DC Comics – Le grandi storie di supereroi: 10 storie da ristampare

DC Comics – Le grandi storie di supereroi è la nuova collana nata dalla collaborazione di Eaglemoss RW Lion, dove saranno presentati cicli importanti della storia della Distinta Concorrenza capaci di lasciare un solco indelebile nel genere supereroistico. Per il momento sono note solo le prime 7 uscite, sulle 60 previste, e non ci sono ancora aggiornamenti per il futuro. Noi di C4 Comic abbiamo provato a stilare una lista di 10 storie che coinvolgono, fuori dalle classiche proposte, che meriterebbero una ristampa proprio in occasione di questa collana.

1. PLASTIC MAN (Kyle Baker)

Kyle Baker è uno degli artisti più influenti del comicdom statunitense, conosciuto per il suo stile mutevole ed in continua evoluzione. Nel 2004 gli viene affidato Plastic Man, folle personaggio creato nella Golden Age per la Quality Comics. L’autore affronta la pesante eredità di Jack Cole  presentando una folle run costituita da oltre 20 numeri. Un cocktail di comicità, stile, citazionismo che è valso la vittoria di tre Harvey Awards per  Best New Series e  Special Award for Humor. Si passa da folli parodie del mondo Looney Toons (con un irritante clone di Wascally Wabbits – Bugs Bunny) fino ad un satirico remake di Crisi d’Identità, Il Ritorno del Cavaliere Oscuro e del concetto del fumetto USA più cruento ed oscuro, passando per i i rimandi al passato criminale di Patrick O’Brian. Una testata tutta da scoprire.

plastic-man5

2. CRISI D’IDENTITÀ (Brad Metlzer, Rags Morales, Micheal Bair)

Elongated Man, membro della Justice League, deve fare i conti con il brutale omicidio della moglie Sue. Da questo momento partirà una vera e propria caccia all’uomo, capace di coinvolgere una buona fetta di tutti i supereroi DC, tranne Freccia Verde, Zatanna, Ray Palmer, Hawkman e Black Canary. I sospetti di Wally West e Kyle Rayner verso il loro strano atteggiamento sarà l’occasione per un viaggio nel passato, tra scelte difficili e i risultati dello scontro con il villain Dottor Light. Con i progressi delle indagini, e l’arrivo di altri sconcertanti episodi di minacce e violenze, il quadro si farà sempre più sconcertante fino all’arrivo di un finale inaspettato. Uno dei migliori cross-over di sempre, lontano dalle logiche action e blockbuster che hanno caratterizzato la produzione degli ultimi anni e più votato all’introspezione ed al noir. Imperdibile.

IdentityCrisisCv1

3. DOCTOR MID-NITE (Matt Wagner, John K. Snyder III)

Pieter Anton Cross era un valoroso medico in una clinica gratuita a Porthsmouth. Dopo una serie di indagini legate alla droga A39 viene coinvolto in un incidente, durante il quale perderà l’uso della vista. Con il tempo scoprirà i suoi straordinari poteri, che mescolati insieme alle sue immense conoscenze scientifiche e ad armi tecnologiche, saranno le sue armi per combattere il crimine. In questa mini-serie Matt Wagner John K. Snyder III, ci guideranno in questo viaggio pulp che parte dalle origini di questo personaggio fino alla sua battaglia contro il Terribile Trio. A condire il tutto un disegno ricercato e dalle forte tinte pittoriche, che potrebbe richiamare in qualche caso Bill Sienkiewicz o Kent Williams. Un racconto sulla crudeltà della vita, e sulla forza che ognuno di noi dovrebbe avere.

2826386-dr._mid_nite_3__dr._mid_nite__03_

4. SHAZAM! LA SOCIETÀ DEI MOSTRI (Jeff Smith)

Basterebbe solo il nome scritto poco sopra a giustificare questa scelta. Jeff Smith, autore del pluripremiato Bone, rinarra le origini di Billy Batson e del suo alterego SHAZAM! Riprendendo il suo stile di narrazione fiabesco e il suo tratto morbido e caratteristico, ci viene presentato il racconto su un ragazzo, sui suoi straordinari poteri e sui risvolti delle sue scelte fin troppo avventate. Fantasy e avventura si mescolano, con l’arrivo del Dr. Sivana (che qui sembra quasi incarnare la crudeltà umana e dell’adulto) e della temibile Società dei Mostri del Male. Modernità e Golden Age si mescolano alla perfezione, andando a creare un perfetto starting point per i nuovi lettori e il punto di vista definitivo su un personaggio accantonato con troppa facilità ma che meriterebbe più attenzione.

2960433-1

5. HAWKWORLD (Timothy Truman, Quique Alcatena)

Nata dalle ceneri di Crisi sulle Terre Infinite, ed inizialmente pensata come una mini-serie di 3 numeri, questo progetto del 1989 di Timothy Truman si è rivelato con il tempo una delle scelte più apprezzate della DC Comics. L’autore, accompagnato dal tratto classico di Quique Alcatena, revisiona e rimoderna le origini di Hawkman Hawkwoman e del loro destino sul pianeta  Thanagar. Katar Hol, rampollo di una famiglia agiata e Shayera Thal, ufficiale di rango più basso, si troveranno coinvolti in un gioco di conquiste, schiavitù e corruzione. Una bellissima storia, stroncata dai continui reboot e rilanci dell’ultimo periodo.

5-toilet

6. JSA: THE GOLDEN AGE (James Robinson, Paul Smith)

James Robinson Paul Smith creano questa mini-serie di quattro numeri, incentrata sul periodo della Golden Age e sul rapporto degli eroi con la loro epoca. Un fumetto che racconta la vita di Lanterna Verde, Atom, Hawkman e Starman nell’immediato dopoguerra. Tex Thompson intraprende una carriera politica vincente, arrivando a raggiungere la carica di senatore, e partendo per una campagna di reclutamento dedita alla nascita di un nuovo supergruppo. In questo quadro il governo sviluppa il progetto per la creazione di un supereroe che sembra perfetto, Dynaman. Ma come prevedibile le apparenze sono molto distanti dalla realtà, ed il grande segreto nascosto da Thompson e da questo nuovo eroe potrebbe mettere a soqquadro il destino dell’umanità stessa.

goldenage3003

7. SUPERMAN: KRYPTONITE (Tim Sale, Darwyn Cooke)

Parlando dell’Azzurrone questa storia non viene quasi mai nominata, e questo è un peccato mortale. Il team composto da Tim Sale e Darwyn Cooke ci presenta una storia dove il celebre supereroe impara i suoi limiti, ed in qualche caso anche ad avere paura. Se da un lato Clark Kent dovrà imparare a rapportare i suoi poteri con il suo ingresso nella società (ed in particolare a Metropolis), dall’altra il suo alter ego sentirà per la prima volta sulla sua pelle il brivido della morte a causa della kryptonite. Potrebbe essere considerato come un seguito spirituale, o un missing chapter di Superman: Stagioni, che fa dei suoi punti di forza l’umanità e il calore di Jonathan e Martha Kent. Un disegno capace di catturare tutta l’emozione e la carica del testo fanno di questo fumetto un piccolo gioiello.

Superman_Kryptonite

8. BATMAN: THE NINE LIVES (Dean Motter, Micheal Lark)

Uno dei punti di forza della DC Comics nel corso della sua lunga vita editoriale è stato l’utilizzo dei diversi elseworld e what if come spinta per la creazione di storie fuori dalla continuity. Batman: The Nine Lives è uno degli esperimenti più riusciti, capace di donare un nuovo punto di vista per il Cavaliere Oscuro. Ispirandosi ai fumetti investigativi anni 40, come Dick Tracy e tutta la scia del Crime Comics, la storia ci presenta una Gotham dove i criminali non sono stati mutati, sfigurati o dotati di armi tecnologicamente avanzate, ma molto più “umani”. Dopo aver seguito le tracce di un coccodrillo nelle fogne, il vigilante si troverà colpito da un misterioso assalitore, risvegliandosi accanto al corpo esanime di Seline Kyle. In tutto questo il detective privato Dick Grayson viene accusato di coinvolgimento in questi eventi. Scopriremo così i misteri che si celano dietro a Catwoman e il suo Kat Club Lit. Un’incredibile prova di fantasia da Dean Motter e Micheal Lark.

batmanninelives1001

9. MARTIAN MANHUNTER: SEGRETI AMERICANI (Gerard Jones, Eduardo Barreto)

Una storia interessante, fuori continuity, proposta da Gerard Jones e Eduardo Barreto. Il detective John Jones, alter ego del grande Martian Manhunter, si muove in un mondo in cui tutti i supereroi si sono ritirati. Le sue indagini su un possibile complotto che dovrebbe sconvolgere gli USA, lo condurranno attraverso il paese fino a condurlo nell’isola di Cuba. Tra investigazione extraterrestre e politica si muove un protagonista, profondamente lontano dalla natura e dalle logiche umane, capace di portare avanti la causa anche trovandosi da solo contro il mondo. Un’opera intrisa delle assurde incoerenze del governo statunitense, nel pieno del periodo maccartista.

Martian_Manhunter_-_American_Secrets_1

10. BATMAN: EGO (Darwyn Cooke)

Una storia sul più grande nemico del più grande detective del mondo: se stesso. Il vigilante si troverà infatti a seguire il piccolo criminale Buster Snibbs, che dopo aver tradito il Joker e spaventato dal suo immediato futuro si suiciderà davanti agli occhi di Batman, incolpandolo per l’accaduto. Questo spingerà l’eroe a confrontarsi con il suo stesso ego, rappresentato da Bruce Wayne. Il confronto dei due sarà un’occasione per parlare della vita percorsa, partendo dall’uccisione dei genitori fino all’ascesa nel mantello. Una storia intima, toccante e rappresentata in maniera eccellente dal disegno mai banale dello scomparso Cooke. Un gioiellino, proposto solitamente insieme a Batman: Gotham Knights #23, Catwoman: Selina’s Big Score e altre storie brevi, da non perdere.

Batman-Ego and Other Tails

 

Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.