[Esclusiva] C4 Chiacchiere con… Daniele “Gud” Bonomo

ManifestoArfA4I giorni 20, 21 e 22 maggio torna a Roma ARF!, il festival romano interamente dedicato a fumetto e narrazione. Con questa seconda edizione, ARF! cambia location e si sposta presso gli spazi de La Pelanda, il complesso di produzione culturale del MACRO Testaccio.
La prima edizione della giovane manifestazione romana è stata caratterizzata da una serie di appuntamenti incentrati su ogni tipo di storytelling: dalle caratteristiche di una sceneggiatura cinematografica alle regole segrete del fumetto, passando per illustrazione e incontri musicali. La nuova edizione di ARF! sembra promettere ancora di più, con una lunghissima lista ospiti, tante mostre e altrettanti workshop e incontri.
Abbiamo intervistato Daniele “Gud” Bonomo, uno degli organizzatori di ARF!, nonché autore di volumi a fumetti pubblicati da Tunué, nella speranza di strappargli qualche anticipazione per ARF! 2016. Buona lettura!

C4 Comic: Ciao Daniele, di solito lasciamo le presentazioni ai diretti interessati, ti va di raccontarci chi sei?
Daniele Bonomo: Ciao, sono Daniele Bonomo anche se qualcuno mi conosce come Gud e, più o meno dal 2001, lavoro nel mondo del fumetto, come autore, insegnante, divulgatore. Ma in questa occasione sono qui a rispondere alle domande in veste di organizzatore (insieme a S3Keno Piccoli, Paolo Campana, Fabrizio Verrocchi e Mauro Uzzeo) di ARF! Festival di Storie, Segni e Disegni.

gudC4C: Quando avete deciso che c’erano le condizioni per procedere con una seconda edizione di ARF?
DB: Dal 25 maggio 2015, il giorno dopo la prima edizione, ci siamo messi da subito al lavoro per organizzare la seconda edizione, quella che potrete vivere dal 20 al 22 maggio al MACRO di Testaccio di Roma. Le condizioni non c’erano, come non c’erano neanche per la prima edizione, ma c’è la passione e la volontà di restituire a Roma un Festival che porti al centro il Fumetto, i suoi Autori, le Case editrici e i Lettori.

C4 Comic: L’anno scorso avete avuto pochi mesi per organizzare il festival. Cosa è cambiato con il tempo a disposizione per ideare questa seconda edizione? Pensi di essere cresciuto anche come organizzatore?
DB: Prima, durante e dopo la prima edizione, abbiamo raccolto molti feedback, alcuni positivi, altri negativi ma tutti molto propositivi. A testimonianza che siamo ancora in molti a tenere al Fumetto e a pensare che possa e debba vivere un evento a lui dedicato. Con questo bagaglio stiamo cercando di migliorare l’esperienza dello scorso anno. Abbiamo cambiato la location, il MACRO è grande quasi il doppio rispetto lo scorso anno. Abbiamo potenziato la comunicazione per fare in modo che il Festival arrivi anche al di fuori del mondo del fumetto. Un esempio in questo senso è la collaborazione con ATAC e la presenza di ARF! nella metropolitana con due stazioni personalizzate (ANAGNINA e GARBATELLA) e centinaia di manifesti su tutte le linee. Siamo riusciti, in collaborazione con il COMICON di Napoli, a portare una mostra di Hugo Pratt per un mese (fino al 24 maggio 2016) all’interno del MACRO, cosa che sta interessando un pubblico molto vasto e che di sicuro gioverà anche al Festival. L’idea è quella di far diventare maggio il mese del fumetto a Roma.

arf 2016C4 Comic: Senza anticipare troppo del nuovo programma, qual è la novità 2016 di cui vai più fiero?
DB: Avete già letto sbirciato il sito?
Letto il programma della sala incontri, dell’ARF! Kids, della Self ARF!, Della JOB ARF!, I nomi coinvolti nelle mostre, gli espositori, l’ARFabeto e le MasterclARF?
L’ARF!, tutto, è una cosa di cui andiamo fieri. E qui il plurale è d’obbligo perché a organizzare l’ARF! siamo in cinque.

C4 Comic: Uno dei tuoi ruoli specifici all’interno dell’organizzazione è quello di responsabile dell’area ARF!Kids; cos’hai in serbo per i piccoli ARFers, quest’anno?
DB: L’ARF! Kids è stata una delle aree che ci ha regalato maggiori soddisfazioni lo scorso anno, quindi per questa edizione l’abbiamo potenziata, coinvolgendo autori, case editrici, scuole e associazioni per rendere l’esperienza dei giovani lettori sempre migliore. Tanti laboratori gratuiti, letture e in collaborazione con La Libreria dei bambini , tanti libri scelti apposta per il pubblico 0-12 che, anche quest’anno, entra gratuitamente.

C4 Comic: A livello personale, stai lavorando a qualche nuovo progetto fumettistico o al momento sei completamente assorbito dall’organizzazione del festival?
DB: In teoria sto finendo lo storyboard del secondo libro di Timothy Top, per la collana TipiTondi di Tunué. In teoria…

C4 Comic: L’anno scorso avevate accennato alla possibilità della creazione di premi appositi da assegnare nel corso della prossima edizione di ARF!. Ci sono novità che puoi svelarci, in merito?
DB: Qui non posso rivelarti molto, mi limito a risponderti con quello che potete leggere nel programma online. Domenica alle ore 13.15: Cerimonia di consegna del primo Premio Lorenzo Bartoli.

locandina-hugo-pratt-incontri-e-passaggi-roma-2016-717x1024-1C4 Comic: Rispetto alla scorsa edizione, quanto spazio verrà dato alla mostra-mercato e agli espositori?
DB: La presenza degli editori è cresciuta rispetto allo scorso anno, così come lo spazio a loro dedicato. La lista è lunga e comprende un’ottima rappresentanza del mercato editoriale italiano, dalle piccole autoproduzioni fino alle più grandi realtà del fumetto popolare. Trovate l’elenco qui: http://www.arfestiv.al/2016/espositori/.

C4 Comic: Il cambio di location dall’Auditorium del Massimo alla Pelanda MACRO Testaccio dimostra quanto credete nelle potenzialità della manifestazione; facendo i debiti scongiuri, dove pensate di arrivare con ARF! e come pensi potrebbe cambiare l’evento da qui a cinque anni?
DB: Non so se tra cinque anni staremo ancora qui a parlare di ARF!, lo spero. Quello che vorremmo è avere sempre il Fumetto come faro per l’organizzazione del Festival e, col tempo, far diventare maggio il mese del Fumetto a Roma.

C4C: Terminiamo con la domanda emblematica di C4Comic: qual è la tua kryptonite?
DB: La pioggia.

Ringraziamo nuovamente Daniele per il tempo che ci ha dedicato e auguriamo a lui e agli altri ARFers anni e anni di successi a fumetti!

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 23 settembre 2016

    […] Top libro uno: verde cinghiale (di Gud) in nomination nella categoria Miglior libro per […]

  2. 4 dicembre 2016

    […] prevede l’ennesimo at-tacco alla cittadina di Bratisbona. Dopo il successo di Verde cinghiale Gud torna con un fumetto alieno ed energico, che partecipa alla discussione su temi attuali come il […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.