C4 Classifica: diversamente super-abili, 10 super-eroi con disabilità

Diṡàbile agg. e s. m. e f. [comp. di dis-1 e abile, esemplato sull’ingl. disable]. – Termine in uso nel linguaggio burocr., sociologico e anche medico, riferito a soggetti che abbiano qualche minorazione fisica o anche psichica di grado relativamente non grave; sinon. talora di handicappato.

Vocabolario Treccani

Avere un handicap non esclude la possibilità d’iniziare una carriera nel duro mestiere del supereroe. Non sono pochi, infatti, gli eroi Marvel e DC Comics che combattono il crimine avendo una disabilità.
A differenza della vita reale però, i personaggi dei comics possono usufruire della “superscienza che li rifornisce di protesi ipertecnologiche, costumi multifunzione e altre diavolerie… Ma non sempre è così, scoprirete anche eroi che affrontano il “male” seduti sulla sedia a rotelle o “armati” di stampelle.

Ecco la classifica dei 10 supereroi con disabilità.

10. Echo

Maya Lopez è sorda dalla nascita e possiede una grandissima memoria eidetica che le permette di copiare e riprodurre qualsiasi cosa veda: da un dipinto di Van Gogh, a un sonetto di Chopen a un incontro di box di Muhammad Ali.
Sfruttando questa capacità innata, ha studiato le tecniche e i movimenti dei più grandi lottatori della storia, divenendo ben presto una formidabile combattente che nella sua breve carriera nei comics è riuscita a sconfiggere validi avversari come Daredevil, Elektra e Kingpin.
Per comunicare con le altre persone non si serve del linguaggio dei segni, perché è capace di leggere le lebbra, è così brava che, per chi non sapesse della sua mancanza di udito, sembra sentirci benissimo.

9. Agente Venom

Le ferite di guerra del soldato Eugene “Flash” Thompson costringono i medici ad amputargli entrambe le gambe. Sembra che ormai la sua carriera militare sia arrivata alla fine, ma il destino riserva una sorpresa inaspettata all’ex fan numero 1 di Spider-Man.
Flash, infatti, viene chiamato ancora una volta a servire la patria, ora però, dovrà fare da cavia per un progetto che vuole ricreare il super soldato mediate l’utilizzo del costume alieno Venom.
I due vengono uniti in laboratorio e come per magia, il simbionte crea delle nuove gambe, permettendogli di alzarsi dalla sua sedia a rotelle e combattere i criminali della nazione con il nome in codice di: Agente Venom.
Le gambe funzionano solo quando è unito al costume e in diverse occasioni è capitato che l’alieno venisse ferito o danneggiato, ma questo non ha lasciato mai l’eroe del tutto inerme, che è riuscito comunque a farsi strada tra i nemici.

8. Jericho (versione originale)

Una lama affilata ha reciso le corde vocali del giovane Joseph Wilson, quando non aveva ancora preso il nome di Jericho e non si era unito al gruppo di supereroi chiamati i Titani.
Forse non è il primo, ma lui sicuramente è stato il più famoso supereroe a portare il linguaggio dei segni in un fumetto.
Il personaggio di Jericho è stato caratterizzato dai suoi creatori, Marv Wolfman e George Pérez, in modo che potesse comunicare solo esclusivamente con le emozioni espresse dal viso e appunto il già menzionato linguaggio dei segni, i due artisti, infatti, avevano deciso, che lui sarebbe stato l’unico personaggio nel fumetto a non avere né balloon, né didascalie che ne descrivessero i pensieri.
I superpoteri di Jericho sono innati, quando incrocia lo sguardo con qualcuno, è capace di controllarne il corpo, muovendolo come fosse una marionetta.

7. Silhouette

Affetta da una parziale paralisi, Silhouette ha bisogno delle stampelle per rimanere in piedi e muoversi. Nata con il potere di fondersi con le ombre e divenire quasi invisibile, ha militato in diversi gruppi di supereroi come gli Avengers e i New Warriors, combattendo sempre dal lato giusto della legge. Ai poteri innati, ha aggiunto il suo grande talento nelle arti marziali, che unito alle armi nascoste nelle stampelle, la rendono una temibile avversaria corpo a corpo.

6. Puck (versione originale)

Eugene Judd è affetto dalla forma di nanismo chiamata acondroplasia, senza entrare nello specifico, le braccia e le gambe crescono meno del resto del corpo, proprio come il famoso “folletto” della famiglia Lannister, Tyrion, interpretato dall’attore Peter Dinklage nella famosa serie TV il “Trono di spade”.
Le sue incredibili capacità atletiche, unite alle arti marziali e all’esperienza da torero, rendono Punk un formidabile alleato per i colleghi supereroi Alpha Flight e un temibile avversario per i suoi nemici. La vita di Eugene non è tutta rose e fiori, soffre costantemente di forti dolori fisici ai quali si aggiungono anche momenti di sconforto per le difficoltà d’integrazione sociale a volte comuni per chi è affetto da questa condizione.

5. Oracolo

Barbara Gordon, la figlia del famoso commissario di polizia, ha combattuto il crimine nei panni di Batgirl fino al giorno in cui Joker decide di farle visita a casa. Il criminale le spara un colpo a brucia pelo all’addome, lesionando irrimediabilmente la spina dorsale.
Barbara non poteva più volteggiare sui tetti della città in compagnia di Batman, ma non si dà per vinta e trova un nuovo e più efficiente modo per combattere il crimine. Nasce così la figura di Oracolo, la donna che fornisce supporto informativo e organizzativo a tutta la Bat-Family, trovando informazioni su praticamente qualsiasi cosa e coordinando al meglio i difensori di Gotham.

4. Professor X

Possiede la mente più potente del mondo! Charles Xavier è un telepate, cioè può leggerti i pensieri con la stessa facilità con cui leggi il menù della tua pizzeria di fiducia.
Non solo, può anche obbligarti a fare cose, controllando il tuo corpo a distanza.
Perde l’uso delle gambe molto giovane, scontrandosi con un alieno sui monti dell’Himalaya. Rilegato su una sedia a rotelle, una volta tornato a casa decide di usare i suoi poteri e ricchezze famigliari per creare un santuario per i mutanti e fondare gli X-Men, il gruppo di supereroi che difende e protegge l’umanità che li teme e li odia.

3. Cyborg

In una terribile esplosione il giovane Victor Stone rimane tremendamente mutilato, nell’estremo tentativo di salvargli la vita, il padre ne ricostruisce il corpo mediante delle innovative protesi cibernetiche e servendosi delle energie sconosciute di una misterioso artefatto alieno chiamato: scatola madre.
Nasce così il supereroe Cyborg, che metà umano e metà macchina protegge l’umanità insieme ai suoi compagni di squadra della Justice League.

2. Occhio di falco

Molti non sanno che il famoso Avenger combatte il crimine indossando degli apparecchi acustici. Non sempre chi legge o scrive i fumetti se ne ricorda, ma Hawkeye ha avuto da sempre problemi con l’udito. Da bambino il padre lo ha picchiato così tanto che aveva perduto gran parte della capacità di sentire, poi molti anni dopo, in una missione con i Vendicatori, il criminale Crossfire riduce drasticamente il suo udito attraverso un fortissimo colpo sonico e infine, in tempi più recenti l’assassino chiamato Clown ferisce entrambe le orecchie con degli spilli.

1. Daredevil

Un eroico gesto d’infanzia che salva la vita ad un uomo, costa la vista a Matt Murdock. L’incidente toglie al ragazzo di Hell’s Kitchen la possibilità di vedere, ma in cambio gli potenzia tutti gli altri sensi rimasti, aggiungendone uno in più: uno speciale senso radar molto simile al sonar di un sottomarino, che gli permette di “vedere” a 360° le sagome di tutto quello che lo circonda.
Ma non sono questi nuovi poteri a creare l’eroe urbano Daredevil, bensì è la sua irrefrenabile forza di volontà che lo spinge a combattere contro le avversità della vita: abbandonato dalla madre ancora in fasce, cresce con il padre in un quartiere malfamato di New York City, quando il genitore viene assassinato da un piccolo boss della mafia locale, Matt rimane solo. Ma non si arrende, studia e si laurea in legge mentre contemporaneamente con il suo sensei impara le arti marziali e a lottare sfruttando i suoi nuovi supersensi.

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...