Disney: Topolino in asta per ABIO Italia

Le statue di Topolino in asta per Fondazione ABIO Italia onlus

Martedì 22 novembre 2016 ore 18:30
Salone d’Onore, Triennale Milano

Dopo aver viaggiato nelle principali città italiane, le statue di Topolino saranno donate a Fondazione ABIO Italia onlus e battute all’asta in collaborazione con Sotheby’s, a pochi giorni dal “compleanno”di Mickey Mouse.

#ItalyLovesTopolino

Topolino e l'Italia

Topolino e L'Italia 2016 (27)Dopo un lungo viaggio tra le principali città italiane, la grande iniziativa Topolino e l’Italia sta per giungere al termine. È arrivato infatti il momento culminante del progetto: le 26 statue di Topolino, che hanno attraversato il nostro Paese,saranno donate a Fondazione ABIO Italia Onlus da Disney Italia che organizzerà uno speciale evento d’asta. Il ricavatosarà devolutoal 100% ad ABIO per la realizzazione di spazi a misura di bambino presso gli ospedali, primo fra tutti il reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale dell’Aquila, centro ospedaliero di riferimento per le zone colpite dal terremoto che ancora oggi affligge il centro Italia.

L’evento di beneficenza vedrà protagonista Fondazione ABIO Italia Onlus che, in collaborazione con Sotheby’s, batterà i lotti all’asta martedì 22 novembre alle ore 18:30 presso il prestigioso Salone d’Onore della Triennale di Milano. Un’occasione resa ancora più speciale dalla vicinanza con un momento carico di valore affettivoper il mondo Disney e non solo:il compleanno di Topolino.Questa ricorrenza si celebrerà infatti il 18 novembre,solo qualche giorno prima dell’evento d’asta grazie al quale sarà possibile sostenere Fondazione ABIO Italia Onlus che dal 1978 è al fianco dei bambini in ospedale tramite la presenza in tutta Italia di 5.000 volontari qualificati e la realizzazione di progetti di arredo a misura di bambino.Disney Italia, che da sempre pone attenzione al tema sociale del benessere e della tutela dell’infanzia, ha scelto Fondazione ABIO Italia Onlus per la sua importante missione presso molte realtà ospedaliere presenti sul territorio italiano.

L’asta rappresenta inoltre una significativa conclusione per la mostra Topolino e l’Italia che, fin dal suo debutto nella prestigiosa cornice dei giardini della Triennale di Milanolo scorso 22 aprile, è stata accolta con calore in tutte le sue tappe (Milano, Bologna, Napoli, Roma e Torino). Oltre 4 milioni di italiani e turisti hanno ammirato e fotografato le statue di Topolinoche saranno battute all’asta da Filippo Lotti, amministratore delegato di Sotheby’s Italia, a favore di ABIO.

Daniel Frigo, amministratore delegato di The Walt Disney Company Italia, commenta:

Tra pochi giorni, il 18 novembre, si festeggia il compleanno di Topolino, il personaggio simbolo della Disney che, con la sua verve e il suo ottimismo, ha accompagnato intere generazioni di italiani fin dal giorno della sua nascita nel 1928. Sono lieto che questa ricorrenza cada in prossimità dell’asta che conclude la mostra Topolino e l’Italia, fattadi opere d’arte che testimoniano l’affinità di marchi di eccellenza e l’amore degli italiani per Mickey Mouse. Sono inoltre felice di celebrare tale anniversario con un atto di responsabilità sociale, portando la magia dell’intrattenimento ai bambini e alle loro famiglie in stato di difficoltà. È un valore fondamentale per la nostra Company ed è per questo che da anni Disney Italia sostiene il grande impegno di associazioni come Fondazione ABIO Italia Onlus nel portare sollievo ai bambini ospedalizzati e ai loro cari.

Vittorio Carnelli, Presidente di Fondazione ABIO Italia Onlus, dichiara:

ABIO, Associazione per il Bambino in Ospedale, è dal 1978 al fianco dei bambini, degli adolescenti e dei loro genitori per portare il sorriso nei momenti e nelle situazioni di difficoltà. Ci sentiamo quindi molto vicini al messaggio che Disney da sempre, grazie anche a Topolino, porta a tutti i bambini e alle loro famiglie. Essere coinvolti quindi in questa importante iniziativa promossa da The Walt Disney Company Italia è per noi un grande onore e riconoscimento di quanto fatto nei nostri 38 anni di storia negli ospedali di tutta Italia. Grazie a Topolino e l’Italia, Fondazione ABIO potrà realizzare nuove sale ludiche e spazi a misura di bambino negli ospedali italiani dove non sono ancora presenti.

Topolino e L'Italia 2016 (19)Nato il 18 novembre 1928 dalla brillante immaginazione di Walt Disney, Topolino è diventato un personaggio amato in tutto il mondo fin dalla sua prima apparizione nel cartone animato con sonoro sincronizzato “Steamboat Willie”.Tra i primi paesi a innamorarsi di quella che diventerà l’icona Disney per eccellenza c’è proprio l’Italia, dove nel 1930,sull’inserto domenicale “L’illustrazione del popolo”,compare la prima illustrazione a lui dedicata. Da allora, l’amore del nostro Paese per Topolino non si è mai interrotto fino a diventare arte nella mostra gratuita Topolino e l’Italia che ha portato in giro per l’Italia le statue di Topolino realizzate e interpretate dall’estro creativo di aziende di eccellenza in tutti i campi, dall’arte alla moda, dal design al cibo fino ai motori.

In asta, infatti, oltre alle tre opere personalizzate direttamente da Disney Italia, ci saranno anche quelle “firmate” dalle aziende che hanno collaborato all’iniziativae celebrato la grande storia che unisce da sempre l’Italia all’icona Disney, in particolare:Brums, Chicco/Artsana, Clementoni, Ferrarelle, Ferrero, Gazzetta dello Sport, Giochi Preziosi, Gruppo Sorgente, Il Centro, K – Way, Kartell, Lisciani, Monnalisa, Panini, Piquadro, Unipol Sai, Salmoiraghi e Viganò, SKY, San Carlo, Taormina Film Festival, Upim, Vespa e l’Istituto Europeo di Design.

Sul sito ufficiale eventi.disney.it/topolinoelitaliaè possibile trovare tutte le immagini delle opere, il video di presentazione e le news di aggiornamento di tutte le fasi dell’iniziativa che hanno accompagnato Topolino in giro per l’Italia fino all’evento benefico conclusivo.

Storia di Topolino e l’Italia
Nato nel 1928 dalla brillante immaginazione di Walt Disney, Topolino è diventato un personaggio amato in tutto il mondo fin dalla sua prima apparizione nel cartone animato con sonoro sincronizzato “Steamboat Willie”. Tra i primi paesi ad innamorarsi di quella che diventerà l’icona Disney per eccellenza c’è proprio l’Italia, dove nel 1930 compare la prima illustrazione a lui dedicata sull’inserto domenicale “L’illustrazione del popolo”. All’Italia spetta anche un altro primato: nel Natale 1932 i lettori italiani sono i primi al mondo a leggere una pubblicazione intitolata allo stesso Topolino, che arriverà in America solo nel 1935.Non è un caso che la Fiat 500, prima macchina accessibile a tutti in Italia prodotta dal 1936 al 1955, fu la mitica Topolino ancora oggi simbolo di un’epoca. Cenni storici che testimoniano il profondo legame che, fin dalla sua nascita, ha unito Topolinoal nostro Paese. L’Italia, terra di artigiani, poeti e artisti, ha subito accolto Walt Disney in modo unico creando un’eccezionale sintonia che ha portato alla fondazione nel 1938 della “Creazioni Disney Italia SAI” a Milano. Ed è sempre in Italia che sono cresciuti, fianco a fianco con rinomati studiosi, critici ed esperti, i grandi disegnatori di Topolino. Topolino è sempre stato al passo con i tempi, talvolta anticipandoli.Testimone e creatore di mode, l’icona Disney è stata in grado di essere contemporaneamente parte della tradizione e oggetto di continua evoluzione. Una caratteristica alla base di un successo che ha pochi uguali e che pone Topolino nel ristretto empireo di quei miti che il tempo non riesce a scalfire.

The Walt Disney Company
The Walt Disney Company è un gruppo diversificato leader nel mercato dell’intrattenimento per famiglie e attivo in cinque segmenti: Media Networks, Parchi e Resorts, Studios e Consumer Products. The Walt Disney Company Italia, fondata nel 1938, è stata la prima filiale internazionale di Disney al mondo. Con sede a Milano, si distingue per la grande creatività nella produzione di contenuti artistici, editoriali e televisivi ed opera principalmente nelle seguenti aree di business: televisione, home entertainment, cinema e licensing per prodotti di consumo. Il marchio Disney ha sempre avuto una forte affinità con la cultura italiana ed infatti il suo valore percepito nel nostro Paese è uno dei più alti del mondo. Gli italiani adorano la magia Disney: lo confermano gli altissimi dati di ascolto registrati ogni qualvolta un film Disney è trasmesso in televisione e il successo del marchio Disney abbinato alla creatività di aziende leader italiane. Disney Italia è anche attiva nella comunità e collabora con scuole, ospedali, musei, organizzazioni locali concentrandosi su quattro aree: Community Engagement, Healthy Living, Think Creatively e Conserving Nature. Insieme a Medicinema e al Policlinico Gemelli di Roma, nel 2016 Disney Italia ha inaugurato la prima sala cinematografica integrata all’interno di una struttura ospedaliera italiana e ha sostenuto con il proprio catalogo Disney.Pixar l’avviamento della “terapia del sollievo” per i pazienti ospedalizzati e le loro famiglie. The Walt Disney Company fornisce sostegno ai VoluntEARS, il programma di volontariato a cui partecipano i suoi impiegati, che dal 1983 a oggi, in 42 paesi, hanno dedicato oltre 7,7 milioni di ore a questa iniziativa.Grazie al programma Disney VoluntEARS, i dipendenti hanno la possiblità di donare expertise e tempo per portare serenità a bambini e famiglie in difficoltà, aiutando comunità in tutto il mondo.

Fondazione ABIO Italia Onlus
ABIO, Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, è stata fondata nel 1978 per promuovere l’umanizzazione dell’ospedale. I volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, in collaborazione con medici e operatori sanitari, bambini e famiglie che entrano in contatto con la struttura ospedaliera. Fondazione ABIO Italia Onlus coordina e promuove, sul territorio nazionale, l’attività delle Associazioni ABIO locali che con i loro 5.000 volontari, presenti in oltre 200 reparti, offrono un valido e costante supporto ai bambini e alle loro famiglie. Scopo della Fondazione è sostenere le realtà pubbliche e private che promuovono l’umanizzazione dell’ospedale e l’accoglienza del bambino e della sua famiglia al fine di attenuare i fattori di rischio derivanti dall’ospedalizzazione.

Fonte: Disney.com

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.