Logan: 10 cose da sapere su Wolverine

Il primo marzo arriva al cinema “Logan”, terza e ultima pellicola dedicata a Wolverine, il famoso X-Men dagli istinti felini. Ecco una lista di cose da sapere, prima di entrare in sala:

1. La prima avventura di Logan.

Wolverine fa il suo esordio nel mondo dei comics sul fumetto dell’incredibile Hulk.
Il mostruoso gigante verde stava facendo un giro per il Canada, quando all’improvviso, deve affrontare un tipetto in tuta gialla e blu con delle lame sui polsi, che non molto tempo dopo ritroveremo sulle pagine degli X-Men, dove il professor Xavier sta reclutando un nuovo gruppo di mutanti per una missione di soccorso.

2. Gli artigli di Logan.

Quando gli autori hanno creato Wolverine non avevano lontanamente pensato a degli artigli retrattili: quelli che sfoggia nella sua prima apparizione non sono altro che dei guanti con delle lame attaccate sopra!
Tempo dopo, sulle pagine degli X-Men viene spiegato che in realtà, sono delle ossa ricoperte di metallo che fuoriescono dalle sue mani.

3. La nazionalità di Logan.

Gli Stati Uniti d’America detengono il primato per aver dato i natali al più grande numero di supereroi: Batman, Spider-Man, Lanterna Verde e Iron Man, solo per citarne alcuni, sono tutti quanti nati e cresciuti negli U.S.A.
Wolverine, invece, è Canadese ed è particolarmente fiero di esserlo!
A differenza dei suoi educati e pacifici concittadini però, lui ha un atteggiamento scontroso e aggressivo.

4. Logan è il “migliore in quello che fa”

Wolverine è il migliore in quello che fa, anche se quello che sa fare bene potrebbe non piacerti! Infatti è uno degli uomini più letali del pianeta, anche grazie ai suoi poteri mutanti come: il fattore accelerato di guarigione, i sensi ipersviluppati, gli istinti animali, le ossa ricoperte di adamantio indistruttibile e sei lame affilatissime che gli escono dalle mani!

5. Chi è Logan?

Il suo vero nome è James Howlett ed è nato verso la fine del XIX secolo da una famiglia benestante in un paesino vicino ad Alberta, in Canada.
Il suo vero padre è Thomas Logan, il custode della tenuta in cui è cresciuto, dal quale poi prenderà il nome che userà per gran parte della vita.

6. Anche Logan è un Avenger!

Forviati dai film, molti pensano che Wolverine sia solamente un X-Men, ma nei comics non è così! A dispetto della sua fama di “lupo solitario”, l’eroe è stato il membro di una lunga lista di gruppi di supereroi, tra i quali spiccano: gli Alpha Flight, i Fantastici Quattro, i Difensori, gli X-Force e come anticipato nel titolo, i famosi Avenger.

7. Logan R.I.P.

Nei fumetti Wolverine è morto! E si trova in questa triste condizione da più di un anno ormai.
La sua eredità è stata presa da Laura Kinney, la giovane mutante che non a caso possiede il fattore di guarigione accelerato, ossa d’adamantio e il canonico set di artigli affilatissimi!
In realtà lei è il suo clone, è nata in un laboratorio dove cercavano di creare l’assassina perfetta, ma Laura voleva di più dalla vita: fugge e si unisce agli X-Men.

8. Papà Logan.

Se pensate di voler fare gli auguri a Wolverine per la sua paternità, vi consiglio di cambiare idea.
Il figlio si chiama Daken e come il padre, può guarire da qualsiasi ferita, possiede sensi ipersviluppati e dei comodi artigli retrattili. Purtroppo, a differenza del genitore, è un gran bastardo e dopo una lunga serie di scontri il nostro mutante preferito è costretto a ucciderlo annegandolo.

9. Logan vs Spock.

Quando in un improbabile viaggio interstellatre gli X-Men s’imbattono nell’equipaggio dell’astronave Enterprise, Wolverine viene messo fuori gioco dalla famigerata presa vulcaniana del signor Spock, l’ufficiale scientifico e braccio destro del mitico capitano Kirk!

10. Anche il fattore di guarigione di Logan hai suoi limiti.

Wolverine è sopravvissuto a praticamente qualsiasi tipo di ferita o trauma, è stato, ad esempio, letteralmente strappato in due dalla furia di Hulk ed è anche bruciato vivo al fuoco di un’esplosione nucleare. Ma anche il suo potere mutante ha dei limiti: esiste un’antica arma dei samurai che può ucciderlo, si chiama la spada Muramasa e ha la capacità di bloccare l’abilità di guarigione. Inoltre, come dimostrato dalla morte di Daken, Logan potrebbe anche morire annegato.

 

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.