Superman vs Muhammad Ali: storia di un incontro epico

999Ieri è scomparso Muhammad Ali, uno degli atleti e delle icone pop più importanti del secolo scorso. Nel 1978 il mondo del fumetto, e in particolare DC Comics, aveva deciso di omaggiarlo con un albo extra-size intitolato Superman vs Muhammad Ali. In questa storia di 96 pagine, scritta da Dennis O’NeilNeal Adams e con le matite di Dick Giordano e Terry Austin, vediamo il sovrano extraterreste Rat’Lar sfidare il più grande combattente della Terra in uno scontro con il suo campione della razza Scrubb.

A questo appello rispondono Superman e Muhammad Ali, che saranno così costretti ad un incontro alla pari (Clark perderà infatti in quell’occasione i suoi leggendari poteri) per poter determinare il migliore tra i due. Dopo uno scambio di pugni trasmesso in mondovisione, Ali riuscirà a vincere tutti e due gli incontri, anche quello con Hun’Ya, prevedendo anche il round in cui il suo avversario andrà a terra.

Q1289329922uesto albo, seppur con tutte le ingenuità del caso, ha segnato per sempre il medium elevando e portando la testata Action Comics a contatto con una fetta molto più grande di pubblico (dopo altri incontri celebri). Sin dalla genesi della sua cover, nella quale possiamo riconoscere fianco a fianco Frank Sinatra, Lucille Ball, Tony Orlando, Johnny Carson, i The Jackson 5, Wonder Woman, Batman, Green Lantern e molti altri.

Stando alle parole dello storico Bert Randolph Sugar, membro della Boxing Hall of Fame, la scelta di Cassius Clay (questo il vero nome di Ali prima della conversione all’Islam) per uno scontro così bizzarro è stata ponderata sulla base di una serie di motivi. La sua figura ha infatti trasceso lo sport, arrivando a diventare un vero e proprio simbolo per ragazzi di ogni ceto sociale, di ogni razza e religione (così come Superman).

Una leggenda narra che Ali prima di concedere i diritti sulla propria immagine abbia chiesto esplicitamente che la sua controparte cartacea scoprisse l’identità segreta di Supes (e che probabilmente alcuni dialoghi siano stati scritti proprio da lui).

SvA_full
d9c57edb0c81ce59adfdaef37d9bc330Quest’anno, in occasione del Instore Convention Kickoff, la Distinta Concorrenza aveva annunciato un remake di questa fortunata storia, con protagonista un’infiltrata Harley Quinn. Al tavolo di disegno troveremo la leggenda Neal Adams, a dimostrazione dell’importanza e dell’iconicità ancora oggi di una storia di questo calibro. Un progetto figlio della sua epoca, in cui la profonda ondata di autorialità e una visione del tutto più vicina alla scena indipendente ancora non avevano fatto il proprio corso, che forse quest’oggi verrebbe deriso senza pietà. Ma probabilmente non c’è nulla di meglio per risvegliare il proprio senso di sospensione della realtà e tornare a guardare per un attimo il mondo del fumetto con uno sguardo più infantile.

Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.