Marvel Comics: 10 cose da sapere su Doctor Strange

doctor_strange_2016-hd

L’epica marveliana continua sul grande schermo con il nuovo film “Doctor Strange”. Questo supereroe anomalo, potrà essere forse meno conosciuto dai sui colleghi armati di scudi indistruttibili o martelli divini, ma vi assicuro che anche lui è molto importante nell’ecosistema Marvel. Anzi, forse uno dei più importanti. Il buon dottore dell’occulto infatti, è stato spesso l’unica linea di difesa della Terra di fronte al caos e all’annichilimento. Mi sembra doveroso quindi, informarvi di almeno 10 cose che dovete assolutamente conoscere sul Doctor Stephen Strange.

1. È un vero medico!

L’appellativo “dottor” non è solo un vezzo messo prima del suo cognome per darsi delle arie: Stephen Strange è realmente un dottore in medicina, prima del famigerato incidente automobilistico lui era uno dei più rinomati neuro-chirurghi del paese (del suo paese ovviamente, gli U.S.A.) Nonostante ora abbia abbandonato il posto di lavoro in ospedale, non gli mancano occasioni per sfruttare le sue conoscenze mediche.

stephen_strange

2. Chiama la sua casa “Sancta Sanctorum”.

Sancta Sanctorum” è una locuzione latina che tradotta letteralmente è Le cose sante tra le sante (Vocabolario Treccani) ma che, in questo caso, vuole significare un posto speciale in cui solo poche persone possono entrare. Ovviamente la casa di uno stregone supremo non può essere normale, infatti la sua residenza ha la peculiare caratteristica di essere più grande dentro che fuori, inoltre custodisce molti artefatti magici e spesso funge da prigione per diverse entità mistiche che Strange vuole tenere sotto controllo. Caratteristica che balza subito all’occhio è la grande finestra ovale con all’interno quattro linee: quello è un potente sigillo che protegge l’intera casa da intrusi e ospiti sgraditi. Una curiosità: il Doctor Strange abita nel quartiere newyorkese chiamato Greenwich Village, a soli 8 minuti di distanza a piedi (stando alle indicazioni di google maps) da un altro famoso dottore “speciale”, il detective dell’occulto Martin Mystère.

sancta-sanctorum

3. Il suo maestro è l’Antico.

Con un nome così viene da pensare che si tratti di una persona molto vecchia, anzi antica! E in effetti è così, visto che l’Antico ha ormai soffiato su più di 500 candeline al suo ultimo compleanno. La cosa strana però, è che questo nome lui se lo sia dato quando in realtà non era affatto così anziano, aveva solo l’aspetto avvizzito e invecchiato a causa di un suo incantesimo non riuscito benissimo. L’Antico è ormai diventato un essere immortale che da molti anni cercava un degno erede per il ruolo di Mago Supremo. Nel film la parte dell’Antico sarà interpretata dall’attrice (ma non era un uomo?) Tilda Swinton, che qui ricordiamo per il ruolo di Strega Bianca nel film fantasy “Narnia”.

the-ancient-one

L’attrice Tilda Swinton accanto all’Antico

4. Ha un aiutante.

Fa sempre comodo per un supereroe avere una spalla o un braccio destro sul quale fare affidamento nell’eterna lotta contro il male e le ingiustizie. Come Batman si avvale dell’aiuto di Robin e Dylan Dog di Groucho, anche il Dr. Strange possiede il suo assistente. Si chiama Wong ed è un monaco cinese esperto di arti marziali, addestrato fin dalla nascita per servire e aiutare i maghi supremi. Oltre a preparare un ottimo thè cinese e a mantenere in ordine la pazzesca residenza del buon dottore, Wong si è rivelato molto utile anche in situazioni di pericolo e nelle emergenze. Nel corso degli anni tra i due è nata una profonda amicizia e stima, tant’è che non si può più definire un servo ma più un amico di Strange. Nel film la parte di Wong sarà interpretata dall’attore inglese di nome Benedict Wong. (non è un errore! L’attore scelto per quel ruolo si chiama proprio come il personaggio che dovrà interpretare… “Nomen omen”?)

L'attore Benedict Wong accanto al monaco cinese Wong

L’attore Benedict Wong accanto al monaco cinese Wong

5. Il Barone Mordo è la sua nemesi.

Come suggerisce l’appellativo “barone”, Mordo è di origini nobili: nato e cresciuto in Transilvania, riceve i suoi primi insegnamenti di magia e arti mistiche fin dalla tenera età, viene poi inviato in Tibet dall’Antico per diventare il nuovo Mago Supremo. Peccato che il posto gli verrà soffiato da un tipetto snob americano completamente a digiuno di magia. A Mordo questa cosa non va proprio giù e farà di tutto per rendere la vita di Strange un inferno. Nel film la parte del Barone Mordo è interpretata dall’attore britannico Chiwetel Ejiofor, divenuto famoso per il film vincitore del premio Oscar “12 anni schiavo”.

mordo

L’attore Chiwetel Ejiofor accanto al Barone Mordo

6. Ma il suo nemico più potente è Dormammu.

Dormammu è il signore della dimensione oscura, è un essere costituito da pura energia mistica che nella sua dimora può letteralmente tutto! Risuscitare i morti? Basta uno schiocco delle dita… Manipolare la materia stessa? L’unico limite è la fantasia… Per farla breve, è imbattibile, ma a lui non basta e vuole conquistare altre dimensioni, come ad esempio quella in cui vivono il Dottor Strange e gli altri supereroi Marvel. Peccato per lui però, che quando è lontano da casa, i suoi poteri diminuiscono drasticamente e così ogni volta che mette il naso fuori dalla dimensione oscura, se ne torna indietro con la coda fra le gambe.

Dormammu

7. Anche il Doctor Strange ha i suoi Avengers.

OK, non sono proprio gli Avengers, ma il buon dottore può vantarsi di aver creato un vero e proprio gruppo di supereroi ancora attivo dopo molti anni, chiamato i “Difensori”. Quello che è passato alla storia con l’appellativo del “non-gruppo”, perché costituito da eroi molto solitari quasi schivi. La prima formazione era costituita oltre che dal dottore stesso, dal re di Atlantide Namor il Submariner e dal verde e iracondo Hulk, ai quali si aggiunse poco dopo il filosofico avventuriero spaziale Silver Surfer. Nel corso della sua lunga carriera di mago ed eroe a tempo pieno, Strange ha fatto anche parte degli Avengers, dando asilo e proteggendo gli eroi che non hanno accettato l’atto di registrazione governativo che causò la famosa guerra fratricida chiamata “Civil War”.

The Defenders

8. Possiede un’incredibile collezione di oggetti mistici.

Dr. Strange possiede un’incredibile collezione di oggetti magici dal grande potere. Come ad esempio il libro del Vishanti, il tomo d’incantesimi di magia bianca più potente del Marvel Universe , la cappa di levitazione che come suggerisce il nome, lo fa volare e che inoltre con il suo colore rosso si accosta bene con i panni blu dell’eroe, l’occhio di Agamotto, l’amuleto che gli permette di scoprire sempre la verità dei fatti e lo scettro di Watoomb l’arma mistica che consente di realizzare molti trucchetti magici come controllare il tempo atmosferico, guarire dalle ferite o sparare raffiche d’energia. Questi sono solo pochi elementi che il buon dottore nasconde e conserva nel suo Sancta Sanctorum.

doctor-strange

9. A volte dice cose proprio strambe…

Quando Strange lancia gli incantesimi, in realtà evoca il potere o l’intercessione di alcune entità mistiche, che hanno spesso e volentieri dei nomi a dir poco particolari. Quindi capita spesso di sentire il dottore proferire frasi tipo: “Per le irsute schiere di Hoggoth”, “Che i sette anelli di Raggador mi proteggano”, “Che le possenti mani di Oshtur e le bande di Cyttorak mi concedano il potere”, “Che le ombre di Seraphin mi avvolgano!”, “Che l’antico Vishanti possa essere sempre al tuo fianco”, “Che l’onniveggente Agamotto sia lodato!” “Vapori di Valtorr fatevi avanti” e così via…

dottor-strange

10. Una donna ha rapito il suo cuore.

Negli infiniti reami del multiverso Doctor Strange trova l’amore. Ovviamente una persona speciale come lui non poteva innamorarsi della ragazza della porta accanto e quindi perde la testa per Clea, la dolce nipotina del terribile Dormammu. Bravi, proprio il tipo catalogato sotto la dicitura: “Nemico più potente”. Fortuna che Clea non è proprio una signorina indifesa, lei infatti è il mago supremo della Dimensione Oscura, cosa che l’ha messa più di una volta contro lo zio.

clea-n-strange

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.