Topolino Weekly #3192

topolino 3192Nel numero 3192, uscito il 25 gennaio 2017 nelle edicole di tutta Italia, troviamo quattro storie di media lunghezza e una breve, corredate dagli editoriali tradizionali e gli immancabili topogiochi.
Silvia Ziche apre come d’abitudine il giornale con una simpatica gag sulle possibilità offerte dalla tecnologia. Abbiamo poi l’apertura editoriale di Valentina de Poli, che racconta il motivo editoriale della nuova saga che comincia in questo numero. Indice, posta e si comincia con le storie.

PAPERINO E GLI AMAZING FILES: DIMENTICARE QUACKTOWN

di Bruno Enna e Nicola Tosolini, primo episodio

paperino paperotto pp8 topolino 3192I personaggi dello storico, nostalgicamente ricordato, mondo di Paperino Paperotto, tornano per una saga revival piena di misteri. Bruno Enna, una penna a me cara, non delude mai, che si tratti di storie comiche o, meglio ancora, di drammi e storie del mistero. L’entrata in scena dei personaggi non è però così vincente, frettolosa e superficiale, sfruttando l’effetto nostalgia ma senza la giusta dose di pathos. Tosolini convince con un tratto originale ma ho trovato montaggio e regia poco studiati, quasi casuali. La trama si rivela essere più complessa di quanto previsto, aspetto i prossimi episodi per espormi sulla saga.

MANETTA, ROCKSASSI E IL CASO BRICKWALL

di Matteo Venerus e Roberto Vian

Gli autori portano sulle pagine del topo una curiosa vicenda che vede protagonisti i bravi detective di Topolinia, alle prese con un mistero particolare: nella città natale di Rock Sassi cominciano a sparire magicamente delle pietre e la troupe televisiva di Stanley non viene meno al proprio format, sbandierando in prima serata il fatto paranormale. Soggetto quanto meno interessante e narrazione fluida. Storia nella media, niente di più e niente di meno.

DINAMITE BLA E IL RALLY DEL CUCUZZOLOdinamite bla topolino 3192

di Massimiliano Valentini e Roberta Migheli

Dal Cucuzzolo del Misantropo parte il rally annuale senza esclusione di colpi. La nuova edizione della gara ha nuove regole e nuovi sotterfugi…
Dinamite è un personaggio amatissimo e sempre sul pezzo. Che sia una storia a sfondo morale o una sana villanata, il contadino con la spingarda funziona. Non è da meno in questa storia, scorrevole e con interessanti colpi di scena. Devastante Jack Rottame, sono scoppiato alla sua apparizione, lo voglio subito personaggio fisso.

SE FOSSI UN SUPEREROE: AUGURI DI CUORE

di Silvia Gianatti e Andrea Lucci

Terribile. Nico Picone abbandona la matita per lasciare il posto ad Andrea Lucci che riveste le povere pagine del topo con disegni decisamente piatti. La storia è nulla: se nelle precedenti storie brevi di Silvia Gianatti argomenti abusatissimi e morali sfiancanti venivano riproposte con trovate originali, qui torniamo ai soliti, disperati, mieloni flash. Bocciatissima.

PAPERINO E LA MUSICA LIQUIDISSIMA

di Carlo Panaro e Michele Mazzon

topolino 3192

Paperino e Pico si fiondando nella foresta tropicale di Bemol dove pare che le popolazioni indigene, ormai scomparse, potessero ascoltare la musica comodamente da casa. Carlo Panaro  riempie, farcisce la storia di scene ridondanti e fuori contesto, ed è un peccato perché il soggetto alla base della storia è forte di un’idea interessante che avrebbe potuto dar luogo a validissime gag a sfondo musicale. Il tutto è invece decisamente sparso per le pagine, senza che venga fissato un ritmo preciso o che venga applicato un equilibrio tra le fasi narrative.
Peccato anche per i disegni di Mazzon i cui personaggi recitano in maniera strampalata sostenuti solo da un piacevole tratto e ottimi ambienti. Insomma una storia sprecata ma non punibile di condanna, apprezziamo l’intenzione.

Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.