Comics contest: La vetta del terrore

L’estate, si sa, rappresenta la perfezione per la pace dei sensi. Relax, mare, venticello che ti spinge a dormire cullato dai terrificanti versi di mostri marini e volatili, anche con 666 gradi all’ombra, e, infine, tanta, tanta nullafacenza. 
Bene, prima che tutta questa inattività cerebrale procuri l’atrofizzazione della creatività, facendoti diventare una larva senza idee se paragonato a uno zombie sbattidenti, bisogna rimettere in moto il cervello e non lasciarsi scappare una ghiotta e disgustosa occasione per tutti coloro che vogliono fare fumetti. 

Non c’era modo migliore per presentare il contest La vetta del terrore, ideato da Marco Nucci e Giulio Antonio Gualtieri, se non utilizzando il lessico di Mortimer Cobold, il personaggio che fa da portavoce al macabro concorso estivo. Il buffo protagonista a fumetti, è un mix tra lo Zio Tibia e Rod Serling, e farà rivivere, a tutti noi inguaribili nostalgici del tempo andato e definitivamente morto, le sensazioni di terrore in cui eravamo immersi nelle sere d’estate guardando film horror, preceduti dal poco rassicurante consiglio di Zio Tobia.

La vetta del terrore è un contest aperto e indirizzato a tutti i fumettisti, sia esperti sia principianti.
Regola numero uno: scrivere (e disegnare) una storia che faccia davvero tanta, tanta, tantissima, paura.
Scare, and be scared.
La pagina è aperta e il bando è già online. 

Qui, la pagina: Facebook.com/LaVettaDelTerrore/

 

Luigi Formola

27 Luglio 1986. Musicista, scrittore e comunicatore. All'età di otto anni mi divertivo a riscrivere i climax di molti film. A dodici anni scelgo Dylan Dog come costante della mia vita. A vent'anni, l'università, Scienze della Comunicazione, una tesi sulla correlazione degli stili di vita e le marche. A ventun'anni la mia prima ed unica band i Dreamway Tales. Nel 2013 studio sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Attualmente collaboro con la NPE, come traduttore e autore, e sono al lavoro sul mio primo romanzo con l'agenzia letteraria TZLA.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.