Tunué: “Il gioco dell’oca” approda negli States

Il gioco dell'oca cover HRNovità lietissima per la casa editrice di Latina Tunué che ha da poco venduto negli Stati Uniti – e più precisamente alla casa editrice Epicenter Comics di San Diego – i diritti per la pubblicazione de Il gioco dell’oca, graphic novel pubblicato per la collana Le Ali nel 2015, e targato Stefano Munarini e Mauro Ferrero. L’opera, un tragicomico viaggio attraverso la menzogna e le sue conseguenze, vede come protagonista Jason, squattrinato e scansafatiche, che decide di raccogliere i frutti del lavoro degli altri spacciandosi per fumettista, e andandosene in giro per comic-shop e fiere, trattato come un re, ad autografare testi che non sono certamente i suoi.

Un fumetto che ha colpito l’editore americano per la maturità, mostrata dagli autori in ogni pagina, nel raccontare una storia inusuale e avvincente, nel dipingere con efficacia i tratti di una generazione e di un mondo, e renderli ironici e al contempo intelligenti, mai troppo distanti dalla realtà.

tavola_il_gioco_dell_oca

Emanuele Di Giorgi, amministratore delegato Tunué, spiega:

È per noi un successo frutto del grande lavoro di squadra che c’è dietro, abbiamo pubblicato Il gioco dell’oca perché colpiti dalla storia e dal tratto, gli stessi elementi che, quasi da subito, hanno attirato anche diversi editori stranieri; tra questi il più veloce è stato proprio Epicenter Comics, che ne ha quindi comprato i diritti.

Stefano Munarini, sceneggiatore del fumetto, spiegava solo un anno:

Il gioco dell’oca riassume nel titolo l’essenza della storia. Nella vita ci possono capitare caselle che improvvisamente ci fanno balzare in avanti, poi gli stessi dadi ci scaraventano di nuovo al punto di partenza, e magari ci fanno anche saltare un giro. Ma l’unico modo per giungere al traguardo è continuare a giocare. Oppure ritirarsi.

A breve sarà la stessa Epicenter Comics a stabilire con precisione la data d’uscita.

Fonte: Tunué.com

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.