Dizionario dei film brutti a fumetti: Shockdom porta in libreria il nuovo volume di Davide La Rosa e Fabrizio “Pluc” Di Nicola

Davide La Rosa e Fabrizio “Pluc” Di Nicola
Dizionario dei film brutti a fumetti 

Collana: Fumetti CrudiDizionario a fumetti dei film brutti cover
Formato (base per altezza): 16 x 23 cm
Pagine: 128
Copertina: colore
Interni: b/n
Rilegatura: brossura
Prezzo: 10,00 €
ISBN: 9788893360210
Distribuzione: Messaggerie
Promotore: NFC
Uscita prevista: 11 novembre 2016

Fumetto di tendenza

Sinossi
Il cinema è pieno di film brutti (ma brutti-brutti eh). Roba che in confronto “Natale in India” è “Quarto potere”. Sono film che in pochi conoscono e che, invece, dovrebbero conoscere il molti (se non tutti). Il perché è presto detto: è giusto deridere autori che si prendono sul serio creando della roba ignobile. La gente di solito la evita perché si ritrova davanti a un muro (fatto di disagio e vergogna per gli autori). Con questo libro vogliamo insegnare a più persone possibili a superare quel muro per vedere che bel giardino c’è dall’altra parte. Un giardino fatto di umorismo involontario abitato da gente incapace. Esistono libri e canali Youtube che parlano di film brutti ma non è mai esistita un’enciclopedia a fumetti che tratti tale argomento.

Autori
Davide La Rosa nasce a Como il 23 giugno 1980 (dopo Cristo). Nel 2001/2002 segue un corso di fumetto presso la scuola “La nuova Eloisa” di Bologna. Nel 2004 fonda, insieme a Emiliano Mattioli la rivista “Fumetti disegnati male” (attiva ancora oggi e con i quali nel 2015 esce il libro “Sborropippo” edito da Comma22,). Nel 2005 apre il blog “Mulholland Dave” dove pubblica i suoi fumetti disegnati male. Nel 2006 e 2009 escono due libri con il titolo “Dio” editi da Casini editore. Dal 2010 inizia la collaborazione con Nicola Pesce (con cui farà 4 libri collaborando tra i quali uno con Pierz e uno con Fabrizio Di Nicola) e contemporaneamente con Star Comics con cui crea la serie da edicola “Suore ninja” (6 numeri con disegni di Vanessa Cardinali e uno speciale con disegni di Vanessa Cardinali e Mirka Andolfo). Nel 2010 collabora con la trasmissione di Rai2 “Voyager“. Sempre con Star Comics scrive “La notte del presepe vivente” (su disegni di Federico Rossi Edrighi). Dal 2015 collabora con Saldapress e dal 2016 è sceneggiatore per Sergio Bonelli Editore.

Fabrizio “Pluc” Di Nicola, pescarese classe 83, frequenta e successivamente insegna all’Accademia del Fumetto di Pescara. Dal 2007 inizia a lavorare come disegnatore di libri per l’infanzia con Il Sole di Carta di Roma collaborando anche per Panini Kids e Rai2. Nel 2013 realizza le illustrazioni per il libro “Lino e il diabete” (edizioni Giunti), dal quale la Trudi realizza un peluche con il suo protagonista. Realizza inoltre giochi di società per la Lisciani Giochi e lavori per la pubblicità, tra i quali figura la creazione del manifesto del Pescara Comics. Nel 2013 inizia la collaborazione con Davide La Rosa disegnando “Detective Smullo – Le mie prigioni” (edizioni Made in Kina) e nell’anno successivo “Detective Smullo – Mi sa che ho ucciso l’Uomo Ragno” (Nicola Pesce Editore). Nel 2015, sempre per le Edizioni Nicola Pesce disegna, su sceneggiatura di Marco D’Angelo, “Bruce Springsteen – Spiriti nella notte”, la prima graphic novel al mondo sulla rockstar americana. Nel 2016 realizza le copertine del nuovo fumetto di Antonucci & Fabbri “Qvando c’era Lvi” edito da Shockdom. Laureato all’Accademia di Belle Arti de L’Aquila, con una tesi sui Film brutti italiani degli anni 80, organizza a Pescara da diversi anni il Cinemarcio, la seguitissima rassegna di Cinema Trash.

Fonte: Shockdom.com

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.