Revolushow: Eris Edizioni pubblica il nuovo graphic novel di Falbo e Caligaris

Revolushow
Il peggio della TV e dei social network

Cover Revolushow_rgbRevolushow è un fumetto. Revolushow è una lunga diretta televisiva senza interruzioni dove il lettore diventa spettatore. Revolushow è il talk-show di punta di C.C.TV. l’emittente della City. “Sovverti la noia!” è lo slogan/hashtag della trasmissione. Il conduttore King Hashtag ha preparato per i suoi spettatori una grande sorpresa che renderà storica la puntata: ospite in studio ci sarà la persona che rappresenta il potere, quello vero, quello inscalfibile, colui che è a capo del “Bazura Empire”. Con il costante supporto dei social network verranno svelati i volti e i nomi di coloro che minacciano il “sistema” dell’uomo più potente che abbia mai varcato gli studi della C.C.TV. E mentre i telespettatori a casa stanno con il fiato sospeso, fuori, nel mondo, qualcosa si muove nelle strade, pronto a minacciare lo status quo che la trasmissione si accinge a celebrare.

Un fiume di hasthtag, personaggi assurdi, battute demenziali: Revolushow è un freakshow spietato, acido, scorretto e dissacrante, che riesce a contenere il peggio della nostra televisione e dei social network. Il nuovo graphic novel di Alessandro Caligaris, questa volta affiancato dalla penna di Antonio L. Falbo, è un’esplosione di cattiveria corredata da uno stile grafico disturbante. È qualcosa di completamente diverso rispetto a quanto il fumetto d’autore nostrano ci ha abituati e che (ri)scopre una certa attitudine del fumetto a farsi satira spietata dei nostri tempi senza rinunciare ai colpi di scena, alla violenza e al divertimento crudo e puro.

Un’anteprima di dieci pagine di Revolushow è stata presentata e distribuita gratuitamente a Lucca Comics and Games 2015. Il libro invece sarà presentato, contemporaneamente alla sua uscita nelle librerie e nelle fumetterie, al Napoli Comicon dove inoltre alcun tavole del libro saranno inserite all’interno di una mostra che ruota attorno al tema del fumetto e i media audiovisivi.

Un “freakshow” spietato, scorretto e dissacrante, che riesce a contenere il peggio della nostra televisione e dei social network. Una lunga diretta televisiva senza interruzioni dove il lettore diventa spettatore.

Info

Revolushow
200 pagine – 17 x 24 cm
Bianco e nero – Brossurato
17,00 €
ISBN 9788898644216
Collana Kina Fumetto
In distribuzione dal 26 aprile 2016

Abstract

RevolushowIl momento della messa in onda è vicino. Il telegiornale sta per passare la linea a Revolushow. Il pubblico in studio sta col fiato sospeso, nel camerino King Hashtag si prepara a una puntata storica. Ha una grande sorpresa per i suoi fan, fra pochi istanti intervisterà colui che rappresenta il potere, quello vero, quello inscalfibile, l’uomo che comanda il Bazura Empire. L’esperto di social-media del programma sta già preparando i suoi interventi per svelare i volti e i nomi di coloro che minacciano l’uomo più potente che abbia mai varcato le porte della C.C.TV. Anche i telespettatori a casa stanno col fiato sospeso, ma nel mondo, fuori, più di un’ombra si muove nelle strade, pronta a minacciare lo status quo che la trasmissione si accinge proprio a celebrare. Revolushow , tra colpi di scena, violenza e un fiume di hashtag, è una diretta televisiva senza interruzioni, con personaggi assurdi, battute demenziali e il peggio che il mondo distopico della City abbia mai partorito. Acido, grottesco e dissacrante, il nuovo graphic novel di Alessandro Caligaris, questa volta affiancato dalla penna di Antonio L. Falbo, è un’esplosione di cattiveria.

Biografie

Antonio Lorenzo Falbo (Torino, classe 1981) opera da anni come autore e video-maker. Ha incontrato la scrittura durante l’esclusivo corso quinquennale nella prestigiosa Scuola elementare statale. Nonostante i vari ripensamenti, da allora non l’ha più lasciata. Oggi vive tra Italia e Olanda. Tra le sue principali pubblicazioni i romanzi Bonding (2009, Edizioni Pendragon) e Finché brucia la neve (2014, Armando Curcio Editore), oltre a Selezione naturale, racconto vincitore della 33ma edizione del NeroPremio (pubblicato in eBook dal sito La Tela Nera). www.antoniolfalbo.it

Alessandro Caligaris, nato a Torino nel profondo degli anni ’80 dello scorso millennio, si è laureato all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Artista, autore di comics, illustratore, street artist, si considera soprattutto un coltivatore di Utopie e un feticista delle peggiori Teorie Cospirazioniste. Hoarders, il suo primo graphic novel, è uscito nel 2014 sempre per Eris Edizioniwww.alessandrocaligarisart.it

La collana

La collana Kina è un percorso di ricerca all’interno del mondo del fumetto che si propone di dar vita a opere fumettistiche dalla forte impronta autoriale, realizzate con una attenta e appassionata cura editoriale. Nel progetto trovano spazio sia opere di autori esteri che di italiani ed esordienti.

Eris Edizioni

Eris nasce a Torino dal bisogno di un gruppo di amici di essere motore e ricettacolo di una cultura condivisa, slegata dal concetto industriale di libro solo come prodotto e mai come opera. Una cultura condivisa libera di circolare: non ci accontentiamo degli slogan sui liberi saperi, vogliamo una cultura che viene da tutti e viene restituita a tutti tramite la voce di chi si sceglie autore e crea minuscoli tasselli che ci raccontano il mondo, appartenendo a questo. Vogliamo dare corpo e distribuire opere, non probabili successi economici, senza basare le nostre scelte sull’importanza di un autore ma solo sulla bontà della sua opera, con un occhio di riguardo a chi è esordiente e che ha diritto di essere scelto per quello che fa e non per quanto in libreria potrebbe fruttare.

Giusto un appunto: una policy elementare, Eris in nessun modo, con nessuna sua opera vuole favorire o favorirà il razzismo o atteggiamenti xenofobi, Eris è antisessista, contro ogni discriminazione di genere, antifascista e contro qualsiasi regime totalitario che privi l’uomo dei suoi diritti fondamentali.

https://www.facebook.com/erisedizioni

Fonte: Eris Edizioni

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l’albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l’interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all’amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...