Comics & Music: 5 dischi dalla collezione di… Morgan Lost

Morgan

Previously on Comics & Music…Ci siamo lasciati con i dischi che non possono mancare nella collezione di Dylan Dog, quest’oggi andremo a “spulciare” la musica preferita (o presunta tale) di un altro eroe eternamente tormentato: Morgan Lost.
Sebbene la creatura di Chiaverotti non abbia ancora compiuto il primo anno di vita si è già imposta come personalità di spicco nella scuderia degli eroi di casa Bonelli. Augurandovi un buon ascolto partiamo con i 5 album che sicuramente Morgan Lost ascolta durante le notti insonni (quando non è impegnato a prendere a calci nel sedere la solita faccia da coniglio di turno).

Supporto musicale utilizzato: vinile/mp3

1) Led Zeppelin: Led Zeppelin

Per giustificare la scelta di questo disco probabilmente Morgan Lost vi chiederebbe di guardare in cielo. Il dirigibile presente nelle copertina dell’album potrebbe essere uno degli innumerevoli che affollano i cieli costantemente in tempesta della sua città. Nel loro primo album i Led Zeppelin sfoderano un suono genuino e potente con pezzi calibrati e martellanti come il brano di apertura Good Times Bad times, su Dazed And Confused sono abbastanza convinto che Morgan abbia versato più di una lacrima… Been dazed and confused/for so long it’s not true./I wanted a woman,/never bargained for you. I 9 brani che compongono l’album filano via che è un piacere e sicuramente non lasciano indifferenti. 9 brani per 44 min esplosivi.

2) Frank Sinatra: My Way

Più volte Chiaverotti ha espresso il concetto che la città è protagonista del suo fumetto quanto se non di più del personaggio principale. In questa città futuristica il nuovo fantascientifico si mescola con il vintage. È inevitabile che Morgan Lost passando da qualche pub malfamato in cerca di informazioni per le sue cacce non ascolti Frank Sinatra. La title track di questo album, My Way, per Morgan assume quasi il significato di una promessa inossidabile, nei confronti di se stesso e nei confronti di chi purtroppo non c’è più.
Facilmente vien da immaginare questo album sul giradischi del nostro eroe, là dove nevica sempre solo Frank Sinatra può dare calore.

3) Various Artist: The Warriors Original Motion Picture Soundtrack

Morgan Lost contiene una miriade di citazioni al suo interno, quella per cui mi sono maggiormente esaltato è senza ombra di dubbio quella a The Warriors . In particolare Lindy Kiss è chiaramente la speaker Dolly Bomba. I pezzi che probabilmente Morgan apprezza maggiormente sono Nowhere to run (chissà a quanti criminali l’ha dedicata!) e In The City (il suo amato/odiato terreno di caccia). Nonostante questa colonna sonora non possa vantare nomi di elevatissimo spicco nella sua tracklist risulta comunque un gioiellino nel suo genere. 10 brani per 36 minuti di rock sincero.

4) Lou Reed: Transformer

Vera e propria pietra miliare del rock, Transformer è forse l’album più conosciuto del compianto Lou Reed, voce del leggendario gruppo Velvet Underground (quelli della banana disegnata sulla copertina da Andy Warhol, per capirci). Lou Reed era ciò che si può definire un duro. Tra i mille aneddoti che si narrano sul suo conto: durante un concerto qualcuno gli lanciò una moneta in pieno volto, egli la raccolse e chiese agli addetti della sicurezza di non toccare il simpaticone che aveva commesso lo stupido gesto, quanto piuttosto di sollevarlo sul palco… Morgan come Lou è uno che le cose ama risolverle senza l’aiuto di nessuno, per sfortuna dei suoi nemici! Su tutte le perle di questo album la più calzante a Morgan è sicuramente Walk on The Wild Side: una sorta di invito al lettore.

5) Slipknot: Iowa

Abbiamo parlato di quanto la città sia un aspetto fondamentale nella narrativa e nel vissuto di Morgan Lost. Un altro aspetto tramite cui si definisce l’eroe sono i propri nemici: esseri mostruosi, assassini disperati alla ricerca delle luci della ribalta e inquietanti professori della morte si aggirano per la città di Morgan Lost. Generalmente questi assassini sono mascherati e imprevedibili; mi sembrava doveroso spendere una casella di questa lista anche per loro: nulla di meglio dei suoni violenti degli Slipknot. Iowa, secondo album della band è caratterizzato da forte sonorità Nu-Metal, da una batteria martellante e da chitarre sciabordanti. Probabilmente più di un nemico di Morgan aspetterà l’arrivo del cacciatore di taglia ascoltandosi questo album. 14 tracce per 66 minuti di pura violenza.

Jacopo Cerretti

Classe '90, cresciuto a pane (tanto) e comics con approccio disinteressato, negli ultimi 3 anni ho sviluppato un vero e proprio amore per il fumetto grazie in primis all'indagatore dell'incubo, i colleghi di casa Bonelli e alle poesie grafiche di Gipi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.