grande sorpresa, durante l’estate 2015, è stata annunciata una mini-serie di sette numeri intitolata Superman: American Alien, scritta da Max Landis (figlio del regista John Landis). Lo sceneggiatore rivisita così, nel corso dei 7 numeri ancora in corso di pubblicazione, dei capitoli fondamentali nella storia di Kal-El. Il prodotto finale offerto da Landis è una vera propria boccata d’ossigeno per un personaggio circondato da un’impressionante mole di mitologia: i dialoghi sono freschi e taglienti, gli spunti di riflessione offerti sono molteplici.

Si parte nel primo numero con l’infanzia difficile di Clark, con la paura di poter ferire i propri cari (ed in particolare Martha e Jonathan) “a causa” dell’arrivo dei suoi incontrollabili poteri, evento che scatenerà in lui un senso di profonda vergogna e rabbia per la sua natura “aliena”. Nel secondo invece si analizza “la scintilla” che ha trasformato un teenager in un eroe capace di sacrificare se stesso e la propria incolumità per proteggere gli altri, costellato da dubbi e perplessità sul suo operato e sulla morale che dovrà adottare. Nel terzo invece il topoi cardine è il richiamo di fama e potere. A guidare il nostro protagonista, in una sorta di viaggio interiore tra l’iniziale rifiuto e il successivo coinvolgimento in una società non conforme ai suoi canoni, troveremo Barbara Minerva (Cheetah). Il quarto capitolo sarà una corale riflessione sulla crescita di Clark e dei suoi alleati (e nemici) all’interno di questo DC Universe. Nel quinto e ultimo numero avremo il cambiamento definitivo da vigilante a supereroe a tutti gli effetti, con co-protagonisti d’eccezione. Lois Lane costante di discussione sulla figura di Superman e sulla sua importanza, e Lex Luthor sfruttatore di un forte (quanto manipolabile) Parasite. Da sottolineare infine le varie backup stories a fine albo.

Il comparto della sceneggiatura, affiancato da artisti come Francis Manapul, Jock, Nick Dragotta, Jae Lee, Tommy Lee Edwards, Joelle JonesJonathan Case, in un perfetto mix tra classico e innovazione, crea una vera e propria rinascita per un personaggio iconico. Ancora una volta, come già accaduto in Multiversity di Grant Morrison, sono state mostrate le profonde potenzialità di una vasta gamma di disegnatori capaci di narrare, con il loro stile unico, momenti così unici e differenti tra loro.

La serie, ancora inedita in Italia, è stata annunciata da RW Lion, che ancora non ha chiarito le modalità di diffusione nel nostro paese. In definitiva questa serie è consigliata a tutti coloro che voglio leggere una (re)interpretazione di Superman attraverso una decostruzione ben riuscita o a quelli che, forte anche la recente uscita in tutte le sale di Batman v Superman cercheranno di approcciarsi all’eroe per la prima volta.

 2016-01-14-supermanamericanalien

Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Pietro Badiali scrive:

    Ciao, grazie per il commento. L’errore di battitura è stato corretto.

  2. V scrive:

    “durante l’estate 2015, è stata annunciata una mini-serie di sei numeri”
    “Lo sceneggiatore rivisita così, nel corso dei 7 numeri ancora in corso di pubblicazione”
    “Nel quinto e ultimo numero avremo il cambiamento definitivo”

    ???

  1. 23 aprile 2016

    […] Landis (e Jonathan Case). Questa volta la serie DC Comics, che vi abbiamo presentato durante questo approfondimento, ci catapulta in un viaggio nella costruzione dell’eroe. Gli amici di lungo corso di Clark […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.