[SPOILER] Civil War II: svelata la prima vittima del nuovo conflitto Marvel Comics

Era chiaro fin dal principio che Civil war II avrebbe fatto almeno una vittima tra i personaggi di maggior rilievo di casa Marvel.
La morte avvenuta questa settimana, sulle pagine della miniserie scritta da Brian Micheal Bendis e disegnata da David Marquez, probabilmente provocherà forti reazioni tra i lettori.

Sarà infatti James Rhodes, alias War Machine, a cadere in una battaglia contro Thanatos.
Questo sviluppo della storia, potrebbe divenire elemento di controversie; War Machine è infatti un personaggio che negli ultimi anni ha acquisito sempre più visibilità, grazie anche allo spazio ricevuto nelle pellicole cinematografiche. È inoltre uno dei pochi supereroi neri di alto profilo nell’attuale universo Marvel.
Già nel 2006, quando uscì l’originale Civil War, la morte dell’eroe afroamericano Golia suscitò diverse polemiche.

Tale decisione, però, non è stata presa a cuor leggero, dichiara l’editor di Civil War II Tom Brevoort. La fine del personaggio era necessaria per ciò che War Machine rappresentava per i due protagonisti; da un lato c’è la longeva amicizia con Tony Stark, dall’altro la relazione amorosa che lega James Rhodes a Carol Danvers.
Il supereroe perderà la vita durante un attacco contro Thanatos, in un’azione pianificata dall’inumano Ulysses. Tony Stark era già scettico all’idea di utilizzare i poteri di Ulysses: questo evento diventerà quindi  la scintilla che darà inizio al conflitto.

Un altro personaggio importante il cui destino è stato lasciato in sospeso è She-Hulk, che vediamo in fin di vita nelle ultime pagine del primo capitolo.
Per ulteriori chiarimenti bisognerà attendere i prossimi episodi, aspettandoci comunque l’uscita di scena di altri grandi supereroi: come suggerisce parte della sinossi del terzo volume: One of the biggest heroes in the Marvel Universe will fall!

fonte: CBR

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.