60 anni di Il Giorno dei ragazzi: arriva una nuova mostra al WOW Spazio fumetto di Milano

Mostra
60 anni di Il Giorno dei ragazzi
29 aprile – 21 maggio 2017

WOW Spazio fumetto
Museo del fumetto, dell’illustrazione e dell’immagine animata di Milano
Viale Campania 12 – Milano
Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it – Ingresso libero

Per celebrare i 60 anni dall’uscita del primo numero de Il Giorno dei ragazzi, la storica testata dedicata ai lettori più giovani che per 12 anni è uscita in omaggio, ogni giovedì, allegata al quotidiano Il Giorno proponendo le avventure del mitico Cocco Bill, dell’eroe dello spazio Dan Dare e di tanti altri personaggi unitamente ad articoli e approfondimenti, WOW Spazio fumetto (viale Campania 12) propone una mostra a ingresso libero che dal 29 aprile al 21 maggio espone i numeri e le pagine più significative di un percorso editoriale che ha letteralmente cambiato la storia dell’editoria per ragazzi. Grazie ai materiali provenienti dall’archivio della Fondazione Franco Fossati, tra cui lo storico numero 1 e i paginoni a grande formato disegnati da Benito Jacovitti, il visitatore può entrare nel dettaglio della storia editoriale della testata, capire come veniva preparata in redazione e approfondire alcune tematiche grazie a focus dedicati ai due personaggi più rappresentativi: Cocco Bill, lo strampalato cowboy di Benito Jacovitti, e Dan Dare, il pilota spaziale di Frank Hampson.

Evento: Sabato 13 maggio 2017, alle ore 16.00, WOW Spazio fumetto ospiterà un incontro dedicato proprio a Il Giorno dei Ragazzi, che coinvolgerà appassionati, storici e esperti del settore, per ripercorrere la stagione di uno dei più importanti settimanali italiani per ragazzi.

Il 21 aprile 1956 il quotidiano Il Giorno arriva nelle edicole introdotto da una campagna pubblicitaria indimenticabile: sul manifesto campeggia un signore in pigiama, girato di spalle, che, ancora un po’ assonnato e spettinato, apre una finestra. L’illustrazione è opera di Raymond Savignac, autore francese caratterizzato da uno stile lieve e inconfondibile, creatore di veri e propri slogan grafici costituiti da una gag visiva.

Il nuovo giornale è rivoluzionario per tanti motivi: uno su tutti, l’introduzione di una pagina dedicata ai fumetti sul modello dei quotidiani americani, curata dallo sceneggiatore di fumetti Andrea Lavezzolo. Un anno dopo, il 28 marzo 1957, lo stesso omino di Savignac compare nella testata di un supplemento dedicato ai lettori più giovani: Il Giorno dei ragazzi, con il sottotitolo “settimanale di grandi avventure”. Il giornalino, a colori, esce come allegato gratuito al quotidiano ogni giovedì e manterrà il suo appuntamento per undici anni.

Nel formato e nei contenuti la redazione si ispira a una importante testata per ragazzi proveniente dall’Inghilterra, Eagle. Fondata nel 1950 dal reverendo Marcus Morris, aveva un successo straordinario in patria anche grazie alle avventure di Dan Dare, il pilota spaziale creato da Frank Hampson e ospitato nelle prime due pagine del settimanale. Anche Il Giorno dei ragazzi mantiene il personaggio in prima pagina, rendendolo così una delle colonne portanti della pubblicazione.

Oltre a Dan Dare, da Eagle provengono molte altre serie a fumetti, come il cowboy Jeff Arnold, Luck della Legione Straniera e Kid Tempesta, quest’ultimo realizzato in Inghilterra dall’italiano Giorgio Bellavitis (destinato a diventare un architetto importante, soprattutto per la città di Venezia). Ma già sul primo numero, in ultima pagina, a colori, fa la sua comparsa un nuovo fumetto, realizzato da uno degli autori italiani più famosi dell’epoca (e di tutti i tempi), strappato dal Giorno al settimanale cattolico Vittorioso. Il nuovo personaggio si chiama Cocco Bill e l’autore è Benito Jacovitti. Per il nuovo giornale, Jacovitti non crea solo il suo famosissimo cowboy bevitore di camomilla, ma molti altri personaggi come Tom Ficcanaso e Gionni Galassia, e disegna alcuni dei suoi celebri “paginoni”, panoramiche dense di personaggi surreali e situazioni assurde. Oltre a Jacovitti, Il Giorno dei ragazzi pubblica fumetti realizzati da altri importanti autori italiani, come il disneyano Giuseppe Perego, con la serie umoristica Poldo e Poldino (scritta dallo stesso Andrea Lavezzolo), Nevio Zeccara con avventure di fantascienza e Bruno Bozzetto, che firma alcune divertenti storielle con i protagonisti dei suoi film d’animazione West & Soda e Vip, mio fratello superuomo.

La mostra 60 anni di Il Giorno dei ragazzi, dal 29 aprile al 21 maggio presso WOW Spazio fumetto, racconta la storia editoriale di questo giornale rivoluzionario, a partire dalla nascita del quotidiano Il Giorno, vedendone il profondo rapporto con il fumetto, percorrendo gli anni di massimo splendore della testata per ragazzi (fino agli ultimi cambi di formato nel tentativo di rinnovarsi, il lento declino e la chiusura il 19 dicembre 1968). In parallelo sono raccontati i personaggi che lo animavano, sia quelli di Eagle, attraverso l’esposizione di numeri del giornale originale inglese, sia quelli italiani. Una particolare attenzione sarà dedicata a Jacovitti e a Cocco Bill, il suo eroe più importante, che sopravvivrà alla chiusura della rivista per approdare negli anni su Corriere dei Piccoli, Corriere dei Ragazzi, Il Giornalino e addirittura in televisione, con Carosello, Supergulp e una serie animata dei primi anni 2000. Collezionisti, nostalgici e appassionati possono così ammirare i numeri originali di Il Giorno e de Il Giorno dei ragazzi, la serie completa degli Album de Il Giorno dedicati a Cocco Bill, tavole originali dei personaggi e altre curiosità provenienti dall’archivio della Fondazione Franco Fossati e da collezionisti.

Sabato 13 maggio 2017 WOW Spazio fumetto ospiterà un incontro dedicato proprio a Il Giorno dei ragazzi, che coinvolgerà appassionati, storici e esperti del settore, per ripercorrere la stagione di uno dei più importanti settimanali italiani per ragazzi.

Fonte: MuseoWOW.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.