C4 Compressa: Tex – Il vendicatore

Se volete vedere la grinta di un giovane cowboy della valle del Nueces con la camicia gialla e la pistola pronta; se volete sapere come divenne un fuorilegge dopo aver vendicato gli assassini del padre e volete conoscere suo fratello; se volete sentire sulla pelle la pioggia del Sud Ovest o nelle narici l’odore della polvere da sparo; se non avete paura di trovarvi al cospetto di rancheri arroganti e banditi dal cuore d’oro; insomma, se amate il West, siete appassionati di bella scrittura e feticisti del buon disegno, l’invito è uno solo: sollevate la copertina (cartonata) di questo albo e lasciate che la sua storia vi si imprima nelle iridi.

Mauro Boselli, attuale curatore di Tex, con Il vendicatore aggiunge un nuovo, fondamentale tassello al passato del Ranger e lo fa con una scrittura che è al contempo ruvida e romantica, epica e intima. E il giovane fuorilegge, spavaldo, scanzonato e idealista, vince e convince un’altra volta; non solo: lascia il lettore desideroso di saperne di più (ma per questo dovremo armarci di pazienza e attendere il cartonato del prossimo anno, disegnato da Corrado Mastantuono).

Ma Il vendicatore è un piccolo capolavoro del genere grazie soprattutto alla qualità del comparto grafico. I disegni di Stefano Andreucci, già autore di un “Texone” fuori scala uscito a giugno, presentano una accuratezza di dettaglio e una potenza visiva straordinarie e l’immediata leggibilità fa sì che i dialoghi paiono spesso accessori. Ma va forse al colorista Matteo Vattani la palma per questo albo. Le cromie scelte sono in grado infatti di trasformare scene di poche pagine in immagini di rara potenza, in vere e proprie icone: osservate, ad esempio, i colori impiegati nella sparatoria in mezzo al temporale o mentre Tex galoppa all’alba nella prateria. In quelle vignette si annida davvero quella sintesi perfetta tra segno e disegno che, per praticità, chiamiamo fumetto.

Filippo Marazzini

Studia per mangiare, scrive per digerire.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.