C4 Classifica: le 10 battaglie DC Comics più memorabili

DC Comics

Benvenuti al secondo appuntamento dedicato alle battaglie e agli scontri più avvincenti nei comics. Nella prima classifica abbiamo scoperto quali sono state le 10 battaglie più memorabili della Marvel Comics. Ora è arrivato il momento della DC Comics, l’altro universo fumettistico che ospita  i supereroi più famosi di sempre: Superman e Batman! La storia editoriale della DC Comics risale addirittura agli anni ’30, immaginate quante migliaia di pagine sono state pubblicate fino ai giorni nostri! Figuratevi la difficoltà nel scegliere solo 10 storie da menzionare in questa C4 Classifica. Come sempre adotterò un criterio di giudizio prettamente personale e vedremo se le mie scelte accoglieranno il vostro favore. Enjoy!

10. Superman vs Flash

Chi è più veloce? Superman o Flash? Se leggete i comics, questa domanda ve la sarete posta almeno una volta nella vostra vita! Entrambi gli eroi hanno il potere della supervelocità e hanno più volte gareggiato l’uno contro l’altro nel corso degli anni; ma la gara più emozionante è stata quella orchestrata da Mxyzptlk. Il folletto della quarta dimensione organizza una vera e propria corsa che si estende per tutto il globo terrestre, comprensivi di traguardo e spalti per gli spettatori. I due eroi accettano la sfida e corrono per vincere. Superman è piuttosto convinto di avere una facile vittoria, ma verrà sconfitto proprio poco prima del traguardo, decretando Flash come l’uomo più veloce del mondo.

Letture consigliate: Superman Classic # 38 – Play Press

superman

9. Wonder Woman vs Batman

Batman e Wonder Woman sono entrambi paladini della giustizia e della legge, ma lei segue un codice comportamentale molto più antico rispetto a quello del cavaliere oscuro. Le origini dell’amazzone, infatti, hanno luogo nell’antica Grecia, un mondo governato da divinità imprevedibili e riti ancestrali. Lo scontro ha origine quando una donna vendica la morte della sorella, sedotta con promesse di un lavoro, ma costretta al violento mondo della prostituzione. Giungendo ai piedi di Wonder Woman come supplice, la donna invoca l’Hiketeia, un rituale che lega supplice e supplicato in un vincolo solenne, e chi  non lo rispetta è letteralmente sbranato dalle Erinni. Nel frattempo Batman sta cercando l’assassina, le cui tracce portano alla casa di Wonder Woman, che ha deciso di rispettare l’Hiketeia. Tra i due nasce uno scontro verbale, che sfocerà molto velocemente in uno fisico. Batman non può nulla contro l’amazzone, superiore sia in poteri che in tecnica di combattimento, e finisce presto schiacciato sotto i suoi stivali.

Letture consigliate: Wonder Woman Hiketeia – RW Edizioni

Hiketeia

8. Hal Jordan contro tutto il corpo delle Lanterne Verdi (Crepuscolo di Smeraldo)

Non importa se è stata la follia innescata dalla perdita di tutti i suoi cari o l’effetto dell’entità cosmica Parallax, fatto sta che un giorno l’eroe di mille battaglie, Hal Jordan, la Lanterna Verde più stimata in tutto il cosmo, dichiara guerra all’intero Corpo delle Lanterne e ai Guardiani dell’Universo. Le Lanterne Verdi si ritrovano improvvisamente costrette ad affrontare il loro vecchio e fidato collega e amico. Il corpo si stringe intorno a Oa, il pianeta dove è custodita la Batteria Centrale che detiene tutto il potere bramato da Hal Jordan. A ondate lo attaccano, ma nessuno lo ferma. I Guardiani tentano l’ultima disperata carta e chiamano in aiuto il loro nemico giurato Sinestro, ma questi morirà con il collo spezzato. Al passaggio di Hal rimangono solo cadaveri di Lanterne morte e, una volta giunto alla Batteria Centrale,  s’impossessa di tutto il potere di cui può impadronirsi. Hal Jordan non esisteva più: era nato Parallax.

Lettura consigliata: Lanterna Verde – Alba e crepuscolo – Planeta DeAgostini

lanterna

7. Superboy Prime contro tutti

Gli eventi della maxi saga Crisi Infinita sono tanti e non è il caso di doverli ricapitolare qui. In questo momento ci interessano gli scontri e come non menzionare la battaglia del malvagio Superboy che ha dichiarato guerra praticamente al multiverso? In fatto di poteri questo ex supereroe è di gran lunga una spanna superiore a qualsiasi personaggio che popola il mondo DC. I primi malcapitati a doverlo affrontare sono un altro Superboy (il clone di Kal El) e i Titani. Superboy Prime si farà strada tra di loro facendoli letteralmente a pezzi, decapitando, strappando arti e uccidendo i giovani eroi. La battaglia trova un momento di pausa, quando i Flash riuniti (ben tre Flash!) esiliano l’assassino lontano dalla Terra, ma il momento di pace è breve: Superboy trova un modo per tornare, più potente di prima. Uccide il suo alter ego buono e fa a pezzi una dozzina di Lanterne Verdi, viene bloccato da i due Superman più famosi: quello degli anni ’30 ormai un po’ attempato e quello moderno. Insieme riescono a spingere Superboy Prime attraverso il sole rosso intorno al quale ruotava un tempo il pianeta Krypton, senza poteri i tre precipitano su Mogo, il pianeta vivente che è anche una Lanterna Verde. Senza più superpoteri le sorti dello scontro si ribaltano, il giovane assassino viene pestato a sangue da Superman, che non si ferma fino a quando non rimane a terra svenuto. Superboy Prime è probabilmente il supercriminale con il kill rate di supereroi più alto in assoluto.

Lettura consigliata: Crisi infinita – Planeta DeAgostini

superboy prime

6. Deathstroke vs Justice League 

Flash, Lanterna Verde, Atom, Hawkman, Zatanna, Black Canary e Freccia Verde contro Deathstroke. Pensate che un intero gruppo di supereroi contro una sola persona sia uno scontro ingiusto? Allora non conoscete bene Deathstroke il Terminator, il secondo stratega più furbo del mondo (Il primo è Batman, ovviamente!). Gli eroi sono a caccia di un assassino e trovano lui a proteggerlo. Il primo ad attaccare è Flash, ma è messo fuori combattimento da una spada infilzata tra il braccio e la scapola, poi è il turno di Zatanna, zittita da un colpo diretto al fegato che non le permette di pronunciare i suoi incantesimi, Hawkman è separato dalle sue ali e cade a terra come un frutto maturo. Deathstroke si muove come in un balletto, ogni movimento è studiato ed essenziale, un fendente della spada taglia le cocche di Freccia Verde, un saltello e infila un cappuccio sulla testa di Black Canary in modo che non possa colpirlo con il suo urlo sonico, accende il suo mirino laser colpendo Atom in forma subatomica, che ingrandendosi è scaraventato contro Hawkman che proprio in quel momento sia stava rialzando. L’ultimo eroe ancora in piedi è Lanterna Verde, tra i due inizia un duello su chi detiene la forza di volontà maggiore. Se volete sapere come andrà finire, dovrete leggervi la saga: Identity crisis 😉

Lettura consigliata: Crisi d’identità – Play Press

identity crisis

5. Wonder Woman vs Superman

Il capo della società spionistica globale Check Mate, Max Lord, decide di assoggettare tutti i metaumani del pianeta, dando luogo al rocambolesco scontro tra le due star che impersonano il sogno americano: Wonder Woman e Superman. Il kryptoniano cade vittima del controllo mentale di Lord, che lo scaglia contro l’amazzone con l’unico scopo di ucciderla. La lista dei poteri di Superman è di gran lunga superiore a quella di Wonder Woman, ma lei è una guerriera nata e possiede delle armi micidiali. Superman la colpisce con la super forza, la congela con il suo super soffio, la brucia con la vista calorifica e le spezza il polso ma lei non si ferma. Il vero nemico è Max Lord. Wonder Woman lancia la sua tiara affilata come un rasoio alla giugulare del kryptoniano, ferita che sarebbe mortale per chiunque altro, ma che per Superman è solo un problema passeggero. Questo le fa guadagnare il tempo necessario, quel poco che le serve a raggiungere Lord e spezzargli l’osso del collo.

Lettura consigliata: Superman sacrificio – Planeta DeAgostini

wonder woman

4. Sandman vs Choronzon

Sandman è il padrone del regno del sogno, lui è eterno, esiste dagli inizi dei tempi e probabilmente continuerà a esserci anche dopo la fine. Anche se di natura divina, addirittura a Sandman capita di incappare in dei guai, come quella volta che dovette scendere negli inferi governati dall’angelo caduto Lucifero, per riappropriarsi del suo elmo ricavato con le ossa di un dio, che aveva smarrito. Qui incontra il demone Choronzon,  che adesso possiede l’oggetto che una volta apparteneva al Re dei Sogni. Sarebbe anche disposto a riconsegnarlo, ma solo a patto che il re dei sogni accetti una sfida a duello. Lo scontro si terrà tramite un vecchio gioco che fanno anche i bambini: un giocatore deve scegliere e dire un qualsiasi elemento presente nella realtà, l’opponente dovrà rispondere con un altro elemento che sconfigga quello scelto prima, il gioco finisce quando uno dei due non sa più cosa rispondere. Ecco come è andato il duello, la prima parola spetta al demone:
Choronzon: “Sono un lupo spietato che attacca la preda.”
Sandman: “Sono un cacciatore a cavallo che trafigge il lupo.”
C: “Sono un tafano che punge il cavallo, che disarciona il cacciatore.”
S: “Sono un ragno a otto zampe che mangia il tafano.”
C: “Sono un serpente dal morso letale che divora il ragno.”
S: “Sono un bue dalla zampa possente, che schiaccia il serpente.”
C: “E io sono un antrace, batterio dei bovini dall’azione letale.”
S: “Sono un mondo nello spazio infinito, un mondo fertile.”
C: “Sono una nova che esplode e distrugge il pianeta.”
S: “Sono l’universo che avvolge ogni cosa e ingloba la vita.”
C: “Sono la non-vita. La bestia del giudizio eterno. Il buio alla fine di ogni cosa. La morte degli universi, degli dèi e dei mondi… Di tutto…”
Lo scontro termina con Sandman che risponde di essere la “La speranza”, vincendo il duello.

Lettura consigliata: Sandman – Preludi e notturni – RW Edizioni

3. Superman vs Doomsday

“Kraang Kraang Kraang”, i pugni di Doomsday riecheggiano nella sua cella sotterranea, producendo sempre lo stesso cupo suono, come se il destino stesse bussando alla porta di Superman. È così che inizia la saga de La morte di Superman. Una misteriosa creatura sfugge dalla sua prigione e inizia una folle corsa di uccisioni e distruzione. Niente riesce a fermare Doomsday. Tra tutti gli eroi, l’unico che rimane ancora in piedi è Superman, deciso fermamente di bloccare la creatura a Metropolis, prima che distrugga l’intera città. L’epicità dello scontro non conosce eguali: forse per la prima volta nella sua lunga carriera di protettore della Terra, Superman non frena i suoi colpi. Nessuno dei due rivali riesce a prevalere sull’altro, tant’è che entrambi moriranno alla fine dello scontro.

Lettura consigliata: La morte di Superman – RW Edizioni

doomsday

2. Batman vs Joker

Batman e Joker sono due pazzi fuori di testa che dovrebbero essere rinchiusi in una struttura d’igiene mentale a vita. Il primo se ne va in giro di notte a pestare i delinquenti vestito con un mantello nero, una maschera con delle corna e sul petto ha il disegno stilizzato di un pipistrello; il secondo crede di essere divertente, si concia come un pagliaccio e semina terrore per le strade, uccidendo chi gli capita. Era destino che divenissero acerrimi nemici. In una delle loro molte scorribande, il Joker passa il limite: si presenta a casa di Gordon, il commissario della polizia di Gotham City, spara alla figlia, lesionandole la spina dorsale, e lo rapisce. Il suo piano è di farlo impazzire, costringendolo, dopo sevizie e torture, a guardare le foto della povera figlia denudata e morente. Joker invita Batman “alla festa” per mostrargli che chiunque potrebbe perdere il senno quando si tocca il fondo, ma non è così: Gordon è un uomo di legge e riesce a rimanere lucido. Batman vorrebbe fare a pezzi Joker, se le suonano di santa ragione, ma il cavaliere di Gotham lo sconfigge facilmente. Invece di finirlo però, tenta di parlargli, gli propone di “sotterrare l’ascia di guerra”, magari ha bisogno di aiuto per guarire e lui è pronto a darglielo. Di tutta risposta Joker gli racconta un barzelletta (!).

Lettura consigliata: Batman – The Killing Joke – RW Edizioni

batman killing joke

1. Batman vs Superman

Lo scontro dell’anno: Batman contro Superman! Nell’ormai classico graphic novel di Frank Miller, Il ritorno del cavaliere oscuro, Batman deve spiegare due cosette a Superman, che in quel futuro distorto e distopico era diventato una marionetta del governo corrotto. Ma si sa, Batman non è bravo con le parole, costruisce un’armatura, si allaccia alla corrente della città e dichiara guerra all’azzurrone. Superman fa a pezzi velocemente l’armamentario di Bruce, ma quello era solo un diversivo, la vera arma è la Kryptonite! Superman rimane totalmente inerme al minerale, dando modo a Batman di sbatacchiarlo per bene. Il conflitto viene interrotto bruscamente dall’attacco di cuore di Bruce Wayne, ma non vi preoccupate è solo un altro piano per uscire di scena senza lasciare troppe domande aperte.

Lettura consigliata: Batman – Il ritorno del cavaliere oscuro – RW Edizioni

batman

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.